Tom's Hardware Italia
Cinema e Serie TV

Quali sarebbero le conseguenze reali alle azioni di Thanos in Avengers: Infinity War?

Alcuni scienziati hanno analizzato se il piano di Thanos in Avengers: Infinity War potrebbe davvero salvare il mondo e quali conseguenze porterebbe.

Mentre mancano solo 5 giorni all’uscita di Avengers: Endgame nelle sale italiane, su internet impazzano argomentazioni di vario tipo legate agli eroi Marvel e al Titano Folle. Una delle più interessanti, comparsa su Gizmodo, analizza la questione da un punto di vista scientifico e particolarmente intrigante.

Ken Lacovara, paleontologo all’Università di Rowan, ha spiegato cosa davvero sarebbe successo se le azioni di Thanos fossero avvenute realmente. Va premesso che, a detta di Kevin Feige, lo schiocco di dita ha cancellato nel Marvel Cinematic Universe il 50% degli esseri viventi di ogni razza, animali compresi. L’obiettivo del Titano Folle è sempre stato quello di ridurre il consumo di risorse, visto che con la sovrappopolazione galattica iniziavano a scarseggiare.

Secondo Lacovara il dimezzamento di una specie non avrebbe risolto il problema della mancanza di risorse, visto che prove empiriche hanno dimostrato come una popolazione dimezzata in numero, riesce a raggiungere il suo limite massimo in meno tempo del previsto (in quanto si riprodurrebbe a velocità maggiori, fino a raggiungere il massimale in cui le risorse inizierebbero di nuovo a scarseggiare). Insomma, la catastrofe causata da Thanos, dal punto di vista antropologico, non è una soluzione a lungo termine.

Janet Hoole, esperta del comportamento animale e dell’evoluzione umana all’Università di Keele, ha aggiunto inoltre dettagli interessanti riguardo alle conseguenze di questo schiocco. Le specie capaci di riprodursi velocemente sarebbero di sicuro avvantaggiate: per esempio, una rana può produrre circa 20.000 uova in una stagione (che in un mondo bilanciato verrebbero mangiate dai predatori, ma con una diminuzione anche di quest’ultimi riuscirebbero a sopravvivere in maggior numero). Le specie che invece rischierebbero di estinguersi sarebbero quelle a crescita rallentata, come le tigri.

I discorsi poi si sono spostati sulle specie già in via d’estinzione, che con un dimezzamento rischierebbero di avere ancora meno chance di trovare modo di accoppiarsi. Insomma, tutti gli scienziati convergono sull’idea che la scelta di Thanos non è stata delle migliori: per loro, una delle vere catastrofi è stata l’estinzione di massa del Permiano-Triassico, chiamata anche la Grande Moria, che a causa di un’eruzione vulcanica (con conseguente variazione climatica) ha ucciso circa il 96% delle specie marine.

Un fantastico cofanetto contenente tutti i fumetti dedicati al Titano Folle, Thanos!