Computer Portatili

Asus RoG Zephyrus smontato: com’è fatto un notebook Max-Q

L'Asus RoG Zephyrus GX501VI-GZ021T è uno dei portatili più originali in circolazione. Uno dei primi notebook con Nvidia Max-Q, alloggia in uno spessore di soli 1,7 centimetri una GPU Nvidia GeForce GTX 1080, CPU Core i7-7700HQ, 16 GB di RAM, schermo da 15,6 pollici 1080p a 120 Hz e SSD da 512 GB.

In concomitanza con l'annuncio avevamo pubblicato la recensione completa ad opera della nostra collega statunitense Sherri L. Smith, ieri però abbiamo avuto modo di metterci mano e non abbiamo resistito. Prima abbiamo fatto un piccolo test al volo con Futuremark per vedere come ci comportava sotto tortura, e abbiamo dovuto "aguzzare le orecchie" per sentire il rumore delle ventole, perché si è confermato davvero silenzioso.

Poi l'abbiamo smontato per vedere com'è fatto dentro: ecco che cosa abbiamo trovato – sottolineando che un intervento come quello che stiamo per descrivere comporta la decadenza della garanzia. Ricordiamo che lo Zephyrus è il primo portatile che dispone dell'Active Aerodynamics System (AAS) messo a punto da Asus e Nvidia per raffreddare il sistema in maniera efficiente e silenziosa.

Asus RoG Zephyrus smontaggio 16

In buona sostanza quando si alza il coperchio il pannello posto sulla parte inferiore della base si alza per creare uno spazio alto 6 mm che consente una migliore circolazione dell'aria. L'aria viene aspirata attraverso questa fessura e i micro fori nella fascia sopra alla tastiera, quindi viene espulsa dalle griglie ai lati della base grazie all'azione delle ventole, che sono il 33% più sottili di quelle tradizionali per muovere più aria con ogni singola rotazione.

Leggi anche: Asus RoG Zephyrus Max-Q, potenza bestiale in 1,7 centimetri

Il sistema di sollevamento della base avviene mediante mini rampe che hanno anche il compito di indirizzare l'aria calda verso l'alto, lontano da dove viene aspirata quella fresca proveniente dall'esterno.

Asus RoG Zephyrus smontaggio 14

Volendo smontare lo Zephyrus il primo passo da fare è rimuovere le 4 viti che tengono in posizione il pannello mobile sul fondo della base. Si trovano sotto a quello che in un notebook "normale" sarebbe il poggiapolsi (e che d'ora in poi chiameremo così per semplicità, anche se questo notebook di fatto non ha un poggiapolsi), in doppia coppia.

Asus RoG Zephyrus smontaggio 15

Fatto questo si deve sollevare il coperchio in modo da azionare il meccanismo di sollevamento del pannello, quindi fare slittare quest'ultimo verso l'esterno. L'operazione è semplice ed esente da rischi. Non crediate però che questo basti per vedere cosa c'è dentro alla base!

Lasciate perdere le minuscole viti che fissano le ventole di raffreddamento perché non hanno alcuna utilità pratica ai fini dello smontaggio,  e concentratevi piuttosto sulle altre 13 viti di tipo torx, che sono disseminate lungo il perimetro e nella parte centrale del fondo della base: vanno rimosse tutte.

Asus RoG Zephyrus smontaggio 13A questo punto bisogna prestare molta attenzione: con un plettro o comunque un oggetto molto sottile e resistente, che non graffi la verniciatura, bisogna aprire la base. Tutto il fondo si deve separare dal rivestimento laterale, che è tutt'uno con il poggiapolsi e la parte superiore della scocca. Tassativo iniziare a staccare il fondo partendo dal poggiapolsi e non dalle cerniere, perché le due parti che si apriranno a conchiglia sono unite da due cavi piatti ben visibili, che non devono essere strappati!

Aiutandovi con un cacciavite tascabile riuscirete a tenere divaricate le due parti di una spanna circa, che è quanto basta per interventi quali l'aggiornamento della RAM o dell'SSD, oppure la sostituzione della batteria. Per operazioni più invasive occorre staccare i cavi e rimuovere le cerniere del coperchio, operazione che sconsigliamo.

Asus RoG Zephyrus smontaggio 23A questo punto si vede tutto quello che c'è da vedere: quasi tutta l'area del poggiapolsi è occupata dalla batteria, un modello ultrasottile da 50 Wh fissato con diverse viti a stella.  

Asus RoG Zephyrus smontaggio 32

Alla sinistra della batteria c'è l'SSD PCIe NVMe Samsung SM961 da 512 GB. Per evidenti limiti di progettazione questo notebook dispone di un solo slot M.2, quindi se necessitate di più spazio dovrete optare per soluzioni esterne, oppure sostituire quello originario con uno più capiente.

Asus RoG Zephyrus smontaggio 6Per quanto riguarda la RAM, non vi sarà difficile distinguere il modulo DDR4-2400 da 8 GB. Il notebook ha in dotazione 16 GB perché gli 8 GB che mancano all'appello sono saldati sulla scheda madre. La capacità massima è di 24 GB, per arrivarci dovrete rimpiazzare il modulo da 8 GB con uno da 16 GB che si trova facilmente in vendita online.

Asus RoG Zephyrus smontaggio 1Infine è facile da individuare anche il modulo wireless, insieme alle ventole ed altri elementi. Fate caso allo spessore dei connettori USB e HDMI rispetto all'altezza della base: vi renderete conto di quanto sia complesso realizzare un ultrasottile con una connettività decente.

Aguzzate la vista sfogliando la galleria qui sotto!


Tom's Consiglia

L'Asus RoG Zephyrus è già in commercio, se questo notebook vi attira date un'occhiata sul sito di Next.