Giochi in scatola

Marvel Villainous, la recensione: ora tocca ai cattivi Marvel calcare la scena

Marvel Villainous, pubblicato dalla casa editrice Ravensburger, è un gioco da tavolo per 2-4 giocatori dai dodici anni in su, in cui i protagonisti saranno cinque iconici cattivi Marvel, tutti già apparsi nei cinecomics della Casa delle idee: Thanos, Hela, Ultron, Killmonger e Taskmaster. I giocatori, scelto il proprio cattivo preferito, per vincere dovranno portarne a termine gli obiettivi, ostacolando al contempo gli altri cattivi dal perseguire i loro scopi, in partite della durata di circa venti minuti per partecipante.

Sulla scia del successo ottenuto con Diseny Villainous e relative espansioni, Ravensburger continua a indulgere sul fascino suscitato dai cattivi, mutando però ambientazione e protagonisti spostandosi sull’universo – o per meglio dire, multiverso – dei fumetti Marvel. Ma non sono solo gli interpreti a mutare in Marvel Villainous; come vedremo, infatti, anche il sistema di gioco, pur mantenendo la medesima ossatura di base di Diseny Villainous, introduce alcune interessanti novità e una maggiore interazione tra i giocatori, innalzando leggermente così anche la difficoltà e di conseguenza la soddisfazione dei partecipanti.

Marvel Villainous

Mavel Villainous, il gioco

Come accennato in precedenza, in Marvel Villainous i giocatori dovranno scegliere e impersonare uno tra i cinque iconici Cattivi Marvel proposti dal gioco: Thanos, Hela, Ultron, Killmonger e Taskmaster. Ogni Cattivo è rappresentato in gioco da una miniatura che ne ricorda l’aspetto in modo stilizzato ed elegante, inoltre, ciascun Cattivo è a capo di un proprio Dominio, rappresentato da una plancia di gioco suddivisa in quattro aree, tutte legate in qualche modo al Cattivo stesso. Per fare un esempio, le aree del Dominio di Thanos saranno Santuario II, Titano, il Pozzo dell’infinito e Knowhere.

Marvel Villainous

I Domini, i poteri, gli alleati e gli obiettivi di ogni Cattivo saranno unici e diversi da quelli di ogni altro Cattivo in gioco, cosa che rende Marvel Villainous altamente asimmetrico. Ogni Cattivo offrirà dunque un’esperienza di gioco completamente diversa, cosa che va a impattare positivamente sul fattore longevità e rigiocabilità del prodotto. Inoltre, rispetto a quanto accadeva in Diseny Villainous, in Marvel Villainous alcuni Cattivi potranno giocare le proprie carte anche sui Domini degli altri giocatori, per raggiungere i loro scopi, aumentando in questo modo anche l’interazione diretta tra i giocatori.

Mavel Villainous, il flusso di gioco

Muovendosi di turno in turno sulle aree del proprio Dominio (il Cattivo non può mai giocare due turni consecutivi sulla stessa area), in Marvel Villainous il Cattivo potrà agire secondo quanto decretato dalle icone presenti sull’area stessa e portare avanti i propri piani malvagi. Ogni area, infatti, presenterà quattro icone, due sul lato superiore e due su quello inferiore, che indicheranno cosa il Cattivo potrà fare in quel turno, tra ottenere Gettoni Potere, giocare una carta, attivare un potere, pescare una Carta Fato e così via.

Al Cattivo sono associati anche due mazzi di carte. Dal primo, il Mazzo del Cattivo, il giocatore pescherà le carte da utilizzare durante la propria mano, che rappresentano poteri, alleati, oggetti e situazioni che l’aiuteranno nella realizzazione del proprio piano malvagio. L’altro mazzo invece, quello delle Carte Fato che contiene avversità, ostacoli ed Eroi, contrariamente a quanto accadeva in Diseny Villainous sarà unito alle Carte Fato degli altri Cattivi in gioco e un mazzo di Carte Fato generiche e andrà a formare un unico Mazzo Fato, che sarà condiviso tra tutti i giocatori e dal quale tutti i partecipanti pescheranno le carte da giocare contro gli avversari, per rallentare o impedire la realizzazione del loro piano.

Marvel Villainous

Gli Eroi, infatti, andranno giocati in un’area del Dominio di un Cattivo, andando a coprire le due icone superiori di quell’area, limitando così la quantità e la tipologia di azioni che il Cattivo potrà compiere in quell’area. Almeno fino a che non li avrà sconfitti, utilizzando i propri Alleati. Poiché in Marvel Villainous il Mazzo Fato è unico e condiviso, alcuni eroi quindi potranno essere utilizzati anche contro Cattivi che non sono la loro nemesi principale. Ma saranno meno potenti rispetto a quanto lo sono contro il Cattivo dalle cui Carte Fato provengono. Giusto per dirne uno, Iron Man sarà più forte contro Ultron che contro Hela.

Il vincitore sarà colui che per primo raggiungerà l’obiettivo principale del proprio Cattivo, facendosi aiutare dai giusti Alleati, sfoderando i propri Poteri speciali e sconfiggendo gli Eroi che gli altri giocatori gli scaglieranno contro.

Marvel Villainous, tre difficoltà di gioco

Per rendere il titolo fruibile a un ampio spettro di giocatori, Marvel Villainous può essere intavolato con tre diverse difficoltà. La prima, la modalità Onnipotente, è sostanzialmente quella esposta qui sopra, adatta un po’ a tutti e di facile apprendimento. La seconda, la modalità Ineluttabile, introduce invece le carte Evento, da aggiungere al Mazzo Fato.

Marvel Villainous

Queste, suddivise in carte Evento Globale, che affliggono tutti i Cattivi in gioco, e carte Evento Mirato, che influenzano solo il cattivo a cui sono rivolte, rappresentano degli eventi che andranno a ostacolare pesantemente i Cattivi. Questi eventi rimarranno in gioco fino a quando non saranno giocati su di loro un certo numero di Alleati la cui forza sommata eguagli o superi quella dell’evento stesso. Una volta risolto, un evento fornirà a chi ha partecipato alla sua risoluzione una ricompensa. Se si gioca in modalità Ineluttabile, potrà esserci in gioco un solo Evento Globale per volta.

Infine, nella modalità Immortale, il terzo livello di difficoltà, non c’è limite al numero di Eventi Globali presenti in gioco contemporaneamente.

I materiali

Marvel Villainous dal punto di vista dei materiali mantiene l’alto standard già presentato con il fratello Diseny Villainous. Le miniature stilizzate dei Cattivi sono gradevoli al tatto e offrono un bel colpo d’occhio. Plance e segnalini in cartoncino si presentano solidi e di ottima grammatura, così come le carte, gradevolissime al tatto grazie alla finitura satinata. Nonostante ciò, il nostro consiglio è come sempre quello di imbustarle con le bustine protettive, per prevenirne l’usura e proteggerle, visto che il gioco prevede che vengano mescolate molto spesso.

Marvel Villainous

Una menzione di pregio la meritano anche la scatola in sé e l’inserto in essa contenuto. La prima si presenta solida, piacevole al tatto ed elegantissima alla vista, mentre il secondo è stato studiato per alloggiare alla perfezione tutto il materiale di gioco senza che alcuna componente rischi di perdersi o rovinarsi. Sottotono invece il Caveau, il contenitore in cui andranno messi tutti i Gettoni Potere e gli altri segnalini del gioco, per essere comodamente raggiungibili da tutti i giocatori, che è realizzato in una sottile e leggera plastica morbida di qualità non particolarmente eccelsa e che risulta un po’ anonimo sotto l’aspetto del design.

Marvel Villainous

Quello che era un punto forte di Diseny Villainous, l’aspetto grafico e artistico, confessiamo che in Marvel Villainous ci ha un po’ delusi. Layout grafico e illustrazioni non sono male, precisiamo meglio, ma quest’ultime ci sono sembrate un po’ sottotono, se si pensa alla mole di immagini a disposizione dopo decenni di fumetti pubblicati.

Marvel Villainous

Conclusioni

Marvel Villainous è un gioco avvincente e adatto a una larghissima fetta di giocatori di diverse età ed esperienze di gioco. Il titolo offre ai giocatori più navigati e smaliziati la possibilità di attuare le strategie più perfide e subdole, mantenendo al contempo una più che apprezzata semplicità di apprendimento delle meccaniche. Questo consente a Marvel Villainous di essere divertente e fruibile sia dagli hardcore gamers, che apprezzeranno non poco le piacevoli novità introdotte rispetto a quanto visto in Diseny Villainous, sia a chi muove i primi passi nel mondo del gioco da tavolo, che dopo solo un paio di partite potranno cominciare a sfruttare a pieno le potenzialità date dalle carte presenti nella propria mano.

Un gioco indicato per…

Marvel Villainous è un prodotto estremamente versatile che si rivolge a un’ampissima fetta di pubblico. È sicuramente un acquisto consigliato a chi è alla ricerca di un titolo divertente e veloce da intavolare, magari da giocarsi anche con i più giovani della famiglia. Il richiamo fornito dai Cattivi Marvel è indubbiamente forte e gli appassionati di fumetti ritroveranno personaggi, situazioni e luoghi a loro famigliari e ne trarranno sicuramente soddisfazione.

Marvel Villainous

Le novità introdotte e le diverse modalità di gioco sono un’aggiunta che saprà interessare anche chi già possiede Diseny Villainous e potrebbe temere di ritrovarsi tra le mani una sorta di doppione. La sensazione sarà quella di trovarsi davanti a qualcosa di estremamente famigliare, ma con un pizzico di novità e di strategia in più. Consigliato.

Marvel Villainous


Marvel Villainous di Ravensburger è un titolo che si rivolge sia ai fan dei fumetti Marvel, che con esso potranno vestire i panni di cinque iconici cattivi e godere dei loro malvagi poteri, sia a chi si vuole avvicinare al brand “Villainous” per la prima volta, in una versione del gioco leggermente più complessa e appagante. Le novità introdotte aggiungono un ulteriore livello di strategia e rendono il titolo più completo rispetto alla controparte legata ai cattivi Disney. Il comparto grafico avrebbe potuto essere più accattivante!

Pro

  • Meccaniche semplici da apprendere
  • Interessanti novità rispetto al “Villainous” precedente
  • Alta rigiocabilità
  • Buona qualità dei materiali…

Contro

  • … se si eccettua un Caveau un po’ leggerino
  • Comparto artistico sottotono