CPU

Intel Core B, una variante con uno scopo specifico

Cosa sono i processori Core i7-8700B, Core i5-8500B e Core i5-8400B? Se ci avete letto di recente sapete che Intel ha presentato nuove CPU desktop della famiglia Coffee Lake, andando così a completare la sua lineup (con tanto di nuovi Pentium Gold e Celeron).

Sul proprio sito sono però comparsi anche tre modelli accompagnati dal suffisso B, identici ai processori privi di quella lettera. La differenza è che non sono progettati per essere installati su un socket LGA, bensì adottano un package ball grid array (BGA), una forma di montaggio che è tipica dei processori per i portatili.

Non ci troviamo però davanti a CPU per notebook, ma bensì si rivolgono alla categoria dei computer AIO, all-in-one, ossia quei monitor con computer integrato nel retro, ma anche PC desktop preconfezionati particolarmente compatti. L'obiettivo della linea Core B è quindi quello di fornire ai produttori OEM versioni embedded dei processori desktop per PC desktop di dimensioni ridotte.

In passato questi sistemi usavano processori mobile o desktop tradizionali. Evidentemente Intel vuole segmentare ulteriormente la propria offerta, offrendo più opzioni ai produttori, con un processore pensato per essere inserito in prodotti che non hanno un raffreddamento complesso e quindi necessitano di CPU con un TDP non troppo elevato.

Al pari dei notebook, i produttori potranno agire via firmware per regolare il comportamento della CPU in base alle varie situazioni di carico, il che significa che questi Core B potrebbero non raggiungere la massima frequenza turbo in tutti i prodotti e quindi non avere prestazioni del tutto identiche ai cugini desktop.