Storage

Gigabyte Aorus Gen4 7000s 1TB | Recensione

Dopo aver parlato del Samsung 980 Pro oggi prendiamo in esame un’altra unità che punta a piazzarsi in cima alla classifica dei migliori SSD, l’Aorus 7000s di Gigabyte. Equipaggiato con un dissipatore di tutto rispetto, il nuovo arrivato della casa Taiwanese è pronto ad affrontare i carichi di lettura e scrittura più lunghi e impegnativi senza battere ciglio e a rendere il throttling termico un lontano ricordo, almeno in teoria. Sarà davvero così? Scopriamolo in questa recensione.

Sulla carta, l’Aorus 7000s è progettato per competere con i migliori SSD sul mercato: offre velocità sequenziali fino a 7000MB/s in lettura e 5500MB/s in scrittura, un’elevata resistenza (700 TBW sul modello da 1TB che abbiamo provato) e ben 5 anni di garanzia. Velocità del genere sono assicurate dal controller Phison E18, ma fanno salire molto le temperature, motivo per cui Gigabyte ha inserito un dissipatore ben studiato coadiuvato da due pad termici.

All’apparenza l’Aorus 7000s non è niente di speciale: il dissipatore ha dimensioni nella media e non è nulla in confronto a quello gigantesco del Sabrent Rocket NVMe 4.0. Ciò che lo differenzia dagli altri è il rivestimento in nanocarbonio, che promette di abbassare le temperature del 20% circa.

Specifiche tecniche

Il Gigabyte Aorus 7000s è disponibile solamente in due tagli di memoria, 1TB e 2TB, acquistabili nel momento in cui scriviamo questa recensione rispettivamente a circa 230 euro e 430 euro. Il modello da 1TB può raggiungere una velocità di scrittura di 5500MB/s, mentre quello da 2TB può arrivare a 6850MB/s; per entrambi la velocità massima di lettura è di 7000MB/s.

Come anticipato l’SSD è accompagnato da 5 anni di garanzia e una resistenza di 700 TBW sul modello da 1TB, che raddoppia su quello da 2TB arrivando a 1400 TBW. L’Aorus 7000s supporta inoltre la crittografia AES-256 bit, ideale per proteggere dati sensibili.

Prodotto Aorus 7000s 1TB Aorus 7000s 2TB
Form Factor M.2 2280 M.2 2280
Interfaccia / Protocollo PCIe 4.0 x4 / NVMe 1.4 PCIe 4.0 x4 / NVMe 1.4
Controller Phison PS5018-E18 Phison PS5018-E18
DRAM DDR4 DDR4
Memoria Micron 96L TLC Micron 96L TLC
Lettura sequenziale 7000 MB/s 7000 MB/s
Scrittura sequenziale 5500 MB/s 6850 MB/s
Lettura casuale 350K IOPS 650K IOPS
Scrittura casuale 700K IOPS 700K IOPS
Crittografia AES 256-bit AES 256-bit
Resistenza 700 TBW 1,400 TBW
Numero modello GP-AG70S1TB GP-AG70S2TB
Garanzia 5 anni 5 anni

L’Aorus 7000s usa il classico formato M.2-2280 con chip su entrambi i lati del PCB. Il dissipatore misura 11,5×23,5×76 mm ed è dotato di un gran numero di lamelle, che aiutano a disperdere molto bene il calore (indipendentemente dal rivestimento in nanocarbonio). Entrambi i lati dell’SSD sono coperti dai due pad termici citati in precedenza e tutto è tenuto insieme da una base in alluminio e quattro piccole viti.

Come detto il controller usato è il nuovo Phison PS5018-E18, mentre le memorie sono Micron TLC a 96 Layer. Il controller supporta la DRAM e per offrire sempre le massime prestazioni sfrutta un’architettura a 3 core, abbinata alla tecnologia proprietaria CoXProcessor 2.0. I core sono tutti ARM Cortex R5, i 3 principali hanno una velocità di 1GHz mentre i 2 secondari di CoXProcessor 2.0 hanno una frequenza più bassa per una maggior efficienza.

I chip DRAM sono di tipo DDR4 e prodotti da SK Hynix. Il modello da 2TB offre 2GB di memoria (2 chip da 1GB l’uno), mentre l’Aorus 7000s da 1TB mette a disposizione 1GB di DRAM per la cache, con una frequenza di 1600MHz. Le memorie Micron TLC 96L sono invece disposte in diversi die posizionati sul PCB e operano a una velocità massima di 1200MT/s.

Prestazioni

Per misurare le prestazioni dell’Aorus 7000s abbiamo effettuato dei benchmark, sfruttando principalmente tre software: CrystalDiskMark, DiskBench e Final Fantasy XIV Stormblood. Nei grafici abbiamo incluso anche alcuni SSD PCIe 3.0 e i migliori SSD PCIe 4.0 provati finora come il Samsung 980 Pro, il Sabrent Rocket NVMe 4.0 e il Viper VP4100, SSD PCIe 4.0 con controller Phison E16 in grado di raggiungere i 5GB/s in lettura e i 4,4GB/s in scrittura.

CrystalDiskMark

CrystalDiskMark è un programma che permette di avere un’idea di quelle che sono le prestazioni nominali dell’unità. Nei grafici abbiamo inserito sia le performance sequenziali che quelle casuali a QD1, le più interessanti per l’utente finale.

Aorus 7000s 1TB - CrystalDiskMark sequenziale

Il test delle prestazioni sequenziali non delude le aspettative: le velocità di lettura e scrittura sono perfino più alte di quelle dichiarate e permettono all’Aorus 7000s di posizionarsi in cima alla nostra classifica, facendo meglio del Samsung 980 Pro.

Aorus 7000s 1TB - CrystalDiskMark casuale

Ottimi risultati anche per quanto riguarda le prestazioni casuali a QD1, dove l’Aorus 7000s registra una velocità di scrittura superiore a tutti gli altri SSD. Buono il risultato in lettura di 74,61MB/s, anche se il Samsung 980 Pro si conferma il migliore con i suoi 91,97MB/s.

DiskBench

DiskBench è un programma che consente di testare la velocità di scrittura e lettura dell’unità usando file scelti dall’utente, così da avere un’idea più chiara di quelle che sono le prestazioni reali. Per le nostre prove usiamo un file da 6GB, uno da 50GB e una cartella da 30GB con all’interno diversi tipi di file.

Aorus 7000s 1TB - DIskBench scrittura

Nel test di scrittura della cartella da 30GB il Samsung 980 Pro si riconferma primo della classe, facendo registrare una velocità media di circa 140MB/s superiore a quella dell’Aorus 7000s. L’SSD di Gigabyte comunque si posiziona secondo, con un risultato leggermente migliore di quello fatto registrare dal Viper VP4100.

Aorus 7000s 1TB - DIskBench lettura

La lotta tra il 980 Pro e l’Aorus 7000s vede vincitore l’SSD di Gigabyte nel test di lettura di un singolo file video da 6GB. L’Aorus 7000s chiude il benchmark con una velocità di 3983,04MB/s, staccando di circa 750MB/s il modello di Samsung.

Aorus 7000s 1TB - DiskBench 50GB

L’Aorus 7000s si conferma il migliore anche nel test di lettura e scrittura di un singolo file video da 50GB, anche se questa volta le performance registrate in entrambi i casi sono praticamente identiche a quelle del Samsung 980 Pro.

Final Fantasy XIV Stormblood

Final Fantasy XIV Stormblood è un benchmark gratuito molto semplice da usare, che misura in maniera precisa i tempi di caricamento di scenari di gioco reali. Per questo test abbiamo selezionato la qualità grafica massima e impostato la risoluzione Full HD.

Aorus 7000s 1TB - FF14

Nel test di caricamento di Final Fantasy XIV l’Aorus 7000s registra il tempo peggiore con 11,92 secondi, quasi 4 secondi in più rispetto al Samsung 980, primo in classifica.

Temperatura

Durante il test di scrittura della cartella da 30GB effettuato con DiskBench abbiamo anche misurato la temperatura raggiunta dagli SSD. Per farlo ci siamo avvalsi di HWInfo, un software gratuito che consente di monitorare facilmente i vari sensori presenti sui diversi componenti hardware.

Aorus 7000s 1TB - Temperatura

Il dissipatore presente sull’Aorus 7000s fa davvero un ottimo lavoro: con una temperatura in idle di 29°C e sotto carico di 42°C, l’SSD Gigabyte risulta uno dei più freschi tra quelli provati, facendo registrare ben 16°C in meno rispetto al Samsung 980 Pro, sprovvisto di dissipatore. Meglio dell’Aorus 7000s solamente il Viper VP4100, la cui temperatura sotto carico si ferma a 38°C.

Conclusioni

Il Gigabyte Aorus 7000s è un SSD di alto livello, che offre prestazioni da top di gamma e compete con i migliori prodotti sul mercato. Come abbiamo visto nei test la battaglia con il Samsung 980 Pro è serrata, con risultati a favore di uno o dell’altro a seconda del benchmark preso in esame.

Il dissipatore con rivestimento in nanocarbonio riesce a gestire molto bene le temperature d’esercizio e, per la serie “anche l’occhio vuole la sua parte”, è anche bello da vedere (probabilmente uno dei migliori visti ultimamente). I 5 anni di garanzia e il supporto alla crittografia AES 256-bit aumentano il valore del prodotto, ma il prezzo è superiore a quello del Samsung 980 Pro, suo diretto concorrente.

Guardando ai modelli da 2TB, nel momento in cui scriviamo questa recensione il Samsung costa 389 euro, circa 40 euro in meno rispetto all’Aorus 7000s. La situazione non è diversa per il modello da 1TB: il Samsung 980 Pro costa 197 euro, circa 30 in meno rispetto all’Aorus 7000s oggetto di questa recensione.

In conclusione, al di là del prezzo l’Aorus 7000s offre performance elevate e non vi lascerà delusi se lo acquisterete. Se siete alla ricerca di una nuova unità di archiviazione prestante, capiente, in grado di gestire bene le temperature e magari anche bella da vedere, non potete non considerare il Gigabyte Aorus Gen4 7000s in fase di scelta. Se invece non dovete gestire carichi troppo impegnativi per un SSD e sapete che il dissipatore integrato nella vostra scheda madre è sufficiente a tenere sotto controllo la temperatura, vi consigliamo di valutare l’acquisto del Samsung 980 Pro.

Viste le prestazioni, le qualità e le caratteristiche offerte, conferiamo all’Aorus 7000s il nostro Award. 

Gigabyte Aorus Gen4 7000s 1TB


Il Gigabyte Aorus Gen4 7000s è un SSD che offre prestazioni da primo della classe e allo stesso tempo riesce a tenere sotto controllo le temperature anche con i carichi più impegnativi, grazie anche al rivestimento in nanocarbonio presente sul dissipatore che aiuta a ridurre ulteriormente la temperatura. Anche il design è molto bello e curato, non sfigurerà in nessuna build. Peccato per il prezzo, superiore a quello delle proposte concorrenti.

Pro

  • Prestazioni
  • Raffreddamento
  • Aspetto estetico
  • Crittografia AES 256-bit
  • 5 anni di garanzia

Contro

  • Prezzo superiore alle alternative