Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Android

ASUS ROG Phone, il teardown rivela delle stranezze progettuali

L’ASUS ROG Phone è indubbiamente uno smartphone molto particolare e interessante (qui la nostra recensione), anche all’interno della nicchia dei gaming phone, tuttavia nasconde alcune “stranezze” al suo interno, la cui funzione non è immediatamente evidente. A scoprirle è stato il popolare youtuber Jerry Rig Everything, noto soprattutto per i test di resistenza che conduce sugli smartphone, ma che stavolta ha effettuato un vero e proprio teardown del dispositivo.

A lasciare perplessi è soprattutto il decantato sistema di raffreddamento. Come forse ricorderete il SoC Qualcomm Snapdragon 845 al suo interno dovrebbe essere stato overcloccato sino a 2,9 GHz, grazie a un particolare sistema di raffreddamento composto da uno strato di carbonio, uno di rame e una camera di vapore 3D e da un sistema di raffreddamento attivo che dovrebbe espellere il calore in eccesso attraverso le griglie posteriori.

Qui si scopre la prima stranezza, in quanto le due griglie in questione in realtà sembrano essere soluzioni esclusivamente estetiche anziché funzionali, visto che di fatto sono “finte” e non affacciano direttamente sull’interno dello smartphone.

Proseguendo poi col teardown lo youtuber ha scoperto che la camera di raffreddamento è irraggiungibile, “nascosta” tra la scocca e il display e quindi difficile da smontare senza danneggiarla. Altre particolarità del ROG Phone riguardano poi la motherboard, che gira quasi attorno a tutto lo smartphone, seguendo il profilo della scocca e quindi difficile da risistemare una volta smontata. Insomma il gaming smartphone di ASUS offre sicuramente ottime prestazioni ma forse non è tra i più semplici da manutenere.

Il Razer Smartphone con schermo UltraMotion a 120 Hz è una delle alternative più gettonate nel settore degli smartphone dedicati al gaming.