Monitor

Dell presenta tre monitor professionali USB C al CES 2020: U2520D, U2720Q e U4320Q

Fra le novità presenti al CES 2020, Dell ha annunciato tre nuovi monitor della serie UltraSharp: U2520D, U2720Q e U4320Q, rispettivamente da 25, 27 e 43 pollici. Tutti i modelli sono destinati a un’utenza professionale, vediamo i primi due nel dettaglio.

Entrambi puntano a chi richieda un’accuratezza particolare nei colori. Possiedono un rivestimento 3H antiriflesso ed escono calibrati dalla fabbrica con valore DeltaE inferiore a 2, per assicurare una resa cromatica affidabile in qualsiasi condizione.

Sia U2520D che U2720Q hanno un pannello IPS, rispettivamente con risoluzione di 2560×1440 e 3840×2160, contrasto di 1000:1 e 1300:1, luminanza tipica di 350 nits, tempo di risposta di 8 ms (che diventano 5 in Fast Mode) e frequenza d’aggiornamento di 60 Hz. Il modello da 25 pollici può rappresentare 16,78 milioni di colori, mentre quello da 27 1,07 miliardi. Tutti e due possono riprodurre il 95% del gamut DCI-P3 e il 99% dello spazio colore sRGB.

Fisicamente, a parte le dimensioni e le specifiche differenti dei pannelli, i due modelli sono molto simili. Dispongono di cornici ultrasottili per agevolare le configurazioni a monitor multipli, piuttosto comuni soprattutto per la misura da 25 pollici, e supporto con inclinazione, rotazione e pivot regolabile.

Per quanto concerne la connettività troviamo in entrambi i casi un ingresso DisplayPort 1.4 con tecnologia MST (che consente di collegare in cascata un altro monitor), una HDMI 2.0 e una USB Type-C. Quest’ultima è in grado di fornire 90W di potenza al dispositivo collegato, sufficienti alla ricarica della maggior parte dei portatili fino a 15.6 pollici.

In più è presente un hub USB 3.0, con una porta Type-A e una Type-C. Data la natura professionale di questi prodotti, non esistono altoparlanti integrati, ma solo un jack per cuffie. Infine, è possibile gestire questi monitor in remoto usando il software Dell Command Center.

Il pannello da 43 pollici è piuttosto differente rispetto ai due appena visti (e non solo nella dimensione). Questo infatti, può essere una soluzione ideale per sostituire display multipli più piccoli, ma presenta caratteristiche alquanto modeste: risoluzione di 3840×2160, 350 nits di luminanza, contrasto di 1000:1, angoli di visione verticale e orizzontale di 178˚, tempo di risposta di 8 ms (che diventano 5 in Fast Mode) e frequenza d’aggiornamento di 60 Hz. Mancano il supporto allo standard HDR10 e caratteristiche multimediali, inoltre è supportato soltanto il gamut colore sRGB, sufficiente per un uso comune del PC e poco altro.

Rispetto al predecessore P4317Q, questo modello offre uno stand migliorato, girevole e regolabile in altezza e inclinazione. Aggiornato anche il profilo connessioni, che oltre ai classici ingressi HDMI e DisplayPort dispone ora di una porta USB Type-C, con Power Delivery di 90W e supporto DisplayPort alternate mode.

Il monitor supporta inoltre le tecnologie Picture-by-Picture e Picture-in-Picture, che consentono l’uso simultaneo di quattro PC. Sfortunatamente, manca uno switch KVM integrato, e come per i due modelli più piccoli, non ci sono gli altoparlanti ma soltanto un jack cuffie.

I prezzi di vendita sono di 479,99 dollari per l’U2520D, 709,99 dollari per l’U2720Q e 1049,99 dollari per l’U4320Q. L’arrivo sul mercato è previsto per il 30 gennaio.