Software

Internet Explorer per sviluppatori, le novità in anteprima

Microsoft ha presentato Internet Explorer Developer Channel, un browser pensato per gli sviluppatori web – ma anche i semplici appassionati – che vogliono avere un'anteprima della funzionalità a cui sta lavorando la casa di Redmond. La versione Developer Channel è disponibile per il download a questo indirizzo per chi usa Internet Explorer 11 su Windows 8.1 e Windows 7 SP1.

IE Developer Channel funziona indipendentemente da Internet Explorer 11 e ha tutte le funzioni tradizionali, oltre ad alcune novità come una migliore esperienza di debugging con l'introduzione dei breakpoint che permettono di correggere rapidamente i bug presenti. Gli sviluppatori gradiranno inoltre nuove scorciatoie da tastiera e notifiche che consentono di determinare se ci sono strumenti in esecuzione o quanti errori ci sono in una pagina.

Un'interessante novità è sicuramente la possibilità di usare il gamepad di Xbox 360 per giocare sul web. IE Developer Channel supporta infatti Gamepad API, lo standard con cui chi usa JavaScript può aggiungere l'uso del gamepad per le sue web app e giochi. È possibile provare il gamepad di Xbox 360 con alcuni titoli quali Escape from XP, Atari Arcade e Hover.IE.

IE Developer Channel supporta il nuovo WebDrive, lo standard pensato per gli sviluppatori web che vogliono eseguire test automatici per i loro siti. Si tratta di uno strumento di controllo remoto programmabile atto a simulare scenari diversi, avviando controlli in automatico nel browser e sul sito web da analizzare.

IE Developer Channel include miglioramenti alle prestazioni WebGL e aggiunge il supporto a diverse estensioni, texture a 16-BIT e variabili GLSL. Questa versione aumenta le performance del Khronos WebGL Conformance Test 1.0.0 che adesso passa dal 93% al 97%.

"La versione attuale di IE Developer Channel usa una combinazione di nuovo codice e App-V Client per virtualizzare ed eseguire il programma accanto a Internet Explorer 11. Questa virtualizzazione crea un calo minimo nelle prestazioni, per cui non vi consigliamo di usare la versione corrente per misurare le performance del vostro sito", conclude la casa di Redmond.