Cinema e Serie TV

Star Trek: gli eventi storici del futuro

L’entusiasmo per il ritorno in scena di Picard nell’omonima serie di Amazon Prime Video ambientata nell’universo di Star Trek è diventa l’occasione ideale per conoscere la galassia futura immaginata anni fa da Gene Roddenberry. Uno degli aspetti centrali del fascino di Star Trek è la costruzione della continuità narrativa di questo universo, che si è basata anche sulla strutturazione di una storia che, sin dalla prima serie degli anni ’60, ha contributito a creare una cronologia dettagliata degli eventi storici che hanno caratterizzato le avventure di Kirk, Picard e degli altri volti simbolo di Star Trek.

Quali sono le tappe fondamentali nella storia del futuro di Star Trek?

Per apprezzare al meglio Star Trek conoscere queste tappe fondamentali della storia della Federazione Unita dei Pianeti è importante, quindi vediamo di ricapitolare quali sono stati i momenti fondamentali della storia di Star Trek. Attivare!

5 Aprile 2063 : Il Primo Contatto

primo contatto

Dopo la fine della Terza Guerra Mondiale, Zephram Cochrane costruisce in una vecchia base missilistica nel Montana, a Bozeman, il suo prototipo di nave a curvatura, la Phoenix. Per costruire la Phoenix, Cochrane utilizzò un vecchio missile intercontinentale. Il 5 aprile del 2063, Cochrane con la Phoenix compì il primo volo a curvatura, nel momento in cui un’astronave esplorativa vulcaniana transitava nel Sistema Solare. Rilevando il volo della Phoenix, i vulcaniani ritracciarono la provenienza dell’astronave, e presero contatto con Zephhram Cochrane a Bozeman

18 Giugno 2118: Il mondo conosce il teletrasporto

A Chicago, Emory Erickson mostra al mondo il primo esperimento pubblico di teletrasporto, teletrasportando una banana. Erickson aveva lavorato per quindici anni allo sviluppo di questa rivoluzionaria tecnologia, con il supporto, soprattutto finanziario, di un altro grande inventore, Zephram Cochrane. L’introduzione del teletrasporto portò ad un radicale cambiamento di abitudini per la società terrestre

2 Aprile  2151 : Il varo della NX-01 Enterprise

nx-01

Dopo il Primo Contatto, gli umani cercarono di lanciarsi nell’esplorazione dello spazio, ma incontrarono una forte resistenza da parte dei loro nuovi amici alieni, i Vulcaniani. Era convinzione dell’Alto Comando vulcaniano che gli umani non fossero ancora pronti per lasciare il proprio pianeta, imputando alla razza umana un’avventatezza che avrebbe potuto generare problemi. Per controllare questa voglia di lasciare i limiti della Terra che animava l’umanità (fonte di una diffidenza dei terrestri verso gli alieni dalle orecchie a punta), i Vulcaniani cercarono di rallentare l’evoluzione della tecnologia di curvatura umana, sviluppato del Complesso di Curvatura. A guidare gli studi sul motore a curvatura era Henry Archer, che non vide mai concretizzarsi i propri sforzi, quando venne varata la prima nave a curvatura 5, la NX-01 Enterprise. Sulla poltrona del capitano sedette Johnathan Archer, figlio di Henry, che come primo incarico dovette riportare un guerriero klingon sul suo pianeta natale, Qo’noS

3 Febbraio 2153: Gli Xindi attaccano la Terra

La civiltà aliena degli Xindi, un collettivo di diverse razze riunite, convinta da una misteriosa figura che comunica dal futuro della pericolosità della razza umana per la loro sopravvivenza, decide di attaccare preventivamente la Terra. Utilizzando un’arma sperimentale, gli Xindi creano un solco immenso che attraverso il conteinente nordamericano. Come conseguenza, nella società umana si sviluppa un’ondata xenofoba che vorrebbe portare all’isolamento degli umani dal resto della galassia. La NX-01 Enterprise, viene inviata nella Distesa Delfica per impedire agli Xindi di colpire ulteriormente la Terra. Durante questa missione, l’equipaggio dell’Enterprise scoprirà che questo attacco è parte  della  Guerra Fredda Temporale,  una guerra che dal futuro si dipana sin nel passato e che coinvolge direttamente il capitano Archer e la sua Enterprise.

2154 : Nasce la Coalizione dei Pianeti

La missione dell’Enterprise portò l’equipaggio guidato dal capitano Archer a confrontarsi con diverse specie aliene, oltre ai Vulcaniani. Tellariti, Andoriani, Denobulani e Rigeliani diventano partner affidabili degli umani, dando vita ad una rudimentale alleanza nota come la Coalizione dei Pianeti, il fulcro da cui negli anni seguenti nascerà la Federazione Unita dei Pianeti

2155-2160: La Guerra Romulana

La nascita della Coalizione dei Pianeti spinge alcune delle forze politiche della galassia a vedere con sospetto l’espansione umana. Dopo aver cercato di minare la nascente Coalizione cercando di seminare sospetto e dissenso tra le componeti di questa alleanza, i Romulani decidono di colpire direttamente l’umanità distruggendo l’orgoglio dello spirito esplorativo umano, la Base Stellare 1, nel sistema di Algeron. Questo attacco porta ufficialmente allo scoppio della Guerra Romulana, la prima guerra intergalattica della storia umana, che si concluderà nel 2160, con la creazione della Zona Neutrale

11 Ottobre 2161: Nasce la Federazione Unita dei Pianeti

Con la fine della Guerra Romulana, la Coalizione dei Pianeti decide di dare vita ad un’alleanza più concreta, avviando i lavori per la creazione di una struttura sociale che porti ad una maggior interazione tra le razze coinvolte. Questa intenzione porta alla stesura di un documento che sancisce la nascita della Federazione Unita dei Pianeti, un’organizzazione guidata da un Concilio composto inizialmente dalle specie alleate nella Coalizione dei Pianeti (Umani, Vulcaniani, Andoriani, Tellariti), che porta alla creazione di una forza militare congiunata, la Flotta Stellare.

2256  La Battaglia della Stella Binaria

stella binaria

Dopo anni di fratture interne, l’Impero Klingon si avvia ad una rinascita, basata sull’unione delle diverse casate e mirante alla riconquista dello spazio. La minaccia è costituita dalla Federazione unita dei Pianeti e dalla sua forza militare, la Flotta Stellare. Quando la U.S.S. Shenzou inizia ad indagare sulla mistreriosa distruzione di alcuni ripetitori di comunicazione, si trova a dover fronteggiare una flotta Klingon, portando ad uno scontro che verrà ricordato come la Battaglia della Stella Binaria, primo scontro di quella che diventerà un lungo conflitto con l’Impero Klingon

2293 Gli Accordi di Khitomer

 In seguito all’esplosione della luna di Praxis, una delle principali risorse minerarie dell’Impero Klingon, il cancelliere Gorkon chiede di intavolare trattative di pace con la Federazione, dopo decenni di tensioni e guerre. L’Enterprise al comando di James T. Kirk (degradato a capitano) viene inviata come scorta per il cancelliere, nonostante Kirk odi i Kligon (che ritiene responsabili della morte del figlio); durante il viaggio, Gorkon viene ucciso da sicari riconducibili all’equipaggio dell’Enterprise , e Kirk e McCoy sono considerati colpevoli e rinchiusi su Rura Pente, il pianeta carcere noto come il cimitero degli alieni. Dopo una fuga rocambolesca, Kirk scoprirà come ci sia un complotto che coinvolge esponenti della Flotta Stellare, dell’Impero Klingon e Romulano, che vogliono uccidere Azetbur, la figlia di Gorkon, proprio durante i colloqui di pace di Khitomer; il salvataggio in extremis della Kligon da parte di Kirk e il suo discorso di speranza sono i pilastri su cui basano gli Accordi di Khitomer.

2344 La Battaglia di Narenda III

Dopo gli Accordi di Khitomer i rapporti con i Klingon non divennero subito facili, ma ci fu un episodio che rappresentò un vero e proprio segno di coraggio per l’Impero Klingon. I romulani tentarono di sfruttare questa sfiducia latente tra Klingon e Federazione attaccando a sorpresa l’avamposto kligon su Narenda III, progettando di far ricadere in seguito la colpa sulla Federazione; nella zona si trovava però la USS Enterprise-C al comando del capitano Rachel Garrett, che decise di accorrere in soccorso dell’avamposto, sacrificando la propria nave per consentire ai rinforzi kligon di giungere in soccorso.

2366 La Battaglia di Wolf 359

La razza dei Borg, incontrati l’anno precedente dall’equipaggio dell’Enterprise-D, decide di procedere all’assimilazione della Federazione nel proprio Collettivo; per raggiungere lo scopo catturano e integrano nella propria coscienza collettiva il capitano Jean-Luc Picard, che diventa il loro araldo con il nome di Locutus. Lo scontro tra le due forze avviene nella battaglia di Wolf 359, in cui Locutus/Picard guida le forze dei Borg, prima di venire salvato da una squadra dell’Enterprise e che al Flotta sconfigga l’armata Borg.

23 Novembre 2373 : La Battaglia del Settore 001

battaglia settore 001

Da sempre un nemico imbattibile, i Borg decidono di assimilare la Terra in modo da infliggere un duro colpo alla Federazione. Tutte le navi del settore accorrono, ma solo con l’intervento dell’Enterprise-E si riesce a distruggere il Cubo Borg; tuttavia, una Sfera riesce a creare un condotto temporale che porta i Borg sopravvissuti e la loro Regina indietro nel tempo, fino al 4 aprile 2063, il giorno prima del Primo Contatto tra Umani e Vulcaniani. In caso di fallimento dell’equipaggio di Picard, la storia intera della Federazione sarebbe stata cancellata!

2373-2375: La Guerra del Dominio

Dopo la fine del dominio cardassiano su Bajor, la Federazione era stata chiamata come alleata dal governo provvisorio Bajoriano, che aveva consentito alla Flotta Stellare di prendere possesso della base spaziale mineraria cardassiana Terok Nor, posta in orbita del pianeta bajoriano e ribattezzata Deep Space Nine, sotto il comando del capitano Benjamin Sisko. Nei pressi della stazione è presente un raro wormhole stabile, che consente di collegare il quadrate Alpha con il quadrante Gamma.  Da quest’ultimo arriva una razza, il Dominio, intenzionata a conquistare il quadrante Alpha; per fermare questa invasione, Federazione Unita dei Pianeti, Impero Klingon e Impero Romulano formano un’alleanza per salvare il quadrante Alpha. Al termine della guerra, con la sconfitta del Dominio e del loro alleato cardassiano, gli equilibri del quadrante Alpha cambieranno, portando ad un avvicinamento tra  Federazione e Impero Romulano.

2385 La Distruzione di Romulus

Inseguito all’esplosione di una supernova, Romulus e Remus, i due pianeti centrali dell’Impero Romulano, sono distrutti, costringendo la popolazione romulana ad un esodo di massa. La Federazione Unita dei Pianeti, su spinta dell’Ammiraglio Picard, organizza una missione di salvataggio, con lo scopo di salvare quanti più romulani possibili, offrendo loro dei rifugi temporanei.

5 Aprile 2385: La Rivolta dei Sintetici

rivolta sintetici

Mentre la Federazione e la Flotta Stellare sono impegnati nel salvataggio dei Romulani, su Marte gli androidi impiegati nei cantieri navali di Utopia Planitia si ribellano, approfittando delle festività per la celebrazione del Primo Contatto. La distruzione che ne consegue spinge la Federazione a disimpegnarsi dalla missione di salvataggio dei Romulani, oltre a decidere di bandire ogni forma di vita artificiale chiudendo ogni progetto di sviluppo in materia di forme di vita sintetiche

Per conoscere i primi momenti della Federazione Unita dei Pianeti vi consigliamo il volume Federation: The First 150 Years