Android

Come avere Privacy Dashboard di Android 12 su quasi tutti gli smartphone

Android 12 è uno dei più importanti aggiornamenti al sistema operativo di Google sin dall’introduzione del Material Design con Android 5.0. Oltre ad introdurre un nuovo linguaggio grafico chiamato Material You, l’azienda americana ha introdotto ancora una volta nuove funzioni per il miglioramento della privacy degli utenti come per l’appunto la Privacy Dashboard.

Una nuova app promette di portare questa utile funzione anche su tutti gli smartphone meno recenti o quasi.

Android 12

La Privacy Dashboard di Android 12 è stata mostrata per la prima volta durante il Google I/O 2021 ed è poi stata resa disponibile nella Beta 2 del nuovo sistema operativo. Essa permette di controllare quali applicazioni hanno richiesto accesso ai diversi permessi di Android e anche il momento esatto in cui l’hanno fatto per un migliore controllo dello smartphone.

Se non siete tra i fortunati ad avere tra le mani un dispositivo su cui è possibile installare la Beta di Android 12 oppure siete sicuri che il vostro smartphone non riceverà l’aggiornamento e siete curiosi di provare questa funzionalità, lo sviluppatore Rushikesh Kamewar ha realizzato un’app che fa proprio al caso vostro!

La versione ufficiale di Privacy Dashboard in Android 12
Android 12 PB2

L’app è abbastanza vicina all’implementazione di Google. Ha un’interfaccia utente praticamente identica a quella ufficiale funziona proprio allo stesso modo. Privacy Dashboard mostra una timeline in cui è mostrato quando le app hanno avuto accesso alla posizione, al microfono e alla fotocamera nelle ultime 24 ore. Essa richiede i permessi di localizzazione e accessibilità per tenere traccia di quali app hanno usato fotocamera e microfono. Lo sviluppatore afferma che Privacy Dashboard richiede il permesso di Accessibilità per evitare di dover accedere direttamente alla fotocamera e al microfono.

L’app permette di utilizzare anche degli indicatori per la privacy in stile Android 12, i quali mostrano un microfono o un’icona di localizzazione nell’angolo in alto a destra per avvisarvi ogni volta che un’applicazione sta usando tali permessi.

Privacy Dashboard potrebbe non essere sempre accurata però. Quando SystemUI o la tastiera, per esempio, vengono visualizzati sopra l’app in uso, Privacy Dashboard potrebbe mostrare queste app nella timeline invece di quella che effettivamente ha richiesto i permessi.

È possibile scaricare Privacy Dashboard gratuitamente dal Google Play Store e l’app viene proposta completamente senza pubblicità. L’unico cavillo è che la compatibilità è garantita solamente con Android 7.0 o versioni successive, il che comunque dovrebbe permetterne l’utilizzo alla maggior parte di voi.

Per chi è alla ricerca di uno smartphone fluido e non ama i bordi curvi, può trovare l’ottimo OnePlus Nord 5G su Amazon!