Cinema e Serie TV

No, Disney+ non ha “bloccato” Peter Pan, Dumbo e Gli Aristogatti

Nelle ultime ore la stampa britannica ha sollevato un polverone su Disney+ e sulla sua apparente decisione di bloccare tre grandi classici Disney ovvero Peter Pan, Dumbo e Gli Aristogatti che non sarebbero più selezionabili e quindi visibili impostando un profilo per bambini e bambine quello cioè che predilige contenuti a loro più adatti.

La notizia è stata rimbalzata in fretta e furia anche in Italia sia dalla stampa specializzata che da quella generalista ma purtroppo non è propriamente corretta.

Foto generiche

Peter Pan, Dumbo e Gli Aristogatti su Disney+

A dispetto di richiami alla vituperata cancel culture in realtà i tre classici Disney sono tutt’ora disponibili su Disney+ in Italia senza alcuna restrizione e la loro classificazione è ben visibile nella schermata di selezione del film.

Da notare come Peter Pan sia addirittura classifica come film per tutti:

Foto generiche

Per esempio Lilli e il Vagabondo è classificato come 6+ ma a quanto pare il particolare pare essere sfuggito ai più.

Foto generiche

Inoltre le classificazioni sono sempre state in evidenza sin dal lancio della piattaforma anche per i classici.

Foto generiche

La stampa britannica inoltre riporta di messaggi di avviso che spiegano come i film “includono rappresentazioni negative e/o denigrano popolazione e culture”. Avviso che ad oggi precede effettivamente alcuni film sulla piattaforma streaming.

Foto generiche

Semplice equivoco?

Molti genitori che utilizzano Disney+ ed hanno impostato un profilo per i loro figli tuttavia avevano effettivamente notato che la restrizione dei contenuti spesso è troppo ferrea anche in Italia, bloccando addirittura qualche serie animata della sezione per bambini, invocando uno strumento di parental control più affidabile che arriverà proprio a febbraio quando sulla piattaforma verrà implementata la sezione Star con i suoi contenuti maturi.

Cos’è Star?

Il 23 febbraio, a un mese dal suo primo compleanno in Italia, Disney+ rilancia la posta in gioco nella partita dell’intrattenimento streaming con l’aggiunta di una sesta area tematica (le cinque esistenti sono Disney, Pixar, Marvel, National Geographic e Star Wars). Il nuovo brand si chiamerà Star e promette di raddoppiare il contenuto già presente sulla piattaforma, portando in dote film, serie e programmi provenienti da diversi studi creativi Disney, come Searchlight, Touchstone, Freeform, 20th Television, ABC Signature, FX Productions e 20th Century Studios.

Disney+ Star

Il contenuto di questa nuova area tematica è teso a coprire il più grande punto di debolezza della piattaforma Disney+, oramai evidente dopo quasi un anno di vita: i contenuti più adulti, non adatti al segmento “family”. L’introduzione di questi contenuti è infatti accompagnato dall’introduzione della funzione Parental control, che permetterà di separare e controllare la fruizione dei contenuti per i genitori da quelli del resto della famiglia. Non è ancora chiaro, ma si rincorrono voci ufficiose in tal senso, se l’introduzione di questa funzionalità permetterà di portare sulla piattaforma anche contenuti attualmente “all’indice” in altre aree, come per esempio Deadpool, Logan e Marvel Agents of S.H.I.E.L.D. nella sezione Marvel.

Al momento sono confermate le seguenti serie TV:

  • 24 (2001)
  • Lost (2004)
  • Desperate Housewife (2004)
  • I Griffin (1999)
  • How I Met Your Mother (2005)
  • Prison Break (2005)
  • X-Files (1993)
  • Atlanta (2016)
  • Black-ish (2014)

Lato film è confermata la presenza dell’intero franchise di Die Hard. Non confermato ma, in funzione dei diritti di streaming già venduti nei diversi paesi, probabile è il recupero della serie di film dei Kingsman.

Acquista Gli Aristogatti in blu-ray.