10 0 8 AMD Ryzen 5 2400G
Tom's Hardware Italia
CPU

Test Ryzen 5 2400G e Ryzen 3 2200G, quando Zen incontra Vega


AMD Ryzen 5 2400G
Socket
AM4
Thread
4 - 8
Boost
3.6 GHz -
TDP
65 W
Processo produttivo
14 nm
Pagina 1: Test Ryzen 5 2400G e Ryzen 3 2200G, quando Zen incontra Vega
Prova di AMD Ryzen 5 2400G, soluzione che abbina una CPU con 4 core / 8 thread Zen e una GPU Vega con 11 CU. Nella recensione anche il modello Ryzen 3 2200G.

I processori desktop Raven Ridge di AMD, sulla carta, dovrebbero garantire prestazioni piuttosto interessanti ai giocatori interessati a risparmiare.

Il portabandiera Ryzen 5 2400G offre 4 core Zen con SMT (8 thread) e una GPU integrata Radeon Vega con 11 CU per raggiungere 1,76 TFLOPs di potenza grafica. Secondo AMD è sufficiente per giocare diversi titoli AAA a risoluzione 1080p con dettagli bassi.

I nuovi processori seguono le proposte Ryzen, che hanno avuto molto successo seppur prive di grafica integrata. L’assenza di una GPU integrata ha permesso ad AMD di aggiungere più core, ma allo stesso tempo le ha impedito di soddisfare i consumatori non interessati alla grafica discreta.

AMD ha da tempo il grande vantaggio di essere l’unico produttore di processori x86 che offre anche una linea di schede video. Intel entrerà anche in questo mercato, ma il cammino sarà lungo. La divisione RTG di AMD dovrebbe essere in grande vantaggio per il prossimo futuro, ma AMD dovrà mantenersi competitiva sia sul fronte CPU che quello grafico. Finora l’azienda offriva le APU Bristol Ridge basate sui vecchi core x86 Excavator e grafica GCN 3.0, una proposta dignitosa ma non eccellente.

ryzen5 2400g ryzen3 2200g
Ryzen 5 2400G accanto a Ryzen 3 2200G – clicca per ingrandire

Le nuove soluzioni fondono la competitiva microarchitettura Zen e l’architettura grafica Radeon Vega. Se nel settore delle schede grafiche la concorrenza di Nvidia è aguerrita, non c’è dubbio che l’architettura di Vega possa eccellere nalla sua forma integrata. A riprova di questo, persino Intel è un cliente di AMD per la Radeon Vega e usa questa soluzione grafica per le proposte Kaby Lake-G.

ryzen5 2400g ryzen3 2200g back
Parte posteriore dei due Ryzen con grafica Vega – clicca per ingrandire

Raven Ridge non poteva arrivare in un momento più favorevole. Stiamo vivendo la peggiore carenza di schede video della storia per via dell’ancora emergente settore delle criptovalute. Le comprano quasi tutti i cosiddetti miner, che usano le schede grafiche per gestire i calcoli necessari a produrre criptomonete. Per questo, un maggior numero di persone potrebbe essere disposta ad acquistare sistemi meno costosi nell’attesa che i prezzi delle GPU tornino a livelli decenti. E se in generale vi piace risparmiare, continuate a leggere: i chip Raven Ridge hanno alcuni assi nella manica.

Specifiche CPU Raven Ridge su desktop

Finora le APU Raven Ridge sono disponibili in due modelli. Ryzen 5 2400G abbina una CPU con 4 core Zen / 8 thread (SMT) e una GPU Radeon Vega con 11 CU, per un totale di 704 ALU, al prezzo di 169 dollari / euro. AMD dice che questo modello è adatto per giocare a 1080p con alcuni titoli a impostazioni ridotte.

Ryzen 5 2400G Ryzen 5 1400 Ryzen 3 2200G Ryzen 3 1200
Socket AM4 AM4 AM4 AM4
CPU Core / Thread 4 / 8 4 / 8 4 / 4 4 / 4
Freq. CPU Base/Boost (GHz) 3.6 / 3.9 3.2 / 3.4 3.5 / 3.7 3.1 / 3.2
iGPU CU 11 Radeon Vega CUs (704 ALU) X 8 Radeon Vega CUs (512 ALU) X
Freq. iGPU (MHz) up to 1250 X up to 1100 X
Cache L3 4MB 8MB 4MB 8MB
Freq. memoria fino a DDR4-2933 fino a DDR4-2666 fino a DDR4-2933 fino a DDR4-2666
Linee PCIe 3.0 8 16 8 16
TDP 65W 65W 65W 65W
Processo 14nm+ 14nm 14nm+ 14nm
Prezzo di listino (dollari) $169 $169 $99 $110

AMD offre anche un modello minore, Ryzen 3 2200G, con 4 core Zen senza SMT e 8 CU Radeon Vega, per un totale di 512 ALU. Il prezzo è di soli 99 dollari / euro e AMD lo posiziona per il pubblico degli eSports o chi non ha pretese e vuole giocare a 720p.

AMD ha promesso di supportare la piattaforma AM4 fino al 2020 e quindi i due nuovi arrivati si possono installare nelle schede madre AM4 esistenti, alcune delle quali potrebbero già avere le uscite video necessarie. Dovrete aggiornare il BIOS delle schede madre basate sui precedenti chipset (X370, B350, ecc.) mentre le nuove motherboard in arrivo saranno compatibili da subito, senza ulteriori sforzi.

AMD continua a seguire la sua politica di offrire il moltiplicatore sbloccato su tutti i suoi processori, una caratteristica intrigante per chi vuole ricavare il massimo dal prodotto. L’azienda ha migliorato anche il supporto di memoria da DDR4-2666 a DDR4-2933 per i kit dual-channel e parla anche di capacità di overclock migliorate per la RAM. Questo dovrebbe essere un elemento importante per migliorare le prestazioni in tandem con l’overclock della GPU integrata.

Con le nuove proposte AMD ha intenzione di mandare in pensione Ryzen 5 1400 e Ryzen 3 1200. Molte delle differenze tra i modelli in uscita e quelli nuovi sono legate al progetto basato su un singolo CCX (Core Complex) quad-core e il nuovo processo 14nm+. Gli altri modelli Ryzen hanno due CCX, ma questo non lascia spazio sul die al chip grafico. Il nuovo processo 14nm+ porta inoltre altri miglioramenti.

Questa scelta progettuale conferisce alcuni benefici, ma ci sono anche dei compromessi. Il passaggio a un singolo CCX elimina la comunicazione tra gruppi di core distanti, quindi la latenza di accesso a memoria e cache è più costante di quella vista sugli altri processori Ryzen. Ogni CCX ha 4 MB di cache, quindi eliminare un’unità significa anche che i nuovi processori avranno solo 4 MB di cache L3, mentre i vecchi modelli arrivavano a un totale di 8 MB. Esistono però molte applicazioni a bassa latenza, come il gaming, che preferiscono una minore latenza a una maggiore capacità. Vedremo gli effetti concreti nei nostri test.

AMD ci ha detto che il processo 14nm+ è più efficiente rispetto al precedente processo, e questo ha permesso di avere più margine per aumentare le frequenze. I processori offrono un miglioramento della frequenza base di 400 MHz rispetto ai Ryzen 1400 e 1200. Anche le frequenze Precision Boost fanno un impressionante salto di 500 MHz.

I vecchi processori inoltre godevano solamente di un Precision Boost dual-core, mentre in questo caso abbiamo un algoritmo Precision Boost 2 multi-core più sofisticato, di cui parleremo nella prossima pagina.

I processori Raven Ridge sono in realtà un SoC con funzionalità di connettività integrate. AMD ha mantenuto le stesse quattro linee PCIe 3.0 per il chip con quattro linee generiche ulteriori che sono di solito assegnate a una porta M.2. Gli altri processori Ryzen hanno 16 linee dedicate agli slot PCIe (di solito per la grafica dedicata), mentre Raven Ridge si ferma a otto linee. Le configurazioni multi-GPU sono sempre più rare e non ci aspettiamo che qualcuno voglia usare più schede video su una piattaforma entry-level.

Capitolo prezzi. Ryzen 5 2400G ha lo stesso numero di thread e core di Ryzen 5 1400, con cui condivide il prezzo. La nuova proposta però integra anche la grafica. Lo stesso è vero se confrontiamo Ryzen 3 1200 e Ryzen 3 2200G, più o meno. Il nuovo Ryzen 3 si posiziona nella gamma di prezzo dei Pentium, che hanno un grande bisogno di concorrenza. Entrambi i modelli offrono un dissipatore nella scatola, da 65 watt.

AMD dice che tutte le motherboard AM4 – di base – supportano soluzioni da 95W, anche i modelli mini-ITX, quindi c’è sufficiente margine per overcloccare le CPU a 65W. L’azienda può inoltre contare sull’arrivo in aprile delle motherboard con chipset della serie 400, in concomitanza con i processori Zen+. Queste schede offriranno ulteriori miglioramenti e i chipset costeranno meno della serie 300.

L’azienda sta lavorando su diversi miglioramenti, come un minor consumo, il throughput USB multi-hub, un’erogazione energetica migliore e miglioramenti al layout della memoria. Cosa più importante, tutte le CPU Ryzen attuali potranno essere inserite nelle nuove motherboard.

In ultimo, una curiosità: anche se abbiamo parlato di APU più volte, AMD non sembra più amare tale nome. L’azienda preferisce parlare di “AMD Ryzen 5 2400G with Radeon Vega Graphics“, non esattamente conciso. Detto questo, concentriamoci su queste interessanti nuove soluzioni.