Guida all'acquisto

Migliori casse bluetooth portatili (aprile 2024)

Cercate delle casse Bluetooth portatili per i vostri viaggi o da tenere sempre a portata di mano? Ecco le migliori che potete acquistare oggi.

1
La JBL killer
Immagine di Tribit Altavoz

Tribit Altavoz

Cassa Bluetooth portatile dalle prestazioni che non ti aspetti. Dotata di Bluetooth 5.3, IPX7 e una potenza di 90W, si mette alle spalle molte sue competitor.
2
Per gli audiofili
Immagine di Vifa Helsinki

Vifa Helsinki

Cassa Bluetooth portatile con driver di alta qualità, in grado di soddisfare anche gli utenti più esigenti in termini di qualità audio. Facilmente trasportabile grazie a una pratica maniglia, questa cassa è anche elegante, al punto di ricevere il premio Red Dot Award.
3
Con audio spaziale
Immagine di Soundcore Motion x600

Soundcore Motion x600

Questa è la prima cassa Bluetooth portatile a supportare l'audio spaziale wireless, per un suono non solo di qualità, ma anche avvolgente. L'impermeabilità è certificata IPX7, l'equalizzatore è molto personalizzabile e l'autonomia di 12 ore consente di riprodurre musica per l'intera giornata.
4
Per le feste
Immagine di JBL PartyBox 710

JBL PartyBox 710

Cassa Bluetooth di dimensioni importanti, ma facile da trasportare grazie alle sue ruote di supporto. Ricca di effetti di luce e impermeabile, consente di cantare con il Karaoke, beneficiando di 800W RMS.
5
Con equalizzatore
Immagine di Marshall Stanmore III

Marshall Stanmore III

Cassa Bluetooth portatile con design retrò e dalla potenza elevata. Dalla parte superiore si può regolare l'equalizzatore in modo istantaneo, senza passare per l'app.
6
Per gli amanti dei bassi
Immagine di JBL BASSPRO Go

JBL BASSPRO Go

Cassa Bluetooth portatile da 200W pensata per essere usata anche come subwoofer per la propria auto, riproducendo solo le basse frequenze. Garantisce 8 ore di musica continua e la resistenza agli spruzzi (IPX5) per un uso sicuro all'aperto.
7
La più economica
Immagine di JBL Go 3

JBL Go 3

Cassa Bluetooth portatile dalle dimensioni super compatte, capace però di riprodurre musica di qualità anche ad alto volume.
Avatar di Dario De Vita

a cura di Dario De Vita

Editor

Le casse Bluetooth portatili acquisiscono sempre più popolarità. Vuoi per la loro qualità audio, che sui modelli migliori è paragonabile quasi a un impianto stereo domestico, vuoi per le loro dimensioni compatte o per l'impermeabilità, quasi sempre presente su questa tipologia di altoparlanti, le casse Bluetooth sono ormai la soluzione scelta da tanti per l'ascolto di musica ad alto volume all'aperto. Se volete acquistarne una ma non sapete come orientarvi tra le numerose proposte in commercio, ci pensa la nostra guida a togliervi ogni dubbio.

Nell'aggiornamento di marzo, abbiamo apportato una modifica alla nostra lista prodotti, sostituendo la precedente cassa Tribit con un altro modello dello stesso marchio. Questa decisione è stata presa perché il modello precedente non si allineava pienamente ai criteri della nostra etichetta "la migliore compatta", specialmente considerando la presenza di concorrenti di spicco come la JBL GO 3. Dopo un'attenta valutazione, abbiamo deciso di introdurre la Tribit Altavoz, che riteniamo essere un vero e proprio "JBL killer", grazie alle sue prestazioni superiori e alla sua capacità di offrire un'esperienza d'ascolto eccezionale.

Nonostante vengano usati soprattutto in spiaggia o nel proprio giardino, e quindi durante la primavera e l'estate, parliamo di dispositivi che possono essere utilizzati in ogni periodo dell’anno. Il merito è della loro versatilità, che permette di portarli in viaggio, mentre si è in compagnia o mentre ci si rilassa o si guarda un film. Essendo dotati di Bluetooth, infatti, li si può collegare a qualunque dispositivo compatibile con la nota tecnologia senza fili, incluse le smart TV. Insomma, vanno bene un po' in tutte le occasioni e non solo per migliorare l’audio degli altoparlanti integrati degli smartphone e notebook.

Ne esistono di diversi tipi: compatti, impermeabili e con elevata qualità audio. Con questa guida vi proponiamo quelle che sono, secondo il nostro parere, le migliori casse Bluetooth attualmente disponibili sul mercato, considerando non solo la fascia di prezzo, ma soprattutto la tipologia d’uso.

Mettetevi comodi dunque, anche perché faremo in modo che conosciate tutti i fattori che determinano la qualità di un altoparlante, a prescindere dalle dimensioni e dalla forma, cosicché possiate capire autonomamente se siete di fronte a un modello valido o meno. Troverete poi link che vi porteranno a uno o più store, dove magari portare a termine un eventuale acquisto.

Come scegliere una cassa Bluetooth

Prima di iniziare a descrivere i dispositivi però, cerchiamo di capire come si sceglie una cassa Bluetooth, partendo dalle basi. Il Bluetooth è una tecnologia presente ormai nella maggior parte dei dispositivi: smartphone, notebook, tablet, MacBook e addirittura smart TV. Va da sé che ciò che permette di collegare l’altoparlante Bluetooth a praticamente qualsiasi dispositivo, indipendentemente da marca e modello, è proprio il supporto alla connessione Bluetooth. Oltre a questo però ci sono delle caratteristiche da tenere in considerazione nell'acquisto e che vi elenchiamo di seguito.

Se non avete voglia di leggere tutte le caratteristiche tecniche, eccovi un veloce riepilogo in punti per acquistare il perfetto altoparlante Bluetooth da portare sempre con voi.

  1. Dimensioni: più compatte possibili
  2. Potenza e suono: non lasciatevi ingannare dai watt
  3. Autonomia: almeno 10 ore
  4. Impermeabilità: fondamentale se si vuole usarlo all'aperto
  5. Supporto: Bluetooth e preferibilmente app

Le dimensioni contano, ma occhio alla trasportabilità

Le dimensioni sono un fattore molto importante per delle casse Bluetooth. Una scocca più grande permette di avere driver più potenti e anche una batteria più capiente. Certo, resta comunque da verificare la qualità audio e l’autonomia, caratteristiche poi intrinseche di ogni prodotto. Esistono dispositivi grandi ma con autonomia di qualche ora, così come altri molto piccoli ma che offrono una durata superiore alle 20 ore.

Il nostro consiglio è quello di puntare su dispositivi non troppo grandi o pesanti, anche perché una cassa Bluetooth si porta spesso nello zaino o direttamente addosso. È quindi meglio preferire altoparlanti di piccole dimensioni, compatti e comodi da trasportare, ma in grado di raggiungere elevati decibel.

Quanti watt deve avere una cassa Bluetooth portatile?

La potenza di un altoparlante Bluetooth viene indicata in Watt. Alcune aziende nascondono tale valore, altre invece lo mettono in bella mostra, ma il wattaggio di uno speaker non è sinonimo di qualità del suono. Questo infatti dipende da diversi fattori, tra cui il materiale usato per i driver. Questi sono infatti quei componenti che si occupano di tradurre il segnale elettrico in suono. Nelle casse più grandi ce ne è uno dedicato per ogni frequenza, come i woofer per i bassi o i tweeter per le frequenze più alte. In uno speaker portatile però il numero di driver è solitamente ridotto a uno o due, per questo bisogna valutare un altoparlante Bluetooth dotato di buoni driver.

Inoltre, per una perfetta qualità del suono, è bene capire qual è il range di frequenza (misurato in Hz) che il dispositivo riesce a coprire. Questo serve per fare in modo che il suono che fuoriesce dalla cassa mantenga una elevata fedeltà con l'originale. L'orecchio umano può percepire frequenze che si aggirano tra i 20 e i 20.000 Hz quindi diffidate dai prodotti che promettono Hz eccessivi, anche perché le dimensioni molto compatte di questi dispositivi non sono in grado di arrivare a certi risultati.

Infine va valutato anche il raggio d'azione. Ogni speaker Bluetooth è ormai in grado di arrivare facilmente a 10 metri di distanza con il suono, ma con le ultime versioni Bluetooth si può raddoppiare il raggio d'azione, oltre a garantire un suono più pulito. Se volete portare quindi il vostro speaker per animare le feste notturne in spiaggia è meglio preferire altoparlanti moderni, che abbiano il Bluetooth 5.0 o superiore.

Che autonomia hanno le casse Bluetooth portatili?

Sarebbe un peccato se la cassa Bluetooth si scaricasse appena prima di quel magnifico assolo di chitarre che smuove l’anima. La durata della batteria è molto importante, anche se possiamo affermare che oggi la maggior parte degli altoparlanti Bluetooth offre un'autonomia di almeno 15 ore, anche se spesso la durata dichiarata dai produttori non equivale a quella reale.

Il nostro consiglio è quindi quello di orientarvi sull'autonomia a seconda dell'utilizzo che dovete farne. Se dovete portarlo in campeggio, al mare o in luoghi in cui difficilmente potrete ricaricare lo speaker puntate su un modello che vi assicuri l'autonomia maggiore. Se invece lo usate principalmente a casa non abbiate paura di sacrificare l'autonomia per un altoparlante Bluetooth più potente.

Come si ricarica una cassa Bluetooth?

Una cassa Bluetooth si ricarica tramite un classico cavo USB, presente sempre in confezione. Alcuni modelli di dimensioni generose e dalla potenza elevata (ideale per le feste all'aperto) possono ricaricarsi anche tramite la presa di corrente a muro, necessaria per far sì che la batteria si ricarichi in tempi ragionevoli.

Le casse Bluetooth portatili sono impermeabili?

Con il passare degli anni, l'impermeabilità è diventata quasi uno standard di questa tipologia di prodotti. La maggior parte dei modelli offrono infatti una certificazione dedicata, il che significa che possono sopportare senza problemi schizzi d’acqua o brevi immersioni. È importante dunque verificare questo elemento, soprattutto se si avete intenzione di usare la cassa Bluetooth in spiaggia, a bordo piscina o anche solo in ambienti umidi come cucina e bagno.

I vari tipi di supporto delle casse Bluetooth

Ormai tutte le casse Bluetooth portatili supportano il Bluetooth e, in alcuni casi, è possibile che siano dotati anche di Wi-Fi, una caratteristica da preferire soprattutto se volete ascoltare la radio digitale o collegarvi a qualsiasi tipologia di playlist in streaming o a librerie musicali ospitate da NAS (Network Attached Storage). Se invece utilizzate spesso Spotify verificate che la cassa Bluetooth abbia il supporto a Spotify Connect per una riproduzione facilitata, mentre se avete dispositivi Apple controllate che sia supportato il protocollo AirPlay.

Un'altra caratteristica funzionale, ma non indispensabile, è il supporto NFC (Near Field Communication). Questo tipo di tecnologia vi permette di associare la cassa al vostro smartphone semplicemente appoggiando lo speaker Bluetooth al telefono. Se invece siete patiti della qualità audio, sugli altoparlanti Bluetooth di fascia più alta potrete trovare anche il supporto aptX, che permette una riproduzione dei brani a 24 bit. Naturalmente è una tecnologia che, come l'NFC, deve essere supportata anche dai dispositivi che fungono da sorgente.

Infine, se avete intenzione di usare lo speaker anche come ricevitore per le chiamate, magari implementando un sistema di low budget per quando siete in auto, esistono anche casse con vivavoce e microfono integrato. In alcuni casi queste casse sono in grado di interagire persino con gli assistenti vocali.

Che funzioni hanno le casse Bluetooth portatili?

Nonostante il compito delle casse Bluetooth sia riprodurre musica in mobilità, la presenza di alcune funzioni potrebbe dare valore aggiunto al prodotto. Funzioni come la possibilità di rispondere al telefono grazie a un eventuale microfono integrato (interrompendo, nel caso, automaticamente la musica) e l'autospegnimento per evitare che la batteria si consumi qualora ci si dimentichi la cassa Bluetooth accesa. Alcuni modelli possono fungere anche da centro multimediale per controllare quasi tutto. Quest'ultimi integrano gli assistenti vocali, attivabili con un pratico comando vocale. I più diffusi sono quelli con Amazon Alexa e Google Assistant, ma se avete un ecosistema Apple il mercato offre anche ottime soluzioni con Siri.

Come collegare una cassa Bluetooth al TV

Il requisito fondamentale è quello di avere un televisore dotato di Bluetooth o un decoder con il supporto alla nota tecnologia senza fili. Il collegamento di cassa Bluetooth al televisore avviene proprio come con qualsiasi altro dispositivo Bluetooth, il che significa che non dovrete far altro che recarvi nel menu dedicato del vostro televisore o del vostro decoder e completare il collegamento.

Collegare una cassa Bluetooth a un televisore, tuttavia, potrebbe causare problemi di sincronizzazione audio e video a causa del tipico ritardo della tecnologia Bluetooth. Se la vostra cassa Bluetooth dispone di un ingresso audio compatibile, potete utilizzare una connessione cablata per riprodurre l'audio del televisore attraverso il vostro altoparlante portatile, al costo di diminuire un po' la facilità di collegamento.

Di che materiali sono fatte le casse Bluetooth portatili?

Partiamo anzitutto col dire che i materiali esterni non influiscono sulla qualità dell'audio, ma sono importantissimi per quanto riguarda la resistenza agli urti o all'impermeabilità. La maggior parte dei modelli sono realizzati in plastica con rivestimento waterproof. Questi si rivelano i più adatti per un uso esterno, ma anche per chi preferisce ascoltare la musica durante la doccia. Se vi limitate ad ascoltare la musica in casa, spostando però la cassa da una stanza all'altra, allora un modello con parti in alluminio potrebbe rivelarsi più adatto, soprattutto in ottica design.

Chi produce le migliori casse Bluetooth portatili?

Il settore dell'audio è molto complicato, pertanto solo i brand con una lunga esperienza alle spalle riescono a realizzare dispositivi in grado di riprodurre un audio autentico. Tra questi citiamo JBL, Bose e Beats, ma ovviamente le altre aziende non restano a guardare. Anker, Tribit e Teufel, ad esempio, sono entrati in questo mercato a gamba tesa, realizzando altoparlanti degni di nota e con prestazioni paragonabili (se non addirittura migliori in determinate situazioni) a prezzi concorrenziali.

Quanto investire in una cassa Bluetooth portatile?

Quando si tratta di dispositivi audio portatili, la connessione tra qualità e prezzo è evidente: generalmente, maggiore è l'investimento, migliore sarà la resa sonora. Tuttavia, è importante considerare alcune sfumature, specialmente quando si valutano modelli di marchi emergenti o poco conosciuti a livello internazionale. In alcuni casi, il costo potrebbe essere aumentato solo in base alle specifiche tecniche, senza garantire un effettivo miglioramento nelle prestazioni sonore reali.

La scelta dell'investimento dipende anche dall'utilizzo previsto della cassa Bluetooth, se per ascolti ravvicinati o da lunga distanza, nonché dalla potenza sonora desiderata. Attualmente è possibile trovare casse Bluetooth di buona qualità per un prezzo compreso tra i 60 e i 100€, ideali per un utilizzo interno e spesso dotate di certificazione di impermeabilità.

Per esigenze più avanzate, ad esempio per chi cerca una riproduzione accurata dei bassi senza interferire con le frequenze medie, potrebbe essere necessario considerare un investimento più consistente. In tal caso, casse di dimensioni maggiori con prestazioni audio superiori possono richiedere un budget superiore ai 300€. La chiave è bilanciare le proprie esigenze sonore con l'investimento disponibile, cercando un compromesso tra qualità e budget.

L'impermeabilità rovina la qualità del suono?

Dal momento che la maggior parte delle casse Bluetooth portatili hanno una struttura sigillata in modo ermetico per resistere all'acqua, è logico chiedersi se questa incide o meno sulla qualità audio del dispositivo. È molto difficile rispondere a questa domanda, poiché servirebbe mettere a confronto due casse Bluetooth identiche, una dotata di impermeabilità e un'altra no. Ciò ovviamente non è possibile perché i produttori realizzano solo una versione di uno specifico modello. A seconda del grado di impermeabilità, bisogna comunque tenere conto di una possibile percezione del suono diversa, che potrebbe influire sulla quantità di bassi o sui dettagli più fini della musica. Se sapete quindi con certezza che userete la cassa Bluetooth solo in ambienti sicuri, sconsigliamo di acquistare un modello etichettato come impermeabile, anche se il mercato è rivolto ormai verso quella direzione.

Le casse Bluetooth portatili generano rumore di fondo?

Molti altoparlanti, incluso quelli stereo e surround, possono emettere un rumore di fondo, il quale può variare in intensità a seconda del modello. In genere, questo problema è più comune nei modelli più economici a causa dell'uso di componenti interni meno raffinati. Il rumore di fondo può essere paragonato a un leggero fruscio simile al "rumore rosa" e può risultare abbastanza fastidioso, soprattutto quando l'altoparlante è in modalità stand-by. Purtroppo, è difficile sapere in anticipo se una cassa Bluetooth portatile soffre di questo problema, poiché i produttori di solito non forniscono informazioni tecniche riguardo al rapporto segnale/rumore (SNR o S/N).

Tuttavia, va sottolineato che molte delle casse Bluetooth moderne sono state progettate per minimizzare il rumore di fondo, anche se impostando il volume al massimo e non riproducendo alcun contenuto multimediale è probabile percepire un leggero fruscio.

Dove conviene acquistare una cassa Bluetooth portatile?

Esplorando le opzioni per l'acquisto di una cassa Bluetooth portatile, è evidente che tali prodotti sono disponibili quasi ovunque, soprattutto nei punti vendita che offrono anche il minimo assortimento di elettronica di consumo. Questo vale tanto per i negozi fisici quanto per quelli online, dove le possibilità di scovare il modello perfettamente in linea con le proprie esigenze si ampliano notevolmente.

Piattaforme come Amazon, ad esempio, non solo mettono in vetrina le ampiamente conosciute JBL e altri marchi di pari prestigio, ma offrono anche l'accesso a una vasta gamma di modelli che potrebbero non essere disponibili nei tradizionali punti vendita fisici. Considerando che alcuni di questi modelli possono vantare un eccezionale rapporto qualità/prezzo, diventa evidente che orientarsi verso l'acquisto online rappresenti una mossa assennata.

L'aspetto economico gioca, inoltre, un ruolo fondamentale in questa preferenza, con promozioni e sconti che appaiono con maggiore frequenza sul web rispetto agli store fisici, rendendo l'esperienza di acquisto online ancora più vantaggiosa.

Quando conviene acquistarla per il massimo risparmio?

Determinare il momento più propizio per acquistare una cassa Bluetooth portatile, massimizzando il risparmio, non è una questione di risposta immediata. Infatti, la dinamica dei prezzi di questi dispositivi rimane relativamente stabile fino all'introduzione di nuovi modelli sul mercato o quando il modello in questione ha già diversi mesi o anni di presenza sul mercato. Di conseguenza, per chi è alla ricerca del massimo risparmio, il consiglio principale è quello di non avere fretta. La tendenza generale dei prezzi di listino è quella di subire una riduzione dopo un certo periodo dalla loro introduzione, con variazioni che possono essere più o meno significative a seconda della categoria di prodotto.

Nonostante ciò, è importante sottolineare che ci sono periodi specifici dell'anno, come durante il Prime Day o il Black Friday, in cui le probabilità di trovare sconti sostanziali aumentano notevolmente. Pertanto, se si ha in programma l'acquisto di una cassa Bluetooth portatile e si avvicinano questi eventi, potrebbe essere strategico attendere questi momenti per approfittare delle promozioni attive e verificare se il modello desiderato rientra tra gli articoli scontati.

1. Tribit Altavoz

Immagine di Tribit Altavoz

La JBL killer

Cassa Bluetooth portatile dalle prestazioni che non ti aspetti. Dotata di Bluetooth 5.3, IPX7 e una potenza di 90W, si mette alle spalle molte sue competitor.
  • Impermeabile , Luci a LED , Potente

La Tribit Altavoz è la cassa bluetooth che supera di gran lunga le sue concorrenti non solo in termini di prestazioni ma anche con un prezzo più accessibile. Immaginate un dispositivo che illumina le notti con un'illuminazione a LED colorata e suona la colonna sonora delle vostre avventure all'aperto, dalle feste in spiaggia ai barbecue in giardino, grazie alla potente combinazione di due woofer e due tweeter che assicura volume elevato senza compromettere la chiarezza. Con il pulsante XBass, la cassa può scatenare bassi ancora più profondi, rendendola ideale per ogni festa a bordo piscina o campeggio sulla spiaggia. Offrendo fino a 30 ore di riproduzione, permette poi di godervi la musica continuamente. E grazie all'app Tribit, potete personalizzare il suono a vostro piacimento, garantendovi un'esperienza unica a un prezzo che lascia indietro la concorrenza.

2. Vifa Helsinki

Immagine di Vifa Helsinki

Per gli audiofili

Cassa Bluetooth portatile con driver di alta qualità, in grado di soddisfare anche gli utenti più esigenti in termini di qualità audio. Facilmente trasportabile grazie a una pratica maniglia, questa cassa è anche elegante, al punto di ricevere il premio Red Dot Award.

Nonostante esteticamente sembri un altoparlante di fascia entry level, il Vifa Helsinki è la soluzione migliore per chi vuole ascoltare la musica nella miglior qualità possibile. Compatto ed elegante, vanta una pressione sonora simile ai modelli più rumorosi, ma con un controllo delle frequenze senza eguali. Al suo interno, infatti, è presente un DSP ottimizzato che vi garantirà un audio bilanciato a prescindere dal genere musicale che si andrà ad ascoltare. Insomma, un altoparlante bluetooth per veri audiofili!

3. Soundcore Motion x600

Immagine di Soundcore Motion x600

Con audio spaziale

Questa è la prima cassa Bluetooth portatile a supportare l'audio spaziale wireless, per un suono non solo di qualità, ma anche avvolgente. L'impermeabilità è certificata IPX7, l'equalizzatore è molto personalizzabile e l'autonomia di 12 ore consente di riprodurre musica per l'intera giornata.

A nostro avviso, il Soundcore Motion x600 è la cassa Bluetooth portatile dal miglior rapporto qualità/prezzo, almeno per quanto concerne le attuali proposte disponibili sul mercato. Non è la prima volta che Soundcore si dimostra tra i migliori produttori da questo punto di vista, infatti il suo "vecchio" Motion Boom Plus rimane ancora oggi un ottimo speaker per l'ascolto della musica in movimento e all'aperto. Tuttavia, il nuovo Soundcore Motion x600 riesce a fare ancora meglio a un prezzo simile al precedente modello. Da segnalare che si tratta del primo altoparlante Bluetooth portatile a vantare l'audio spaziale, grazie a 5 driver e 5 amplificatori posizionati strategicamente in modo da offrire un audio immersivo a prescindere se si ascolta la musica stando davanti alla cassa o dietro di essa. Oltre ad essere di qualità, l'audio è anche potente, con i suoi 50W che rendono viva qualsiasi tipo di musica. L'autonomia è di 12 ore, forse non un record della categoria ma più che sufficiente per tenere accesa una festicciola per l'intera giornata. Segnaliamo infine l'impermeabilità IPX7, per un ascolto sicuro anche con l'altoparlante bagnato.

4. JBL PartyBox 710

Immagine di JBL PartyBox 710

Per le feste

Cassa Bluetooth di dimensioni importanti, ma facile da trasportare grazie alle sue ruote di supporto. Ricca di effetti di luce e impermeabile, consente di cantare con il Karaoke, beneficiando di 800W RMS.
  • Potenza in quantità , Collegamento di vari strumenti musicali , IPX4

La JBL PartyBox 710 è molto più di un semplice diffusore, perché porta la vostra festa all'aperto a un livello superiore. Con i suoi 800W RMS, non si limita a suonare la musica, ma la trasforma in un vero e proprio spettacolo per gli eventi più animati. Inoltre, con il suo affascinante gioco di luci, sincronizzato con il ritmo della musica, ogni nota si traduce in un bagliore colorato. Dalle luci stroboscopiche dinamiche a un effetto notte stellata, ogni melodia si tinge di un nuovo colore, regalandovi un'esperienza immersiva unica. E non preoccupatevi della configurazione: grazie ai comandi intuitivi e all'app JBL PartyBox, gestire questo spettacolo luminoso sarà un gioco da ragazzi. Le sue dimensioni sono superiori alla media, ma è dotata di ruote e di una maniglia ergonomica che la rendono facile da trasportare, sia che stia pianificando una festa in piscina, una giornata in spiaggia o un barbecue nel giardino. E con la resistenza agli schizzi d'acqua IPX4, non dovrete mai preoccuparvi di qualche spruzzo occasionale. Perché limitarsi a una sola cassa quando potete averne due? Collegando infatti una seconda PartyBox 710, avrete un'esperienza sonora ancora più potente, sia tramite un cavo che con la tecnologia TWS. E se la festa richiede un po' di karaoke o un assolo di chitarra, gli ingressi dedicati vi permettono di collegare facilmente i vostri strumenti o microfoni, con un equalizzatore pronto a garantire la perfetta qualità del suono.

5. Marshall Stanmore III

Immagine di Marshall Stanmore III

Con equalizzatore

Cassa Bluetooth portatile con design retrò e dalla potenza elevata. Dalla parte superiore si può regolare l'equalizzatore in modo istantaneo, senza passare per l'app.

Dotato di una spazialità stereo ancora più ampia rispetto al suo predecessore, la terza generazione di Marshall Stanmore saprà soddisfarvi con il tipico suono pervasivo del marchio, riempiendo l'ambiente di note cristalline e potenti bassi. Con Stanmore III potrete dimenticare le complicate configurazioni, visto che vi basterà abbinarlo al vostro dispositivo e premere play per avviare la musica. Pertanto, niente perdite di tempo dovute a connessioni o a complicate procedure manuali. Marshall Stanmore III è progettato anche per supportare le funzionalità Bluetooth di nuova generazione nel momento in cui diventeranno disponibili, in modo da essere all'avanguardia con la tecnologia. Supporta infatti il Bluetooth 5.2, oltre all'ingresso RCA e jack da 3,5 mm. Fedele al suo iconico design, Stanmore III è intriso di storia e stile. Ma c'è di più: è stato realizzato con una forte coscienza ambientale, ossia senza l'utilizzo di PVC e con il 70% di plastica riciclata, un dettaglio che ovviamente non coinvolge la qualità audio, ma che può rivelarsi un valore aggiunto per coloro che amano prendersi cura dell'ambiente.

6. JBL BASSPRO Go

Immagine di JBL BASSPRO Go

Per gli amanti dei bassi

Cassa Bluetooth portatile da 200W pensata per essere usata anche come subwoofer per la propria auto, riproducendo solo le basse frequenze. Garantisce 8 ore di musica continua e la resistenza agli spruzzi (IPX5) per un uso sicuro all'aperto.

JBL BASSPRO Go è una cassa Bluetooth portatile molto particolare e innovativa. Esteticamente simile alla gamma PartyBox dello stesso brand, con i due radiatori passivi laterali, è progettata per essere usata sia come semplice cassa Bluetooth che come subwoofer attivo per la propria auto. Tramite degli appositi supporti, potrete infatti montarla e fissarla nel retro del vostro veicolo e smontarla con facilità ogni volta che desiderate utilizzarla come cassa portatile all'aperto. Quando usata come subwoofer, JBL BASSPRO Go riprodurrà soltanto le frequenze basse, lasciando all'impianto stereo della vostra auto il compito di riprodurre le altre frequenze. In entrambe le modalità, la potenza erogata sarà di ben 200W, con il tipico e familiare suono JBL. Quest'ultimo proviene da un sistema a tre vie, simile a quello implementato su altri modelli top dell'azienda, ma con prestazioni migliorate. Essendo comunque una cassa Bluetooth portatile, non è sprovvista di batteria, la cui autonomia è di 8 ore continue. Parliamo poi di un prodotto resistente agli spruzzi (IPX5), pertanto utilizzabile all'aperto senza preoccupazioni, e compatibile con la tecnologia JBL Connect, che permette di collegare fino a tre dispositivi per la condivisione della musica.

7. JBL Go 3

Immagine di JBL Go 3

La più economica

Cassa Bluetooth portatile dalle dimensioni super compatte, capace però di riprodurre musica di qualità anche ad alto volume.

JBL Go 3 è sicuramente tra gli altoparlanti più piccoli e apprezzati di tutta la categoria. Disponibile in tanti colori diversi, si caratterizza per forme semplici e per essere estremamente compatto e facile da trasportare. Garantisce un audio buono con una discreta presenza di bassi, grazie al woofer passivo e un’autonomia di 5 ore. Perfetto dunque per chi è sempre in movimento ma non vuole rinunciare alla propria musica preferita anche in riva al mare.