Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
  • 2
  • 0

SSD guida all’acquisto | I migliori di marzo 2020

Il migliore spendendo poco

Crucial MX500 250GB


Capacità
250 GB
Form Factor
2.5 pollici
Interfaccia / Protocollo
Serial ATA 600
In alternativa

Miglior rapporto prezzo/capacità

Crucial P1 500 GB


Capacità
500 GB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3
In alternativa

Tanto spazio ad un prezzo contenuto

Sabrent Rocket 1TB


Capacità
1TB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3
In alternativa

Il TOP a livello di prestazioni

WD Black SN750 1TB


Capacità
1TB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3
In alternativa
  • -

Il migliore in ottica futura

Corsair Force MP600 1TB


Capacità
1TB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCIe 4.0 x4 / NVMe 1.3
In alternativa
  • -

Aggiornata a marzo 2020

Abbiamo aggiornato la nostra guida alla scelta dell’SSD con alcune novità: il Kingston A400 è stato sostituito dal Crucial MX500, che risulta migliore grazie alla presenza della DRAM e allo stesso tempo mantiene un prezzo contenuto. Nella fascia alta, l’Aorus NVMe Gen.4 di Gigabyte è stato sostituito dal Corsair MP600, altro SSD PCIe 4.0 che offre prestazioni molto simili a un prezzo inferiore. Entrano nella nostra guida anche il WD Blue SN550 e il Silicon Power P34A80, che vanno a posizionarsi come alternative rispettivamente del Crucial P1 e del Sabrent Rocket.

Come scegliere l’SSD

L’SSD è il componente per eccellenza se volete velocizzare un PC dotato di hard disk, probabilmente su molti PC ha avuto un impatto maggiore di un cambio di CPU, scheda video o un incremento della memoria RAM. Che sia un SSD SATA 6 Gbps o un più recente M.2 NVMe, l’SSD è la soluzione giusta su cui installare il sistema operativo: avrete una reattività in avvio e caricamento mai vista prima, inavvicinabili con un hard disk.

Recentemente i dischi a stato solido sono diventati sempre meno costosi e se un tempo era difficile acquistare un SSD capiente senza svenarsi, oggi la situazione è decisamente migliorata. Agli albori, le memorie NAND di riferimento degli SSD erano quelle SLC e MLC, capaci rispettivamente di stoccare un bit e due bit per cella. In seguito sono arrivate la memoria NAND TLC (3 bit per cella) e in ultimo la memoria QLC (quattro bit per cella).

Le prime due soluzioni assicuravano prestazioni elevate e una resistenza alle scritture molto alta, ma costavano molto e non permettevano di aumentare più di tanto le capacità. Così sono gradualmente sparite dal mercato consumer.

La memoria TLC è oggi quella che va per la maggiore, perché costa poco, raggiunge un’alta densità e può garantire un’alta velocità grazie a soluzioni tecniche come il caching SLC. La resistenza alle scritture non è ai livelli della NAND SLC e MLC, ma per l’utenza consumer è più che sufficiente. Lo stesso discorso coinvolge la nuova memoria QLC, che sta traghettando i prezzi verso nuovi livelli molto convenienti.

In virtù del fatto che gli SSD M.2 sono più compatti – compatibili anche con i notebook più sottili – e veloci grazie alla connettività PCI Express, stanno riscuotendo sempre più successo. Per questo motivo abbiamo iniziato a inserirli in modo più evidente in questa guida, lasciando gli SSD SATA come alternativa o laddove non ci sono M.2 disponibili.

Per ricevere i prodotti Amazon in questa guida nel minor tempo possibile* iscrivetevi ad Amazon Prime gratuitamente per i primi 30 giorni.
*Verifica la data di consegna durante il processo d’acquisto

Capacità
250 GB
Form Factor
2.5 pollici
Interfaccia / Protocollo
Serial ATA 600
Controller
Silicon Motion SM2258
Tipo memoria
TLC
Il migliore spendendo poco

Lettura sequenziale
560 MB/s
Scrittura sequenziale
510 MB/s
Lettura casuale
95.000 IOps
Scrittura casuale
90.000 IOps

Per quanto riguarda le soluzioni SATA 6 Gbps, il Crucial MX500 offre un ottimo rapporto tra prezzo e prestazioni, che lo fa preferire a tutte le altre soluzioni. L’accoppiata composto dal controller Silicon Motion SM2258 e dalla memoria NAND Micron 64-Layer TLC da 256 Gbit ci ha colpito davvero positivamente.

Capacità
500 GB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3
Controller
Silicon Motion SM2263EN
Tipo memoria
Micron 64L 3D QLC
Miglior rapporto prezzo/capacità

Lettura sequenziale
1900 MB/s
Scrittura sequenziale
950 MB/s
Lettura casuale
90.000 IOPS
Scrittura casuale
220.000 IOPS

Il P1 è il primo SSD NVMe di Crucial. È basato su memoria Micron 3D QLC a 64 layer e ha un controller Silicon Motion NVMe che gli consentono di avere prestazioni superiori a un SSD SATA. Nello specifico si parla di 1900 MB/s in lettura sequenziale e 950 MB/s in scrittura sequenziale, mentre le prestazioni casuali sono pari a 90.000 IOPS e 220.000 IOPS rispettivamente in lettura e scrittura.

Capacità
1TB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3
Controller
Phison PS5012-E12
Tipo memoria
3D BiCS3 TLC Toshiba
Tanto spazio ad un prezzo contenuto

Lettura sequenziale
3400 MB/s
Scrittura sequenziale
3000 MB/s
Lettura casuale
650.000 IOPS
Scrittura casuale
640.000 IOPS

Sabrent Rocket 1TB è un SSD M.2 NVMe veloce ma al tempo stesso capiente e a basso costo per la sua categoria. Realizzato da un’azienda statunitense, garantisce prestazioni elevate grazie all’uso di memoria Toshiba e del controller Phison PS5012-E12.

Capacità
1TB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.3
Controller
WD NVMe Architecture
Tipo memoria
SanDisk 64-Layer TLC
Il TOP a livello di prestazioni

Lettura sequenziale
3470 MB/s
Scrittura sequenziale
3000 MB/s
Lettura casuale
515.000 IOPS
Scrittura casuale
560.000 IOPS

WD Black SN750 è un velocissimo SSD PCI Express 3.0 che una velocità massima di 3470 MB/s in lettura e 3000 MB/s in scrittura. Condivide l’hardware con il modello della precedente generazione, ma adotta una nuova versione del firmware per massimizzare le prestazioni. A bordo un controller proprietario di Western Digital e memoria 3D NAND TLC a 64 layer.

Capacità
1TB
Form Factor
M.2 2280
Interfaccia / Protocollo
PCIe 4.0 x4 / NVMe 1.3
Controller
Phison PS5016-E16
Tipo memoria
Toshiba BiCS4 TLC
Il migliore in ottica futura

Lettura sequenziale
4950MB/s
Scrittura sequenziale
4250MB/s
Lettura casuale
600.000 IOPS
Scrittura casuale
680.000 IOPS

Corsair Force MP600 è uno dei primi SSD in grado di sfruttare il PCI Express 4.0, per ora usabile solo sulle piattaforme AMD X570 con processori Ryzen 3000. Controller Phison e memorie BiCS4 di Toshiba, è in grado di raggiungere prestazioni sequenziali fino a 4950 MB/s in lettura e fino a 4250 MB/s in scrittura.