Tom's Hardware Italia
Raffreddamento

iTek Taurus TLC360 ARGB – Recensione


iTek Taurus TLC360 ARGB
Recensione dell'iTek Taurus TLC360 ARGB, raffreddamento AIO da 360 mm in grado di raffreddare TDP fino a 350 W e con illuminazione RGB addressable.

iTek Taurus TLC360 ARGB è il top di gamma dell’azienda cinese per quanto riguarda i sistemi di raffreddamento a liquido AIO, mercato in cui la società ha debuttato di recente. Questo particolare modello è in grado di raffreddare un TDP fino a 350 watt, e cerca di catturare l’attenzione di chi è alla ricerca di un nuovo dissipatore di qualità per la propria CPU, unendo caratteristiche di tutto rispetto a un prezzo decisamente competitivo, di circa 125 euro.

Questo nuovo iTek Taurus TLC360 ARGB è compatibile con praticamente tutti i socket moderni: LGA 115x, LGA 1366, LGA 2011, LGA 2066 e LGA 775 per quanto riguarda Intel, e FM1, FM2 (+), AM2 (+), AM3 (+) e AM4 per AMD. L’installazione è abbastanza semplice: basta fissare il bracket alla scheda madre, quindi inserire nella pompa i supporti adatti alla propria CPU con il pratico sistema a incastro e infine fissare la pompa alla scheda madre con le apposite viti.

La pompa è in grado di raggiungere i 2600 RPM, ma rimane molto silenziosa grazie ai cuscinetti in ceramica: la rumorosità si ferma a 16 dB. La piastra di contatto con la CPU è in rame e assicura un ottimo trasferimento del calore. Nella parte superiore i LED ARGB illuminano i bordi della pompa e il toro posto al centro, simbolo della gamma di prodotti iTek Taurus. A causa del posizionamento dei supporti per il fissaggio non riuscirete a installare la pompa in modo che il logo sia dritto, che – come vedete dalle foto – rimarrà sempre ruotato di 90 gradi.

iTek Taurus TLC360 ARGB

Il radiatore da 360 mm è in alluminio ed è spesso solo 27 mm. Qui vengono montate tre ventole PWM da 120 mm, dotate – come la pompa – di illuminazione ARGB. Le ventole sono in grado di raggiungere i 2000 RPM e presentano due connettori, uno PWM per l’alimentazione e la gestione della velocità e un 3-pin, da collegare al controller fornito da iTek in confezione e che permette di alimentare e gestire i LED.

In confezione, oltre a quanto descritto finora e ai vari supporti d’installazione per le diverse piattaforme, troviamo anche dei cavi split che permettono di collegare tutte le tre ventole e la pompa al controller a cui accennavamo poco fa. Questo vi consente di gestire l’illuminazione dell’iTek Taurus TLC360 ARGB manualmente, nel caso in cui non vogliate utilizzare il software della vostra scheda madre oppure non abbiate header 4-pin ARGB disponibili.

Prestazioni

Per testare questo iTek Taurus TLC360 ARGB abbiamo utilizzato un processore AMD Ryzen 7 1700X, non recentissimo ma più che adatto per questi test, abbinato a una scheda madre Asus ROG B450-F Gaming e a una scheda video Asus ROG Strix GTX 1660 Ti. Per quanto riguarda le RAM abbiamo scelto un kit da 16 GB di Crucial Ballistix Elite 2666 MHz, il tutto alimentato da un Riotoro Enigma da 750 W e montato all’interno di un case Riotoro CRI280 Prism, un full tower sufficientemente ampio per ospitare anche radiatori da 360 mm.

iTek Taurus TLC360 ARGB

Abbiamo deciso di confrontare l’iTek Taurus TLC360 ARGB con un altro dissipatore AIO da 360 mm di fascia alta, l’Asus ROG Ryujin 360, e con un Cooler Master MasterLiquid ML240R RGB, per capire come si comporta il Taurus rispetto a un All In One con radiatore da 240 mm. I test sono stati effettuati tutti nello stesso ambiente, la cui temperatura è di 23 gradi centigradi.

iTek Taurus 360 - Idle

In idle l’iTek Taurus TLC360 ARGB si comporta bene, mantenendo la temperatura del Ryzen 7 1700X appena sotto i 30 gradi, così come il MasterLiquid ML240R RGB. L’Asus ROG Ryujin 360 fa registrare una temperatura di due gradi inferiore rispetto agli altri due dissipatori, merito soprattutto delle ventole IndustrialPPC di Noctua montate sul radiatore.

iTek Taurus 360 - Cinebench R20

Anche nel test multi-thread di Cinebench R20 l’iTek Taurus TLC360 ARGB si comporta molto bene, posizionandosi appena dietro il Ryujin e facendo segnare un grado in meno rispetto al MasterLiquid.

iTek Taurus 360 - Time Spy
iTek Taurus 360 - Fire Strike Extreme

Per simulare degli scenari di gioco abbiamo deciso di utilizzare due test di 3DMark, Time Spy (per le DirectX 12) e Fire Strike Extreme (per le DirectX 11). L’iTek Taurus TLC360 ARGB si comporta anche qui molto bene, posizionandosi primo in entrambi i test. In Time Spy sia il Taurus che il Ryujin hanno mantenuto la CPU a 50 gradi, mentre in Fire Strike Extreme l’iTek ha fatto registrare 49 gradi, contro i 50 dell’AIO di Asus.

Il MasterLiquid si posiziona invece ultimo in entrambi i test, ma ce lo aspettavamo: gli altri due dissipatori hanno un radiatore più grande, che rappresenta un vantaggio importante quando ci sono da gestire carichi impegnativi come questi. La differenza di temperatura è comunque minima.

iTek Taurus 360 - Prime95

Nello stress test con Prime95 il Ryujin mostra i muscoli e, grazie alle elevate prestazioni delle ventole Noctua, riesce a posizionarsi primo in classifica, mantenendo la temperatura costante a 56 gradi centigradi. L’iTek Taurus TLC360 ARGB si piazza secondo, con un risultato di tutto rispetto – 58 gradi.

iTek Taurus - Rumorosità

Per misurare la rumorosità abbiamo posizionato il fonometro a 30 cm dal centro della paratia laterale del case. Non si tratta di una misurazione assoluta in quanto non è stata fatta in una camera anecoica, ma l’idea è piuttosto quella di capire quanto rumore farà il PC una volta posizionato sulla scrivania.

La rumorosità è il vero punto debole dell’iTek Taurus TLC360 ARGB. L’Asus ROG Ryujin 360 è estremamente silenzioso grazie alle ventole Noctua IndustrialPPC, mentre il MasterLiquid ML240R RGB è nella media. Il Taurus invece fa registrare in idle una rumorosità praticamente identica a quella del Cooler Master sotto carico, e quando le ventole raggiungono i 2000 RPM superiamo i 45 dB. Sicuramente non si tratta di valori esagerati, e se durante le vostre sessioni di gioco utilizzate delle cuffie non sentirete nulla, ma è comunque un aspetto da tenere in considerazione: se volete un PC che sia il più silenzioso possibile, forse questo iTek Taurus TLC360 ARGB non è la scelta migliore.

Conclusioni

iTek è entrata nel mercato dei raffreddamenti a liquido All In One con un prodotto che non è perfetto, ma è decisamente valido. Nella maggior parte dei test l’iTek Taurus TLC360 ARGB si comporta bene, con prestazioni in tutto e per tutto simili a quelle dell’Asus ROG Ryujin 360 e superiori a quelle del Cooler Master MasterLiquid ML240R RGB (che però è dotato di un radiatore più piccolo).

Anche a livello estetico questo Taurus dice la sua, specialmente se siete amanti degli RGB. Una volta installato nel case, si presenta bene e il design pulito fa risaltare ancora di più i LED della pompa e delle ventole. L’unico neo è il logo raffigurante il toro presente sulla pompa, che rimane ruotato di 90 gradi indipendentemente dalla posizione in cui mettete il radiatore. Nulla di drammatico, ma se siete dei perfezionisti quasi sicuramente vi darà fastidio.

iTek Taurus TLC360 ARGB

Per essere competitiva iTek ha affiancato a tutte queste caratteristiche un prezzo decisamente aggressivo, di circa 125 euro. Per fare un paragone con alcuni AIO da 360 mm, il Ryujin costa 259 euro, il Corsair Hydro H150i RGB 170 euro e il Thermaltake Floe Riing 360 RGB 200 euro.

Se vogliamo mettere un attimo da parte l’Asus ROG Ryujin 360, il cui prezzo è parzialmente giustificato da caratteristiche come le ventole Noctua e la presenza di uno schermo OLED sulla pompa, questo iTek Taurus TLC360 ARGB costa comunque decisamente meno rispetto alla concorrenza, e anche se per alcune cose bisogna scendere a compromessi, farà sicuramente gola a molti, soprattutto perché è davvero difficile – se non impossibile – trovare AIO da 360 mm a cifre simili.

iTek Taurus TLC360 ARGB

Come detto, l’unico vero punto debole dell’iTek Taurus TLC360 ARGB è la rumorosità, sopra la media e tale per cui sarete costretti a utilizzare delle cuffie non solo per giocare, ma anche se vorrete ascoltare musica, guardare un film o una serie TV in tranquillità.

Se però avete sempre in testa il vostro headset e quindi non vi interessa avere un dissipatore particolarmente silenzioso, se siete alla ricerca di un raffreddamento a liquido che sia performante, bello da vedere e allo stesso tempo abbia un prezzo competitivo, è davvero difficile non consigliarvi questo iTek Taurus TLC360 ARGB.

iTek Taurus TLC360 ARGB

iTek Taurus TLC360 ARGB è un sistema di raffreddamento a liquido di tipo closed loop compatibile con tutti i socket Intel e AMD moderni, con radiatore da 360 mm e illuminazione addressable RGB. È dotato di tre ventole da 120 mm PWM in grado di raggiungere i 2000 RPM, ed è perfetto per raffreddare TDP fino a 350 watt.


Verdetto

l'iTek Taurus TLC360 ARGB è il sistema di raffreddamento perfetto per chi cerca un AIO che sia performante e bello esteticamente, ma che non costi una fortuna. La rumorosità è sopra la media, ma se usate il PC principalmente per giocare e indossate delle cuffie non sarà un problema - l'isolamento degli headset moderni unito all'audio di gioco è più che sufficiente per non sentire il dissipatore al lavoro. Il prezzo aggressivo di 125 euro lo rende un prodotto interessante, soprattutto quando si ha un budget ridotto.

Pro

- Radiatore slim;
- Ventole PWM;
- Illuminazione ARGB;
- Prezzo aggressivo.

Contro

- Rumorosità sopra la media.