Computer Portatili

Intel si concentra sull’idle: la batteria è sacra

I computer passano molto del loro tempo in modalità idle, aspettando che gli utenti impartiscano dei comandi. Intel è al lavoro per ridurre i consumi energetici in questa modalità, progettando sistemi in grado di entrare in stati di "sonno" molto profondi. La prossima sfida è quella di sviluppare piattaforme capaci di "risvegliarsi" in una frazione di secondo in modo che non vi siano tempi morti per l'utente prima di poter dare un comando.


Cliccare sulle immagini per ingrandirle

Intel ha mostrato una demo di una piattaforma mobile dotata di un nuovo chip per il risparmio energetico, comandato via software, ancora in fase di sviluppo. Il sistema è stato confrontato con un'attuale piattaforma Core 2 Duo e ha messo in luce una richiesta energetica inferiore del 30%. Secondo Intel le future implementazione della stessa tecnologia permetteranno ai notebook di consumare il 50% in meno in modalità idle.

Abbiamo chiesto ai ragazzi di Intel quando sarà presentata questa tecnologia, ma si sono rifiutati di dirci altro: potrebbe essere una delle funzionalità di Montevina, alias Centrino 2?