Android

Smartphone gaming: i migliori di novembre 2020

Se state cercando una guida aggiornata su quali smartphone gaming acquistare in questo novembre 2020 siete nel posto giusto! Non solo un elenco di dispositivi nudo e crudo ma anche un breve riassunto su ciò che offre quel determinato prodotto, tanto da farlo entrare nella guida dei migliori smartphone gaming.

Ma cos’è uno smartphone gaming? E perché, a parità di hardware con uno standard, si dovrebbe scegliere l’uno rispetto all’altro? In generale un dispositivo di tale fascia ha delle funzioni, dei comandi adibiti, degli accorgimenti di consumo e di raffreddamento, un software ad Hoc, etc, che delinea l’esatta esperienza pensata per giocare ore, ore e ore non stop.

Ed ora iniziamo ad elencare questi smartphone, ricordando che non sono in ordine di importanza:

 

Asus ROG Phone 3

Smartphone

Già da qualche anno l’azienda Taiwanese ci delizia con la sua gamma di smartphone interamente dedicati al gaming. Siamo arrivati all’Asus Rog Phone 3 che con il suo display AMOLED da oltre 6,5 pollici in risoluzione Full HD+, rende giustizia ai giochi con più grafica in assoluto. Ma non solo, li rende anche fluidissimi con un frequenza di aggiornamento del display pari a 144 Hz.

Ovviamente hardware da top di gamma con Snapdragon 865 Plus e una batteria da 6000 mAh che assicura lunghe sessioni di gaming. Ma anche se lo usassimo collegato al cavo di alimentazione, non ci sarebbe alcun problema: all’interno trova spazio un sistema di raffreddamento che sfrutta uno strato di rame davvero massiccio che dissipa efficacemente il calore. Unito a questo, presente anche un ulteriore strato di metallo che scambia il calore con il primo strato attraverso l’impiego di un’adeguata copertura di pasta termica.

E se ciò non vi basta, in confezione è anche presente una ventola esterna che si può agganciare nella parte posteriore ed attivare all’occorrenza.

Il software è ovviamente Android ma ha un’impostazione da gaming con la possibilità di modificare frequenze della CPU ed anche la velocità della ventola collegata, oltre ad una serie di controlli che possono attivarsi in game.

Potete trovare Asus ROG Phone 3 qui, nella versione da 256 GB di memoria interna e 8 GB di RAM.

Nubia Red Magic 5G

Smartphone

Anche Nubia è da qualche tempo che si è data alla realizzazione di smartphone da gaming. Fino al 2015 era una costola di ZTE, resasi poi indipendente subito dopo.

Il display è anch’esso leggermente più grande dei 6,5 pollici ed è a tecnologia Amoled, la risoluzione è Full HD+. La frequenza di aggiornamento del pannello è a 144 Hz e ciò garantisce la massima fluidità disponibile per i giochi ed anche prestazioni di alto livello con lo Snapdragon 865.

Nubia Red Magic 5G è un Gaming Phone anche dal punto di vista del design, visto che sui dorsi sono stati inseriti due tasti fisici che tornano utili in varie tipologie di giochi. Inoltre ha un particolare feedback della vibrazione che enfatizza i momenti concitati.

Il sistema di raffreddamento scelto è un mix tra quello ad aria (con ventola attiva) e quello a rame che è molto efficace anche in lunghe fasi di gaming. Nubia opta per la ventola visto che i suoi test hanno dimostrato che la temperatura può scendere di 18 gradi con essa attiva.

Lato software abbiamo delle implementazioni smart compresa la modalità Game Space: questa ha la capacità di lanciare i giochi installati e personalizzare ciò che si vuole che il dispositivo faccia. Accendere o spegnere la ventola, disattivare le notifiche in ingresso, cambiare gli Hz a schermo, registrare immagini e video.

Trovate Nubia Red Magic 5G qui, nella versione da 128 GB di memoria interna e 8 GB di RAM.

Black Shark 3 Pro

Smartphone

E poi c’è Xiaomi che con il Black Shark 3 Pro assicura prestazioni da Gaming Phone con uno dei prezzi più bassi sul mercato e un software curato con temi ad hoc.

Lo smartphone di Xiaomi ha un display da oltre 6,5 pollici e, a differenza dagli altri, possiede un pannello che viene aggiornato alla frequenza di 90 Hz.

SoC Snapdragon 865 con un sistema di raffreddamento attivo con ventola e con l’ausilio di un massiccio monolite metallico per dissipare il calore in eccesso. Tutto ciò assicura temperatura sotto controllo anche in sessioni di gaming prolungato. La batteria da 5000 mAh è anche capace di fornire un’autonomia all’altezza delle aspettative.

Per la questione Gaming, Black Shark 3 Pro possiede due pulsanti fisici a scomparsa che restituiscono un feedback meccanico. Questi si attivano solo quando servono e ci offrono due tasti utilizzabili all’occorrenza.

E infine il software che comprende parecchie personalizzazioni per sfruttare il potentissimo hardware da gaming. Tra le altre spiccano una lista dei giochi installati, opzioni da attivare e disattivare in base al gioco utilizzato, stop delle notifiche e regolatori di parametri come velocità della CPU, etc.

Potete trovare Black Shark 3 Pro qui, nella variante da 256 GB di memoria interna e 8 GB di RAM.

Lenovo Legion Duel

Smartphone

Anche Lenovo si è cimentata nel portare sul mercato il suo smartphone gaming e lo fa con tanta potenza e tante qualità anche sotto al cofano.

Qui abbiamo un display a tecnologia Amoled da oltre 6,5 pollici e una frequenza di refresh pari a 144 Hz. Questo è il dato più alto che si possa raggiungere oggi con uno smartphone.

SoC Snapdragon 865+, cui viene controllato dalla temperatura da un sistema di raffreddamento a liquido. Sotto alla scocca c’è una batteria da 5000 mAh che prolungherà le vostre sessioni gaming.

Per quanto riguarda il software non ci sono molte opzioni relative alla questione gaming ma è molto interessante il fatto che si possano regolare alcune impostazioni mentre stiamo giocando. Ad esempio la potenza live che sta erogando lo smartphone, compresa la possibilità di registrare i gameplay.

Potete trovare Lenovo Legion Duel qui, nella variante da 512 GB di memoria interna e 16 GB di RAM.

Poco F2 Pro

Smartphone

Anche se non è considerato proprio uno smartphone gaming, abbiamo inserito il Poco F2 Pro per via dei suoi benchmark notevoli, il suo sistema di raffreddamento a liquido identico a quello di uno smartphone gaming ed un prezzo aggressivo che può attirare a se molti videogiocatori con un budget non altissimo.

Il display è da 6,67 pollici in risoluzione Full HD+ e per giocare è incredibilmente immersivo per via dell’assenza di fori o notch. C’è una fotocamera frontale pop-up che quindi rende il display pulito.

Il SoC è lo Snapdragon 865 e le temperature in gaming vengono tenute a bada con l’ausilio un raffreddamento a liquido. L’autonomia è garantita da una batteria da 4700 mAh.

Non c’è un software “approfondito” per quanto riguarda la regolazione delle impostazioni in gaming ma si può scegliere di non essere disturbati dalle notifiche mentre giochiamo.

Potete trovare POCO F2 Pro qui, nella variante da 128 GB di memoria interna e 6 GB di RAM.