Apple

Ecco l’iPad Pro: 12.9 pollici di potenza e flessibilità

L'Apple iPad Pro è realtà: dopo le tante voci di corridoio, quella che sembrava una proposta piuttosto strana, visto l'andamento attuale del mercato che privilegia le diagonali da 8 a 10 pollici, ha preso corpo sul palco dell'enorme Bill Graham Civic Auditorium, presentato nientemeno che da Phil Schiller.

Date le sue caratteristiche uniche l'iPad Pro non solo convince rispetto ai dubbi di alcuni giorni fa, ma si mostra chiaramente per quello che è: un dispositivo in grado di cambiare il mercato e, probabilmente, dare la spallata definitiva agli agonizzanti notebook, anche grazie a Microsoft, ma procediamo con ordine.

Le dimensioni sono ovviamente il primo aspetto su cui ci si concentra: il tablet come sapevamom ha una diagonale di 12.9 pollici, una risoluzione di 2048 x 2732 Mpixel, con una densità di circa 265 PPI, elevata per un tablet ma anche per molti notebook, e il solito rapporto 4:3. L'insieme di queste caratteristiche rende ovviamente perfetto l'iPad Pro per un uso professionale, ma anche per lo svago: c'è spazio a sufficienza per visionare film e videogiochi con un risultato decisamente più immersivo.

Interessante anche al tecnologia di refresh rate variabile, che consente di risparmiare la batteria, rallentando la frequenza nel caso in cui ad esempio si stiano visualizzando contenuti statici, come un documento o una pagina Web.

apple ipad pro

Ma l'Ipad Pro non è solo definito dalla sua enorme diagonale: il nuovo SoC Apple A9X infatti offre due volte la banda passante dell'8X e prestazioni doppie per quanto riguarda l'interfaccia con le soluzioni di storage, ma se le proporzioni del miglioramento non fossero chiare, sul palco sono snocciolati altri numeri. L'A9X è quasi due volte più veloce dell'A8X sia per quanto riguarda la CPU che la GPU, con la prima che è 22 volte più performante di quella del primo iPad e la seconda che surclassa addirittura la progenitrice di 360 volte.

Stando a quanto dichiarato da Apple durante la presentazione, l'iPad Pro nel complesso dunque è più potente e veloce dell'80% dei notebook commercializzati l'anno scorso. Questo fa sì che ad esempio con iMovie sarà possibile editare contemporaneamente tre filmati 4k contemporaneamente, che sarà possibile utilizzare software professionali come AutoCAD 360 e che presto arriverà una messe di nuove app in grado di sfruttarne le potenzialità. Quando lo avremo tra le mani per fare i test, vedremo se queste affermazioni reggono alla prova sul campo.  

Se questi dati però vi fanno preoccupare su autonomia e dimensioni tranquillizzatevi: la batteria dovrebbe assicurare ben 10 ore di operatività, e nonostante questo la bella scocca in lega di alluminio ha uno spessore di soli 6.9 mm, con un peso di 712 grammi!

Il display è abbastanza ampio da riprodurre una tastiera virtuale di dimensioni standard ma se dovete editare testi particolarmente lunghi niente paura: grazie al nuovo Smart Connector sarà possibile agganciare l'iPad Pro a una tastiera super sottile, che si trasforma anche in custodia.

Ma che dispositivo professionale sarebbe senza la possibilità di utilizzare un pennino? Apple ha pensato anche a questo: la Apple Pencil racchiude una tecnologia innovativa che non ha bisogno di layer intermedi nel display, dettaglio che ha consentito sia di contenere lo spessore finale del tablet che una precisione e una reattività elevate nell'utilizzo del pennino. Inoltre è anche possibile utilizzare la Pencil e le dita contemporaneamente, per una flessibilità d'uso mai vista prima.

Come dicevamo all'inizio, se l'iPad Pro darà la spallata finale lo farà anche con l'aiuto di Microsoft: non è un paradosso, sul palco infatti, a presentare la nuova suite di Office è salito Kirk Koenigsbauer. Il nuovo pacchetto da ufficio si sposa a perfezione con l'iPad Pro e ne sfrutta le caratteristiche al meglio, offrendo una facilità di utilizzo disarmante e ovviamente sconosciuta su desktop o notebook tradizionali.

office on ipad pro

Tornando alle specifiche infine troviamo una fotocamera frontale iSight da ben 8 Mpixel, moduli Wi-Fi 802.11ac MiMo e 4G-LTE da 150 Mbps in download e Touch ID.

E ora il pezzo forte: Apple iPad Pro sarà disponibile in tre colori, Silver, Gold e Space Gray, a novembre in tre modelli: Wi-Fi only da 32 o 128 GB, rispettivamente a 749 e 949 dollari e 4G da 128 GB a 1079 dollari. Prezzi a cui bisogna aggiungere la Smart Keyboard a 169 dollari e la Apple Pen a 99 dollari. Prezzi inferiori a quanti molti si aspettavano, e che potrebbero effettivamente mettere in difficoltà il mercato notebook.