Storage

Recensione Intel SSD 750 da 1.2 TB: mostruosa unità NVMe PCIe

Pagina 1: Recensione Intel SSD 750 da 1.2 TB: mostruosa unità NVMe PCIe

Introduzione

Intel SSD 750 da 1,2 terabyte

 

Intel offre prestazioni quasi senza pari con l'SSD 750, un prodotto che si collega allo slot PCI Express e punta a conquistare il cuore di appassionati con il portafogli gonfio.

Intel SSD 750

Le soluzioni di archiviazione enterprise richiedono elevati investimenti in ricerca e sviluppo. Spesso i produttori creano dei derivati per l'ambito desktop con specifiche meno aggressive. Intel e i suoi concorrenti hanno già dei prodotti NVMe per i datacenter. Sono così veloci che spesso li troviamo nei sistemi cache come tier 0.

Il nuovo SSD 750 di Intel è un prodotto client ad alte prestazioni basato sullo stesso controller usato nelle famiglie DC 3700/3600/3500. Questa nuova serie è stata progetta per l'uso in ambienti workstation o tra gli appassionati che richiedono la migliore esperienza di archiviazione possibile.

intel ssd 750 series 01
SSD 750 di Intel, clicca per ingrandire

Gli SSD 750 usano la tecnologia Non-Volatile Memory Express per fornire prestazioni eccezionali con un overhead limitato sulle risorse di sistema. Dato il pedigree e l'insieme delle caratteristiche, non avete nemmeno bisogno di chiedere se l'SSD 750 sia veloce. Chiedereste a un possessore di una Lamborghini se la sua macchina è veloce?

Le schede half e full-height offre una superfice maggiore per montare i componenti rispetto a una soluzione da 2,5 pollici, il che è una buona cosa perché il controller Intel di terza generazione con ottimizzazione NVMe usa più canali per la memoria Flash di un tipico controller a otto canali che ritroviamo in questo settore.

Le prestazioni si ottengono dalla lettura e dalla scrittura verso 18 package di memoria Flash in una sola volta – sul modello da 1,2 terabyte di cui ci occupiamo in questo articolo. Intel riesce a inserire questi componenti anche in una versione da 2,5" sfruttando PCB impilati, ma la scheda aggiuntiva con la sua area di raffreddamento maggiore richiede un flusso d'aria inferiore per mantenere buone temperature.

Specifiche tecniche

Intel ha presentato gli SSD 750 in due form factor e due capacità per un totale di quattro modelli. La maggior parte dei consumatori acquisterà questo prodotto nel form factor a scheda PCIe half-height half-length (HHHL). Come detto, Intel offre anche un modello da 2,5" alto 15 mm con connettore SFF-8639 per assemblatori che vogliono realizzare design compatti.

Per quanto riguarda le capacità abbiamo una soluzione da 400 GB e una da 1,2 TB, vendute rispettivamente a 389 e 1029 dollari. Avremmo preferito fosse disponibile anche un prodotto da 800 GB a meno di 800 dollari. Gli SSD 750 sono distribuiti con un supporto half-height e full-height, così come una chiavetta USB con i driver e l'utility SSD Toolbox.

Prodotto Intel SSD 750 Series 400 GB  Intel SSD 750 Series 1.2 TB
Capacità 400 GB 1200 GB
Controller Intel 3rd Gen per NVMe Intel 3rd Gen per NVMe
NAND Flash Intel 20 nm MLC Intel 20 nm MLC
DRAM 2 GB 4 GB
Lettura sequenziale fino a 2200 MB/s fino a 2400 MB/s
Scrittura sequenziale fino a 900 MB/s fino a 1200 MB/s
Lettura casuale 4 KB fino a 430.000 IOPS fino a 440.000 IOPS
Scrittura casuale 4 KB fino a 230.000 IOPS fino a 290.000 IOPS
Resistenza 70 GB al giorno 70 GB al giorno
Flusso d'aria richiesto 100 LFM 300 LFM
Garanzia 5 anni 5 anni

Sotto un grande radiatore c'è il controller di terza generazione modificato per NVMe. Usa 18 canali per leggere e scrivere verso la memoria NAND Flash. Il set di comandi a basso overhead, accoppiato a un grande numero di canali e alla memoria NAND Flash MLC ONFi a 20 nanometri fornisce prestazioni in lettura sequenziale fino a 2400 MB/s.

Il prodotto non delude nemmeno per quanto concerne le scritture sequenziali, almeno sulla versione più capiente. Intel indica 1200 MB/s in scrittura sequenziale. Il modello da 400 GB dovrebbe raggiungere rispettivamente 2200 e 900 MB/s. Numeri che rimangono comunque elevati, anche se il modello da 400 GB usa solo metà dei canali a disposizione per interagire con la memoria.

Intel indica prestazioni in lettura casuale 4 KB appena inferiori a mezzo milione di IOPS – 440.000 per essere precisi. Le scritture casuali 4 KB raggiungono un picco di 290.000 IOPS. Il modello da 400 GB è veloce quasi allo stesso modo: 430.000 IOPS in lettura e 230.00 in scrittura.

Normalmente quando i componenti enterprise passano al settore desktop possono emergere problemi legati a temperature e consumi. Gli SSD 750 di Intel non hanno alcun problema di questo genere, o almeno non sono emersi durante i nostri test. Abbiamo chiesto a Intel quale processo produttivo è stato usato per realizzare il controller ma l'azienda non ce l'ha voluto dire.

L'abbiamo chiesto perché il controller dell'SSD 750 è la soluzione NVMe più fresca testata sinora. Con il flusso d'aria moderato nel nostro sistema, il drive è rimasto fresco, persino sotto carichi pesanti. Il modello da 2,5" richiede tre volte la capacità di raffreddamento per via del form factor più piccolo e il design maggiormente compatto.

In idle gli SSD 750 consumano appena 4 watt. Sotto carico quel valore sale a 25 watt. Il consumo è superiore a quello di un tipico SSD SATA, ma il rapporto tra consumi e prestazioni IOPS è molto buono. Rispetto ai prodotti SATA, l'SSD 750 è quattro volte più rapido nelle prestazioni di picco. La serie SSD Intel 750 è coperta da cinque anni di garanzia ed è attestata a 70 GB di scritture al giorno.