Schede madre

Nintendo Revolution per la metà del 2006

Se la casa madre mantiene la bocca cucita, ci pensano i fornitori a far filtrare indiscrezioni. Ormai sappiamo quasi tutto sulla nuova Xbox e Playstation 3, ma di Nintendo Revolution ben poco. MoSys Inc., azienda specializzata nella produzione di memorie, durante l’ultima riunione di fronte agli azionisti ha ammesso che dalla metà del prossimo anno inizierà la fornitura per Nintendo. L’azienda nippo-statunitense si era già occupata della distribuzione delle memorie 1T-SRAM, utilizzate da NEC, per la console GameCube; adesso tocca all’evoluzione della specie.

"Anche questa volta la NEC utilizzerà la nostra tecnologia 1T-SRAM per soddisfare le esigenze hardware della nuova Nintendo Revolution, – ha confermato Mark Voll, CEO di MoSys – siamo entusiasti per questa commessa e pronti per la scadenza del 2006".

A questo punto sono chiari i tempi di commercializzazione per il nuovo prodotto Nintendo, ma non ancora le sue specifiche tecniche, sebbene il sito cinese Unika.com abbia già messo online alcuni dettagli ufficiosi. Secondo le indiscrezioni dovrebbe disporre di quattro processori IBM G5 da 2,5 Ghz, con 128 KB di cache livello 1 e 512 KB di cache livello 2. Per quanto riguarda la grafica è quasi sicura la presenza del chipset dual core ATI RN520, con 16 MB di eDRAM per il frame buffer.