Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
  • 2
  • 0

SSD: guida all’acquisto

Poca spesa e buona resa

Crucial BX500 120GB


Capacità
120 GB
Form Factor
2.5" 7mm
Interfaccia / Protocollo
SATA 6.0 Gb/s / AHCI
In alternativa

Memoria 3D a basso costo

Crucial MX500 250GB


Capacità
250 GB
Form Factor
2.5 pollici
Interfaccia / Protocollo
Serial ATA 600
In alternativa

La capacità ideale

Samsung 970 EVO Plus 500GB


Capacità
500 GB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCI-Express 3.0 x4
In alternativa

1 terabyte a buon prezzo

Samsung 970 EVO Plus 1TB


Capacità
1TB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCI-Express 3.0 x4
In alternativa

Prestazioni da primato

Intel Optane SSD 905P 480GB


Capacità
480 GB
Form Factor
2.5 pollici
Interfaccia / Protocollo
PCI-Express 3.0 x4 - NVMe
In alternativa
  • -

L’SSD è il componente per eccellenza se volete velocizzare un PC dotato di hard disk, probabilmente su molti PC ha avuto un impatto maggiore di un cambio di CPU, scheda video o un incremento della memoria RAM. Che sia un SSD SATA 6 Gbps o un più recente M.2 NVMe, l’SSD è la soluzione giusta su cui installare il sistema operativo: avrete una reattività in avvio e caricamento mai vista prima, inavvicinabili con un hard disk.

Recentemente gli SSD sono diventati sempre meno costosi e se un tempo era difficile acquistare un SSD capiente senza svenarsi, oggi la situazione è decisamente migliorata. Agli albori, le memorie NAND di riferimento degli SSD erano quelle SLC e MLC, capaci rispettivamente di stoccare un bit e due bit per cella. In seguito sono arrivate la memoria NAND TLC (3 bit per cella) e in ultimo la memoria QLC (quattro bit per cella).

Le prime due soluzioni assicuravano prestazioni elevate e una resistenza alle scritture molto alta, ma costavano molto e non permettevano di aumentare più di tanto le capacità. Così sono gradualmente sparite dal mercato consumer.

La memoria TLC è oggi quella che va per la maggiore, perché costa poco, raggiunge un’alta densità e può garantire un’alta velocità grazie a soluzioni tecniche come il caching SLC. La resistenza alle scritture non è ai livelli della NAND SLC e MLC, ma per l’utenza consumer è più che sufficiente. Lo stesso discorso coinvolge la nuova memoria QLC, che sta traghettando i prezzi verso nuovi livelli molto convenienti.

In virtù del fatto che gli SSD M.2 sono più compatti – compatibili anche con i notebook più sottili – e veloci grazie alla connettività PCI Express, stanno riscuotendo sempre più successo. Per questo motivo abbiamo iniziato a inserirli in modo più evidente in questa guida, lasciando gli SSD SATA come alternativa o laddove non ci sono M.2 disponibili.

Aggiornata al 18/02/2019

Abbiamo rinnovato la guida togliendo la divisione tra SSD SATA e PCI Express, con un mercato che sta spingendo sempre più sulle soluzioni M.2 NVMe. Laddove consigliamo un SATA, suggeriamo anche un PCIe e viceversa.

Per ricevere i prodotti Amazon in questa guida nel minor tempo possibile* iscrivetevi ad Amazon Prime gratuitamente per i primi 30 giorni.
*Verifica la data di consegna durante il processo d’acquisto

Capacità
120 GB
Form Factor
2.5" 7mm
Interfaccia / Protocollo
SATA 6.0 Gb/s / AHCI
Controller
Silicon Motion SM2258XT
Tipo memoria
Micron 64L TLC
Poca spesa e buona resa


Lettura sequenziale
540 MB/s
Scrittura sequenziale
500 MB/s
Lettura casuale
-
Scrittura casuale
-

Il Crucial BX500 è il successore del popolare BX300 e si rivolge a consumatori con un budget contenuto. A bordo troviamo un controller a quattro canali SM2258XT accoppiato alla memoria 3D NAND TLC a 64 layer di Micron. L’SSD, dotato d’ interfaccia SATA 6 Gbps, e costa davvero poco, come anche l’alternativa che consigliamo, il SanDisk Plus 120GB. Non consigliamo a questo livello di capacità l’acquistato di un SSD M.2, anche se esistono, come il Transcend TS120GMTS820S, che tuttavia necessita di uno slot M.2 “combo” con supporto SATA 6 Gbps. Se state cercando un SSD M.2 PCIe invece, puntate su capacità superiori.

Capacità
250 GB
Form Factor
2.5 pollici
Interfaccia / Protocollo
Serial ATA 600
Controller
Silicon Motion SM2258
Tipo memoria
TLC
Memoria 3D a basso costo

Lettura sequenziale
560 MB/s
Scrittura sequenziale
510 MB/s
Lettura casuale
95.000 IOps
Scrittura casuale
90.000 IOps

Per quanto riguarda le soluzioni SATA 6 Gbps, il Crucial MX500 offre un ottimo rapporto tra prezzo e prestazioni, che lo fa preferire a tutte le altre soluzioni. L’accoppiata composto dal controller Silicon Motion SM2258 e dalla memoria NAND Micron 64-Layer TLC da 256 Gbit ci ha colpito davvero positivamente. Nelle alternative spazio al validissimo SSD 860 EVO di Samsung. Tra le soluzioni M.2 NVMe, puntate sul Samsung 970 EVO 250GB.

Capacità
500 GB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCI-Express 3.0 x4
Controller
Samsung S4LR020 (Phoenix)
La capacità ideale

Lettura sequenziale
3.500 MB/s
Scrittura sequenziale
3.200 MB/s
Lettura casuale
480.000 IOps
Scrittura casuale
550.000 IOps

L’ultimo SSD M.2 NVMe di casa Samsung, un’evoluzione del 970 EVO (che rimane validissimo, intendiamoci) che offre maggiori prestazioni in scrittura e anche qualcosa di più in lettura grazie alla memoria V-NAND di quinta generazione a 96 layer. L’abbiamo visto nella nostra recensione, questo SSD è un’ottima soluzione per chi vuole avere un computer scattante e reattivo in ogni frangente. Si può anche inserire in un portatile dato che è un SSD a singola faccia con spessore contenuto. In alternativa, per chi non può spendere la cifra richiesta da Samsung e ha comunque bisogno di capacità, segnaliamo il 660p di Intel, un prodotto con memoria QLC che punta tutto sul prezzo per rendersi appetibile. Tra gli SSD SATA la nostra soluzione preferita rimane il Crucial MX500 da 500GB.

Capacità
1TB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCI-Express 3.0 x4
Controller
Samsung S4LR020 (Phoenix)
1 terabyte a buon prezzo

Lettura sequenziale
3.500 MB/s
Scrittura sequenziale
3.200 MB/s
Lettura casuale
600.000 IOps
Scrittura casuale
550.000 IOps

L’ultimo SSD M.2 NVMe di casa Samsung, un’evoluzione del 970 EVO (che rimane validissimo, intendiamoci) che offre maggiori prestazioni in scrittura e anche qualcosa di più in lettura grazie alla memoria V-NAND di quinta generazione a 96 layer. L’abbiamo visto nella nostra recensione, questo SSD è un’ottima soluzione per chi vuole avere un computer scattante e reattivo in ogni frangente. Si può anche inserire in un portatile dato che è un SSD a singola faccia con spessore contenuto. In alternativa, per chi non può spendere la cifra richiesta da Samsung e ha comunque bisogno di capacità, segnaliamo il 660p di Intel, un prodotto con memoria QLC che punta tutto sul prezzo per rendersi appetibile. Tra gli SSD SATA segnaliamo il WD Blue 3D NAND o il Crucial MX500 da 1TB.

Capacità
480 GB
Form Factor
2.5 pollici
Interfaccia / Protocollo
PCI-Express 3.0 x4 - NVMe
Controller
Intel EAU01D76 SLL3D
Tipo memoria
-
Prestazioni da primato

Lettura sequenziale
2.600 MB/s
Scrittura sequenziale
2.200 MB/s
Lettura casuale
575.000 IOps
Scrittura casuale
550.000 IOps

Intel Optane SSD 905P non è un SSD per tutti, ma è il più veloce che abbiamo mai testato. Il prezzo è proibitivo per molti, ma se messo nelle giuste mani e davanti ai carichi adeguati, può aumentare di molto la produttività. Il prezzo è alto, ma siamo davanti a una nuova tecnologia (3D XPoint) che vale ogni singolo centesimo, soprattutto per chi lavora con carichi di lettura casuale o carichi misti. Francamente non lo consigliamo a chi vuole solo giocare, ma alcuni professionisti dovrebbero analizzarlo attentamente.