Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

AMD, GPU Navi 20 con supporto al ray tracing il prossimo anno?

Secondo indiscrezioni la GPU Navi 20 di AMD in arrivo il prossimo anno supporterà il ray tracing e avrà cambiamenti fondamentali all'architettura.

AMD non si è ancora espressa sull’uscita delle schede video basate su GPU Navi, ma stando alle indiscrezioni circolate finora il debutto dovrebbe avvenire nella seconda metà dell’anno con proposte dedicate ai giocatori che non desiderano spendere cifre esorbitanti. 

RedGamingTech, tramite il suo canale Youtube, dice di aver ottenuto nuove informazioni da una fonte affidabile riguardo la strategia della casa di Sunnyvale, basata fondamentalmente su due GPU chiamate Navi 10 e Navi 20, nomi peraltro già circolati in passato.

Secondo quanto riportato, il progetto Navi sarebbe l’eredità lasciata dall’ex boss della divisione RTG, Raja Koduri, prima di passare a guidare il progetto della GPU dedicata di Intel. Koduri si sarebbe concentrato nel risolvere le debolezze dell’architettura GCN (Graphics Core Next), in modo di preservarne la competitività per gli anni a venire.

Nel 2019 dovremmo vedere debuttare schede video basate sul progetto Navi 10, il cui scopo sarebbe quello di garantire prestazioni di gioco simili alla GTX 1080 / RTX 2070 a prezzi competitivi grazie al processo produttivo a 7 nanometri. Per quanto riguarda invece Navi 20, si parla di un debutto nel corso del 2020, e di “alcuni cambiamenti fondamentali all’architettura“.

Quali siano le modifiche e le novità ancora non è dato saperlo (una potrebbe essere il Variable Rate Shading), ma la fonte di RedGamingTech afferma che per Navi 20 AMD starebbe lavorando alla propria implementazione della tecnologia ray tracing con prestazioni che al momento sarebbero “estremamente positive”.

Nulla di sorprendente, il settore va in quella direzione e la recente demo di Crytek “Neon Noir”, fatta girare su una RX Vega 56, rafforza l’idea di una AMD impegnata sulla tecnologia, probabilmente sfruttando al massimo gli standard di mercato come l’API DXR di Microsoft. Quanto alle prestazioni di Navi 20, l’obiettivo sarebbe andare uno step oltre quello di Navi 10, quindi al livello o meglio di RTX 2080 / 2080 Ti.

La fonte riporta inoltre che le varianti di Navi per datacenter avrebbero caratteristiche differenti dalle soluzioni consumer, quindi godrebbero di un’architettura maggiormente personalizzata per quell’ambito specifico. Una scelta del tutto condivisibile, e comunque già fatta da Nvidia con le schede Tesla.

Rimane da capire se anche AMD, al pari di Nvidia, introdurrà nella propria architettura gaming delle unità dedicate all’accelerazione dei calcoli legati al ray tracing oppure opterà per ottimizzazioni mirate ai compute shader. D’altronde la stessa Nvidia il prossimo mese aprirà il ray tracing – con alcuni vincoli prestazionali e qualitativi – alle schede dalla GTX 1060 6GB in poi prive di RT core.

Quanto al debutto delle prime GPU Navi, le indiscrezioni finora hanno spaziato molto, coprendo un arco temporale da luglio a ottobre, con il Gamescom di agosto che rappresenterebbe un ottimo palcoscenico per un’architettura grafica gaming, come dimostrato dalla presentazione lo scorso anno delle GPU GeForce RTX.