Schede madre

Lo Hobbit, il nuovo videogioco tratto da Tolk

Non solo Signore degli Anelli. I più giovani o coloro che conoscono Tolkien da poco, magari grazie alla recente trilogia cinematografica, forse non sanno che prima del celeberrimo "Il Signore degli Anelli" J.R.R. Tolkien aveva siglato un’altra pietra miliare della romanzistica fantasy. Lo Hobbit è un libricino che parte con un tono fiabesco, per diventare con lo scorrere delle pagine un’avventura esaltante ed epica.

I fatti raccontati sono quelli che precedono la saga de "Il Signore degli Anelli" e il protagonista è il buffo e impacciato Bilbo Baggins, un piccolo Hobbit con tanta voglia di godersi la sua calda e sicura casa ma destinato a trovarsi coinvolto in fatti che superano di gran lunga la sua immaginazione.

C’ERA UNA VOLTA UN HOBBITâÂ?¦

âÂ?Â?In una caverna sotterranea viveva uno hobbit. Non era una caverna brutta, sporca, umida, piena di resti di vermi e di trasudo fetido, e neanche una caverna arida, spoglia, sabbiosa, con dentro niente per sedersi o da mangiare: era una caverna hobbit, cioè comodissima.

Aveva una porta perfettamente rotonda come un oblò, dipinta di verde, con un lucido pomello d’ottone proprio nel mezzo.

La porta si apriva su un ingresso a forma di tubo, come un tunnel: un tunnel molto confortevole, senza fumo, con pareti foderate di legno e pavimento di piastrelle ricoperto di tappeti, fornito di sedie lucidate e di un gran numero di attaccapanni per cappelli e cappotti: lo hobbit amava molto ricevere visite.âÂ?

Con queste parole, inizia la favola di Bilbo Baggins.

Ed è proprio Bilbo Baggins a portare i lettori in viaggio attraverso il cuore della Terra di Mezzo. Prima ancora de Il Signore degli Anelli.

DAL LIBRO AL VIDEOGIOCO

Adattare la trama di una storia e trasformarla in videogioco non è una cosa semplice, soprattutto quando si parla di un capolavoro come Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien.

Le avventure intraprese dal giocatore sono così basate sui viaggi di Bilbo e le diverse scene sono immediatamente riconoscibili, mentre altre presentano un livello di dettaglio che supera ogni descrizione.

Per raccontare la storia di Bilbo gli sviluppatori hanno utilizzato diverse tecniche, amalgamandole alla perfezione per ricreare quell’unicum che è l’universo della Terra di Mezzo.

Troviamo così filmati pre-renderizzati, altri realizzati con lo stesso motore del gioco, sequenze testuali, conversazioni tra i personaggi inserite all’interno del gameplay e filmati davvero particolari che scorrono su video come se fossero le pagine di un libroâÂ?¦

Il gioco, pubblicato da Sierra, studio della Vivendi Universal Games, è disponibile per Pc Ps2, Xbox, GameCube e Gba.