Tom's Hardware Italia
Software

Installazione di Windows 10

Pagina 3: Installazione di Windows 10
Con Windows 10 Microsoft ha previsto una procedura di upgrade da tutti i più recenti sistemi operativi, ma un'installazione pulita è decisamente consigliata. Ecco come installare Windows 10 da zero.

Terminata la procedura per la creazione del supporto di boot è possibile procedere con l'installazione vera e propria di Windows 10. Il primo passo preliminare da compiere è quello di rendere il sistema sul quale vogliamo installare Windows 10 avviabile da un supporto esterno. Infatti, normalmente un PC all'avvio trova tutti i componenti necessari sull'hard disk o su uno degli hard disk disponibili mentre nel nostro caso dovremo impostare il sistema per avviarsi da un supporto di memoria USB.

Per fare ciò è necessario entrare nelle impostazioni UEFI o del BIOS per i sistemi più vecchi, ma purtroppo non è possibile indicare questi passaggi che differiscono da sistema a sistema. Ciò che però non cambia è l'obiettivo al quale arrivare: avvalendoci anche della documentazione fornita a corredo dal produttore dovremo cercare le impostazioni che permettono di cambiare l'ordine con il quale il sistema cerca l'unità da cui fare l'avvio.

Di norma ha priorità maggiore l'hard disk, e per raggiungere il nostro obiettivo dovremo anteporre a tale dispositivo la chiavetta USB. Esistono anche sistemi che consentono di effettuare l'avvio per una sola volta da un'unità differente rispetto a quella impostata; questi dettagli, come già detto, sono riportati nella documentazione fornita dal produttore. Alternativamente guardare lo schermo del PC in fase di avvio, potrebbe comparire da qualche parte un avviso che vi dirà quale tasto premere per aprire un menù di avvio (solitamente un tasto funzione "F").

Dopo una lunga fase preparatoria del dispositivo di avvio e del sistema è finalmente giunto il momento di avviare il PC con inserita la chiavetta USB contenente Windows 10. Comparirà quindi la schermata seguente e per procedere dovremo cliccare su "installa".

VirtualBox win10 test 15 04 2016 17 33 13

La prima fase della vera e propria installazione prevede l'attivazione della copia di Windows 10. Si presentano a questo punto due opzioni: nel caso in cui su un determinato PC non sia mai stato installato Windows 10 dovremo inserire la product key, e qualora non l'avessimo potremo usare quella di Windows 7, 8 o 8.1 in nostro possesso.

VirtualBox win10 test 15 04 2016 17 38 14

Se invece sul PC in precedenza era già installato Windows 10 e quindi stiamo facendo una reinstallazione dovremo selezionare "non sono in possesso di un codice prodotto valido" e la procedura continuerà. Questa opzione potrebbe sembrare un controsenso, ma in realtà non lo è perché durante la procedura di installazione (la prima, non quella qui descritta) è già stata effettuata l'attivazione e il controllo. I server Microsoft hanno già quindi "tracciato" il sistema hardware sul quale stiamo operando e non è necessaria un'ulteriore verifica.

Procediamo quindi con l'installazione premendo "Avanti", accettando il contratto di licenza fino a giungere al pannello nel quale ci viene chiesto "che tipo di installazione vuoi scegliere" e sceglieremo quindi l'opzione "personalizzata". Questa scelta ci consentirà di definire esattamente in quale partizione installare il sistema operativo, eliminare eventuali altre partizioni preesistenti o crearne di nuove.

VirtualBox win10 test 15 04 2016 17 40 18

Per questa delicata fase consigliamo di procedere in questo modo:

  • eliminare la partizione primaria selezionandola e premendo "elimina"
  • creare una nuova partizione di dimensioni opportune, scelta da valutare in base alle caratteristiche del proprio sistema
  • creare una seconda partizione nello spazio rimanente da usare quale partizione dedicata ai dati personali e non a sistema operativo e applicazioni.
VirtualBox win10 test 15 04 2016 17 41 33

Con queste operazioni abbiamo ovviamente eliminato ogni dato precedentemente memorizzato nelle partizioni esistenti, quindi se sul sistema in oggetto fossero presenti dati importanti prevedere in anticipo un buon backup.

Terminata anche la definizione e creazione delle partizioni, Windows 10 avvierà l'operazione di copia e di installazione di file dal supporto esterno all'hard disk del sistema. Saranno anche eseguite alcune operazioni in modo automatico come ad esempio l'installazione delle funzionalità e degli aggiornamenti.

VirtualBox win10 test 15 04 2016 17 41 44

Non è possibile definire quanto sia lunga questa operazione e molto dipende dalle caratteristiche hardware del sistema. Terminate queste operazioni il PC sarà riavviato e Windows 10 sarà eseguito per la prima volta; in alcune situazioni che dipendono da BIOS e UEFI sarà anche necessario verificare che la chiavetta USB usata per l'installazione non sia più collegata al PC.

vagito1

Al primo avvio saranno anche eseguite alcuni operazioni di configurazione predefinite, ma viene lasciata all'utente la possibilità di valutare in dettaglio ogni aspetto anche se ciò richiede più tempo. Il nostro suggerimento è di procedere con la modalità predefinita e in caso di necessità differenti sarà possibile intervenire in un secondo momento.

VirtualBox win10 test 15 04 2016 18 09 39

Il sistema, poi, attraverso l'eventuale connessione di rete rilevata in modo autonomo provvederà all'individuazione di eventuali aggiornamenti e alla loro installazione: anche questa fase risulta assai lunga ma i tempi di attesa non possono essere stimati perché dipendono da fattori difficilmente prevedibili.

VirtualBox win10 test 15 04 2016 18 17 03

Lo step successivo prevede l'inserimento di un nome utente e una password o di un account Microsoft valido. All'utente viene quindi lasciata ampia scelta: inserendo o creando le corrette credenziali di un account Microsoft si potrà accedere a una serie di servizi aggiuntivi, come vari livelli di sincronizzazione tra dispositivi Windows 10 o facilitazioni di vario genere nell'uso di vari strumenti online. Nell'immagine seguente viene offerta una sintesi dei servizi sui quali agisce da questa semplice impostazione.

VirtualBox win10 test 15 04 2016 18 17 26

Il nostro suggerimento è quello di inserire il proprio Account Microsoft al fine di sfruttare al meglio le varie integrazioni tra il sistema e i servizi online. Se però si preferisce un approccio più tradizionale e basato solo sulla creazione di utenti singoli come fatto nelle precedenti versioni di Windows è sufficiente ignorare questa opportunità e seguire il percorso guidato.

VirtualBox win10 test 15 04 2016 18 29 03

C'è poi un ultimo step legato alla sicurezza che prevede la creazione di un PIN numerico quale ulteriore protezione al sistema. Si tratta di un'ulteriore opzione da tenere in considerazione e da sfruttare per garantire la sicurezza del proprio sistema. Si conclude in questo modo l'installazione e la prima configurazione di Windows 10 e se tutto è andato a buon fine il sistema richiederà di inserire le credenziali di accesso.

VirtualBox win10 test 16 04 2016 15 01 38

Avendo scelto di inserire l'account Microsoft troveremo alcune impostazioni di sistema sincronizzate con quelle di altri dispositivi, come ad esempio lo sfondo del desktop solo per citare una delle più evidenti e banali. Per rendere veramente operativo il sistema merita di essere configurato a dovere OneDrive che in Windows 10 gode di piena integrazione con File Explorer. Sarà lo stesso sistema operativo a proporre una notifica in tal senso e avremo così la possibilità di definire come gestire con un solo dispositivo o tra vari prodotti la condivisione in cloud.

Termina qui questa guida all'installazione di Windows 10, operazione alternativa a quella di aggiornamento da un precedente sistema. Si tratta di un procedimento forse più delicato, complesso e che prevede la creazione preliminare di un completo backup dei dati personali, ma il risultato ottenuto è decisamente valido.

Microsoft Windows 10 Home Edition 32BIT/64BIT IT Microsoft Windows 10 Home Edition 32BIT/64BIT IT