Case e PC Completi

Google Meet Hardware risolverà tutti i vostri problemi nelle videoconferenze

Tutti conosciamo il servizio Google Meet, il sistema per video call di alta qualità del colosso californiano. Forse però non tutti conoscono il sistema Google Meet Hardware che, come suggerisce il nome stesso, offre un vero e proprio PC completo specializzato e dedicato alla gestione di videoconferenze.

Per via del periodo storico che stiamo attraversando, ci siamo visti costretti ad adottare soluzioni esclusivamente telematiche per svolgere le nostre regolari attività lavorative. Questo ha creato diversi problemi durante l’utilizzo di questi mezzi, sia negli utenti amatoriali che nelle aziende; se però per un utente medio un semplice laptop o PC Desktop abbinato ad una buona connessione può bastare, non si può dire lo stesso per chi fa delle conference call il suo pane quotidiano.

Ecco allora che per questi utenti fa la differenza avere una soluzione hardware dedicata solo ed esclusivamente a questa fondamentale funzione. Google Meet Hardware, realizzato e prodotto da Asus, si propone come dispositivo per videoconferenze basata sul cloud di Google, potendo supportare fino a 250 partecipanti. Diverse versioni di questo modello esistevano già in commercio, ma ora sono state tutte aggiornate con nuove interessanti novità.

Il nuovo kit Google Meet Hardware consente di effettuare videochiamate dall’elevata qualità, migliorando di molto la stabilità rispetto al passato. Il sistema lanciato per la prima volta nel 2014 vanta oggi anche un nuovo design. L’intero sistema è stato realizzato con uno chassis magnetico molto resistente, per favorire l’installazione della postazione lavorativa. È stato poi rivisto lo spessore della soluzione, così da renderlo maggiormente accessibile a tutti gli ambienti, sia in ufficio che a casa propria.

Come detto in apertura, l’intero sistema è stato migliorato grazie alle recenti tecnologie: ora il sistema Google Meet Hardware è dotato di un pannello touchscreen di controllo, microfoni e speaker dall’elevata qualità dotati di funzioni quali cancellazione dell’eco e del rumore ambientale. Molte le connessioni offerte, che permettono di garantire una buona installazione a 360 gradi. Nuova anche la videocamera, che ora vanta un sensore dalla risoluzione 4K (UHD) e un campo visivo di 120° per una copertura fino a 250 metri quadrati.

Ad alimentare e supportare tutto ciò abbiamo il sistema operativo Chrome OS e una CPU Intel, in particolare un Core i7-8550U con grafica integrata Intel HD Graphics 620, 4GB di memoria RAM, un SSD M.2 da 32GB e un modulo integrato per la connessione WiFi 802.11ac dual-band, così da avere tutta la stabilità necessaria anche per le videoconferenze più lunghe e impegnative. Insieme al nuovo telaio magnetico inserito per favorire l’installazione, Google Meet Hardware è stato dotato anche di un supporto per il fissaggio su qualsiasi tavolo.

Asus non ha pensato solo ad una soluzione avanzata, renderà difatti disponibile anche la versione Starter Kit: si tratta di una variante senza pannello touchscreen (sostituito invece da un semplice telecomando), che verrà venduta a un costo inferiore. Il telecomando permetterà di accedere ad ogni funzione, grazie anche alla tastiera integrata sul retro.

Per rendere l’esperienza d’uso più semplice ed efficiente Asus ha pensato di integrare un sistema di update automatico, sia del sistema operativo che delle patch di sicurezza, così da tenere sempre al sicuro le aziende da virus e malware. Per la gestione di dati aziendali in tutta sicurezza il sistema è stato dotato di sistemi di criptazione dati e risoluzione dei problemi automatici sviluppati direttamente da Google.

Rispetto alle vecchie versioni è stata rivista anche l’interfaccia utente, ora molto più semplice e intuitiva, sia nella navigazione che nella gestione delle chiamate con più partecipanti. Essendo un prodotto aggiornato, non poteva di certo mancare l’assistente vocale: Asus ha pensato bene di integrate Google Assistant (attualmente in beta) così da incrementale la produttività sul lavoro grazie ai comandi vocali. L’utilizzo di questi sistemi rende la soluzione Google Meet Hardware ancora più appetibile, soprattutto per le aziende.

Ricordiamo infine che tutte le funzionalità premium di Google Meet sono ora gratuite per tutti gli utenti G-Suite e G Suite for Education fino al 30 settembre 2020. Tra queste funzioni troviamo: riunioni fino a 250 partecipanti per singola chiamata, streaming in diretta per un massimo di 100mila spettatori all’interno di un singolo dominio e la possibilità di registrare le riunioni e salvarle su Google Drive.

Al momento non possiamo comunicarvi il prezzo di vendita in quanto Asus non ha ancora lasciato dichiarazioni in merito.

Per entrare nel mondo delle connessioni Wi-Fi 6, ad un costo contenuto, vi consigliamo il router ASUS RT-AX92U acquistabile su Amazon a meno di 230 euro.