Mac

VMware, disponibile una Tech Preview per Apple M1

VMWare ha dichiarato questa settimana che renderà disponibile la prima “technology preview” del suo hypervisor progettato per i sistemi basati sul system-on-chip M1 di Apple. Il nuovo hypervisor VMware Fusion consente agli utenti di eseguire Microsoft Windows sugli ultimi Mac, ma presenta una serie di limitazioni.

Credit: WMware
VMware Apple Silicon

Michael Roy, Product Line Manager per i prodotti hypervisor desktop come VMware Fusion e Workstation, ha annunciato informalmente tramite Twitter (come riportato da The Register) che l’azienda ha lanciato una tech preview privata del suo VMware Fusion per Apple Silicon. Coloro che sono interessati a provare il nuovo software devono presentare una richiesta a questo indirizzo.

Secondo Roy, VMware prevede di rendere disponibile il suo hypervisor Fusion per i SoC basati su ARM di Apple entro la fine dell’anno. Il programma consentirà ai proprietari degli ultimi Macbook Air, Macbook Pro, iMac e Mac Mini, di eseguire Windows 10 e vari sistemi operativi Linux sui propri Mac. Il software andrà a competere naturalmente con Parallels Desktop, che è già disponibile e che può persino eseguire Windows 11 di Microsoft su Intel e Mac basati su ARM.

Per quanto riguarda le limitazioni, Windows 10 verrà eseguito come Guest OS. Tuttavia, lo sviluppatore del software non fornirà driver o VMware Tools, dato che Microsoft non vende Windows per ARM separatamente. Inoltre, VMWare Fusion non eseguirà macchine virtuali (VM) macOS 12, poiché il programma deve “utilizzare un set completamente diverso di API e ciò interrompe la compatibilità ESXi“. Al momento, il supporto per la GPU non funziona correttamente sulle macchine virtuali e in Ubuntu è possibile solo accelerare la grafica 3D utilizzando la CPU.

Al momento, VMware non ha rilasciato alcuna comunicazione ufficiale inerente al supporto di Windows 11 sui sistemi M1.