Android

Huawei P40 non avrà un sensore da 108 MP, bensì da 52 MP: ecco quali sono i vantaggi

Delle indiscrezioni recentemente trapelate online farebbero intendere che la serie Huawei P40 potrebbe contare su un sensore fotografico principale da 52 MP targato Sony, ovvero CMOS Sony IMX700. Una fotocamera che offrirebbe poco meno della metà dei megapixel degli smartphone prodotti dai principali concorrenti, ma che assicurerebbe una qualità comunque alta.

Huawei P40, la prossima serie di punta della società cinese, è sempre più vicina e numerose sono le indiscrezioni che si stanno susseguendo. Abbiamo già parlato del possibile design, della variante “P40 Lite E” e della concreta possibilità di una diminuzione del prezzo. L’ultimo rumor riguarda il sensore fotografico principale.

Si tratterebbe del sensore CMOS Sony IMX700 da 52 MP, accompagnato dal filtro RYYB (presente anche in P30 Pro). La quantità di pixel a disposizione è nettamente inferiore rispetto a Xiaomi Mi 10 e Samsung Galaxy S20 Ultra, ma potrebbe rappresentare un vantaggio in scenari con scarsa luminosità. La fonte suggerisce che Sony IMX700 possa utilizzare un’area di 1/1.33 con supporto per il pixel binning a 16 pixel (4×4). L’area fotosensibile sarebbe quindi combinata a 4,48 μm. I principali concorrenti offrono invece:

  • Galaxy S20 Ultra: binning a 9 pixel (3×3) e 2,4 μm;
  • Mi 10: binning a 4 pixel (2×2) e 1,6 μm.

Pur non trovando il sensore da 108 MP, i prossimi top di gamma Huawei, società sempre attenta ai comparti fotografici, potrebbero consentire agli utenti di scattare foto di buona qualità anche in condizione di scarsa luminosità. Huawei P40 potrebbe inoltre accogliere un obiettivo ultra-grandangolare da 40 megapixel, un periscopio ottico variabile 10x e un obiettivo ToF.

Il nuovissimo Huawei P30 Lite New Edition, con 6 GB di RAM e 256 GB di storage interno, è disponibile all’acquisto su Amazon. Lo trovate a questo indirizzo.