Smartphone

Migliori smartphone gaming (dicembre 2023)

Quali sono i migliori smartphone da gaming del 2023? Se sei alla ricerca del prodotto perfetto, questa è la guida che fa per te.

1
Si può anche giocare con questo smartphone?
Immagine di Apple iPhone SE 2022

Apple iPhone SE 2022

2
Autonomia incredibile
Immagine di Asus ROG Phone 7 Ultimate

Asus ROG Phone 7 Ultimate

3
Design futuristico
Immagine di Black Shark 5 Pro

Black Shark 5 Pro

4
Il melafonino da gaming
Immagine di Apple iPhone 14 Pro Max

Apple iPhone 14 Pro Max

5
Smartphone da gaming senza rivali
Immagine di RedMagic 9 Pro

RedMagic 9 Pro

6
La proposta più economica
Immagine di POCO F5

POCO F5

7
Smartphone non da gaming potentissimo
Immagine di Samsung Galaxy S23 Ultra

Samsung Galaxy S23 Ultra

Avatar di Luca Zaninello

a cura di Luca Zaninello

Managing Editor

Aggiornamento di dicembre 2023: sebbene il mese scorso non ci siano state novità di spicco per questa categoria di prodotti, siamo pronti ad affrontare l'ultima parte dell'anno con l'arrivo di RedMagic 9 Pro.

Nell'ultimo periodo, il mercato degli smartphone da gaming ha fatto registrare una crescita notevole, con sempre più produttori che hanno deciso di affacciarvisi lanciando uno o più prodotti. Gli smartphone da gaming sono decisamente più versatili rispetto alle console portatili tipo Nintendo Switch, perciò rappresentano la soluzione ideale per chi intende unire l'"utile" di uno smartphone al "dilettevole" di una console.

Rispetto infatti agli smartphone tradizionali, gli smartphone da gaming sono molto più prestanti, hanno uno schermo fluido e reattivo e possono contare su una batteria a lunga durata per sessioni di gioco (quasi) senza limiti.

Tra le altre feature esclusive di questi gioiellini ci sono senza dubbio i pulsanti dorsali (presenti soltanto su alcuni modelli), pensati apposta per replicare quelli del classico gamepad. Niente paura, però: non tutti i gaming smartphone sono così riconoscibili. È vero, il design della maggior parte non è propriamente sobrio e potrebbe addirittura intimorire, ma la selezione che segue è fatta in modo da venire incontro anche a chi non ama l'aggressività dei Black Shark (ad esempio) e va in cerca di qualcosa di più carino (in quest'ultimo caso, avete mai valutato l'acquisto di uno smartphone non da gaming, ma dalle prestazioni altrettanto di livello?).

Adesso non perdiamoci in altre chiacchiere a andiamo a scoprire quali sono i migliori smartphone da gaming del 2023. Provvederemo ad aggiornare questa guida periodicamente, quindi, se avete già letto l'articolo in passato, forse qui di seguito troverete alcuni prodotti a voi già noti, ma potreste al contempo trovarne altri nuovi che magari fanno proprio per voi.

Detto tutto ciò, non ci resta che augurarvi una buona lettura e siamo sicuri che troverete il prodotto più adatto alle vostre esigenze da gamer!

Come scegliere il miglior smartphone da gaming

Nel momento in cui vogliamo acquistare uno smartphone da gaming, ci troviamo davanti a un arduo bivio. Da una parte troviamo gli smartphone da gaming veri e propri, quelli che sono stati progettati appositamente per il gaming. Dall'altra, invece, troviamo smartphone "classici" che sono pensati per l'uso quotidiano, ma che al contempo montano un hardware davvero potente, tanto da far girare anche i giochi più pesanti.

Inoltre, ci sono anche altre caratteristiche da guardare prima di scegliere quello giusto per noi. Ad esempio possiamo controllare la compatibilità con accessori esterni come ventole di raffreddamento, che possono fare davvero la differenza sia in merito alle prestazioni dello smartphone, sia per quanto riguarda la durata vitale del telefono stesso. È buona cosa vedere se ci sono tasti aggiuntivi, oltre ai normali tasti di un telefono. Questi potrebbero essere tasti touch capacitivi o fisici.

Si può dare un'occhiata anche alle possibilità di personalizzazione del dispositivo che si ha in mano. Alcuni smartphone da gaming offrono LED RGB, cosa quasi sempre apprezzata dai veri gamers. Altri, invece, hanno anche software con temi specifici di un videogioco o altro da poter scaricare, così da personalizzare l'intera interfaccia grafica.

Naturalmente, anche per gli smartphone da gaming, così come avviene per gli smartphone normali, altre caratteristiche praticamente fondamentali da verificare prima dell'acquisto sono il display, il processore e la RAM e la batteria.

Display

Cominciamo parlando del display. In merito agli smartphone da gaming, uno degli aspetti più importanti da guardare in un display, è la sua frequenza di aggiornamento (o refresh rate), ovvero la capacità dei pannelli del display di aggiornare i contenuti su schermo. In estrema sintesi, più il numero è alto, meglio è. Questa caratteristica risulta particolarmente importante per i gamers durante veloci e frenetiche sessioni di gioco. Il minimo sindacale è di 60Hz, ma gli smartphone da gaming veri e propri spesso offrono un refresh rate a 90Hz, 120Hz o addirittura a 165Hz.

Non bisogna però fermarsi alla sola frequenza di aggiornamento, infatti, è buono scegliere anche la grandezza della diagonale dello schermo più adatta alle nostre esigenze. In questa categoria di smartphone, difficilmente ne troveremo uno da meno di 6 pollici. La quasi totalità si aggira tra i 6 e i 7 pollici.

Non diamo, invece, tantissimo peso alla risoluzione dello schermo. Gli smartphone da gaming come minimo presentano una risoluzione in FullHD 1920 x 1080 pixel, che è già sufficiente per una più che piacevole sessione di gioco. Certo, più è alta, meglio è, anche in questo caso. Diamo un'occhiata anche al tipo di pannello che monta lo smartphone. Siccome si tratta di dispositivi mobili e potrebbe capitare di dover giocare anche all'aperto sotto alla luce esterna, consigliamo di orientarsi verso uno schermo AMOLED. Non che le altre tipologie siano da buttare, ma sicuramente i migliori smartphone da gaming sulla piazza sfruttano proprio questo tipo di pannello.

Processore e RAM

Il processore e la RAM, sono le due caratteristiche che definiscono maggiormente quanto è "potente" uno smartphone da gaming. Se avete in mente di acquistare uno smartphone progettato per il gaming, non c'è nemmeno bisogno di preoccuparsi di controllare queste caratteristiche: sicuramente soddisfa tutti i requisiti per reggere tutti i tipi di giochi in circolazione. Se, invece, siete più orientati verso uno smartphone classico ma che al contempo possa regalarvi qualche ora di gioco, allora è buona cosa farsi un occhio sull'argomento.

Di processori ne esistono un'infinità sul mercato ma per reggere sessioni di gioco non tutti vanno bene, ad ogni modo, quando vedete quelli di Qualcomm, in particolare gli Snapdragon, sappiate che siete in buone mani. I modelli Snapdragon 8+ Gen 1 e 8 Gen 2 sono tra i migliori processori in circolazione, ma anche altri modelli, come lo Snapdragon 7+ Gen 2 che si trova sul POCO F5, non è affatto male. Sui melafonini, invece, troverete un processore dedicato che si chiama Apple Bionic. Il chip Apple Bionic A15 è davvero potente, anche se è già uscito il chip A16 su iPhone 14 Pro e Pro Max.

Spendendo due parole in merito alla RAM, possiamo semplicemente dire che almeno 8GB di RAM sono indispensabili per garantirsi prestazioni di gioco ottimali. Comunque, agli smartphone da gaming veri e propri, questo non interessa affatto, in quanto spesso hanno all'interno addirittura 12 o 16 GB di memoria RAM.

Batteria

Altra caratteristica indispensabile per garantire ore di gioco in totale serenità, è la batteria. Ebbene, sarebbe davvero un peccato se proprio sul più bello lo smartphone si scaricasse! Per questo motivo, vi consigliamo di orientarvi verso una batteria piuttosto capiente, da almeno 5.000mAh. Gli smartphone da gaming anche in questo non hanno molti problemi, in quanto spesso arrivano ad averne una da 6.000mAh o addirittura di più.

Quando si guarda la batteria è buona cosa guardare anche la presenza della ricarica rapida o ultra rapida. Questa feature potrebbe far davvero risparmiare un sacco di tempo. Siccome si parla di batterie molto capienti, spesso le ricariche rapide vanno dai 45W ai 65W, ma in alcuni casi si trovano anche ricariche a 120W. Ricordiamo che più alto è il valore del wattaggio, più veloce sarà la ricarica. Comunque, questo valore non è determinato solo dallo smartphone, ma anche da altri valori come ad esempio la potenza erogata dal caricatore a muro e anche dalla potenza supportata dal cavo che si sta utilizzando per effettuare la ricarica.

Presenza di tasti aggiuntivi

Parliamo ora di una particolarità che si applica ai soli smartphone da gaming veri e propri, ovvero la presenza di tasti aggiuntivi. Come già anticipato, spesso gli smartphone da gaming hanno altri tasti, fisici o con touch capacitivo, per permettere al gamer di avere una maggiore capacità di controllo e di mettere da parte così il joystick. Questi tasti potrebbero trovarsi lateralmente oppure nella parte posteriore dello smartphone.

Per quanto riguarda i tasti touch di cui sopra, è importante controllare la frequenza di campionamento del tocco. Si tratta della capacità dello smartphone di reagire al tocco nel minor tempo possibile. Questo è valido non soltanto per eventuali tasti touch, ma anche per lo schermo stesso. Un valore eccezionale di frequenza di campionamento del tocco, lo troviamo ad esempio in Asus ROG Phone 7 Ultimate, che con i suoi 720 Hz consente una risposta immediata. Anche valori come 480Hz e 240Hz vanno più che bene, stiamo davvero parlando di differenze di risposta nell'ordine dei millesimi di secondo che, però, potrebbero fare la differenza per i gamer più competitivi.

Personalizzazione

Tutti i gamer amano luci LED colorate e la possibilità di personalizzare a piacimento temi, sfondi e quant'altro. Ecco perché anche la personalizzazione dello smartphone potrebbe essere una delle cose da guardare. Alcuni smartphone da gaming offrono infatti nella parte posteriore o in quella laterale, la presenza di LED RGB, per creare quella giusta atmosfera che ormai contraddistingue il mondo del gaming.

Oltre a questo, un'altra caratteristica apprezzata ormai da tutti è la personalizzazione del launcher di sistema o dei temi del proprio smartphone. Possiamo quindi controllare la presenza di eventuali applicazioni per raggiungere questo scopo o, in alcuni casi, la funzione nativa già all'interno dello smartphone.

Connettività

Siccome la maggior parte dei giochi è ormai online, è importante guardare anche le specifiche relative alla connettività. In particolare alla connettività Wi-Fi e a quella 4G+/LTE/5G.

Parlando della parte Wi-Fi, si può dare un'occhiata agli standard Wi-Fi supportati dallo smartphone in questione. In genere uno smartphone all'avanguardia, è ormai dotato del supporto al Wi-Fi 6. Questo viene sempre specificato nella scheda tecnica del prodotto, con la dicitura Wi-Fi 802.11 6/6e oppure ax. Questa tecnologia permette uno scambio dati tra dispositivo e modem fino a 9,6Gbps. Ad ogni modo, i nuovi modem di Qualcomm già supportano lo standard Wi-Fi 7.

Continuando il discorso della connettività, bisogna parlare anche di quella mobile. Infatti, la presenza del 5G è sicuramente gradita su uno smartphone da gaming, ma praticamente quasi tutti questi smartphone godono di tale supporto. Certamente, nel nostro Paese il servizio 5G non è disponibile in tutte le aree, quindi, in mancanza di questo ci dovremo "accontentare" della connessione 4G+/LTE.

Accessori

Last but not least, controllate anche la presenza e la compatibilità dello smartphone con eventuali accessori esterni. Di cosa si tratta? Ebbene, gli smartphone da gaming offrono spesso la possibilità di aggiungere i controller per trasformare lo smartphone in una console portatile a tutti gli effetti. Esistono controller classici, come quelli che si usano su PlayStation o Xbox, ma ce ne sono anche diversi che si collegano alle estremità dello smartphone, trasformandolo in una sorta di Nintendo Switch. Quest'ultimi sono certamente più interessanti.

Parlando sempre di accessori, ci sono in commercio anche le ventole di raffreddamento. Sono delle piccole ventole da collegare dietro allo smartphone per evitare surriscaldamenti e cali di frame. Può succedere, infatti, che durante la riproduzione di giochi piuttosto impegnativi, lo smartphone dopo un'oretta o più, possa cominciare a raggiungere temperature piuttosto elevate. Questo, oltre a far diminuire le prestazioni dello smartphone, va a inficiare anche sulla sua integrità e sulla sua durata vitale.

1. Apple iPhone SE 2022

Immagine di Apple iPhone SE 2022

Si può anche giocare con questo smartphone?

C'è un solo motivo per cui scegliere iPhone SE 2022 come smartphone da gaming (a parte quelli elencati a proposito del 14 Pro Max con Apple Arcade): ha lo stesso identico chip di iPhone 13 Pro e Pro Max, ma costa molto meno. Anche la RAM è migliorata, rispetto all'SE che l'ha preceduto: la versione 2022 acquista 1GB in più, per un totale di 4GB (dato comunque inferiore a quello del 14 Pro Max, che ha 6GB).
Se il SoC è degno di un top di gamma, non si può dire lo stesso della batteria, da soli 2.018 mAh, veramente troppo pochi per sostenere una sessione di gioco di durata standard. In cambio di tutta questa potenza, però, qualcuno potrebbe anche cedere a un compromesso…

2. Asus ROG Phone 7 Ultimate

Immagine di Asus ROG Phone 7 Ultimate

Autonomia incredibile

Asus è da anni l'azienda più attiva nella produzione di smartphone da gaming. Asus ROG Phone 7 Ultimate, l'attuale flagship del marchio, è in grado di offrire prestazioni epiche grazie alla piattaforma mobile Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2 che include la GPU Adreno 740. La differenza sostanziale rispetto alla versione "non Ultimate" sta nella presenza di un mini display posteriore detto "ROG Vision", un PMOLED a colori su cui vengono visualizzate diverse animazioni a seconda dei vari scenari di utilizzo (avvio del gioco, chiamata in arrivo, caricabatterie collegato ecc.), e del sistema di raffreddamento AeroActive Portal. 
Dopo aver parlato dello schermo posteriore, non possiamo non soffermarci su quello anteriore, un AMOLED Samsung da 6,78" con refresh rate di 165Hz. La batteria, da 6.000mAh, rispetta in pieno gli standard degli smartphone da gaming. E, dal momento che la velocità è una prerogativa dei videogiocatori, questo Asus ROG Phone 7 ultimate non si fa mancare nemmeno il supporto alla ricarica rapida da 65W. 
I pulsanti aggiuntivi sono 2; 6, se allo smartphone viene agganciata la ventola di raffreddamento esterna Asus AeroActive Cooler (che è gratis con l'acquisto dello smartphone). L'accessorio, infatti, presenta 4 pulsanti fisici che restituiscono un feeling molto simile a quello di una vera console. 

3. Black Shark 5 Pro

Immagine di Black Shark 5 Pro

Design futuristico

Black Shark 5 Pro ha un design certamente particolare, ma non quanto quello dei device di cui sopra. Nell'insieme, questo smartphone restituisce comunque un'idea di dinamicità e velocità, grazie soprattutto alle finiture della scocca posteriore e al LED RGB personalizzabile.
Sul lato destro troviamo dei tasti aggiuntivi pop-up (a comparsa) che al di fuori degli scenari di gioco funzionano come pulsanti di scelta rapida per fare screenshot, accendere la torcia, liberare la RAM e altro ancora.
Black Shark 5 Pro è arrivato in Italia relativamente tardi, ma ha comunque a bordo l'ottimo Snapdragon 8 Gen 1 di Qualcomm. Anche il suo display è AMOLED e la frequenza di aggiornamento si può settare manualmente, scegliendo tra 60Hz, 90Hz e 144Hz. La frequenza di campionamento del tocco, invece, arriva a 720Hz.
Ma il vero segno distintivo di Black Shark 5 Pro è la Fast Charge più che "fast" che mai, da ben 120W, che permette di ricaricare completamente la batteria a doppia cella da 4650mAh in soli 15 minuti.

4. Apple iPhone 14 Pro Max

Naturalmente, per giocare, va bene più o meno qualsiasi top di gamma; il motivo per cui abbiamo selezionato iPhone 14 Pro Max è che l'esperienza di gioco su iOS potrebbe rappresentare un valore aggiunto, almeno per alcuni utenti. Inoltre, con l'arrivo dei più costosi iPhone 15 Pro e iPhone 15 Pro Max, i modelli della serie 14 andranno incontro ad una riduzione nel prezzo.
Un'ampissima selezione di giochi è accessibile tramite Apple Arcade, la piattaforma di gioco di Apple con centinaia di titoli originali, classici senza tempo e – ovviamente – tutti i giochi migliori scaricabili direttamente dallo store.
Il servizio di gaming Apple Arcade è a pagamento (4,99 euro/mese dopo i primi 30 giorni di prova gratuita). In realtà, l'iPhone è soltanto uno dei dispositivi da cui è possibile giocare: Apple Arcade offre un'esperienza multi-dispositivo, per cui è possibile passare dall'iPhone all'iPad, dal Mac all'Apple TV in men che non si dica. Inoltre, per alcuni giochi, è prevista anche la possibilità di utilizzare un controller (disponibile in vendita sullo store di Apple).
Per il resto, sono diverse le specifiche che rendono iPhone 14 Pro Max un perfetto smartphone da gaming. Un display da 6,7" Super Retina XR con ProMotion, ovvero un refresh rate dinamico che va dai 10Hz ai 120Hz, e una batteria da 4.323 mAh, per cominciare.
Le performance offerte non sono in discussione: il chip A16 Bionic garantisce prestazioni da urlo in tutti gli scenari di utilizzo, inclusi quelli più impegnativi come le sessioni di gioco "estreme".

5. RedMagic 9 Pro

Immagine di RedMagic 9 Pro

Smartphone da gaming senza rivali

RedMagic 9 Pro è il primo smartphone arrivato ufficialmente in Italia dotato del SoC di nuova generazione di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 3. Insomma, è potenza allo stato puro, lo abbiamo provato e le sue prestazioni ci hanno davvero lasciato a bocca aperta.
Se nei modelli passati la scocca tendeva a scaldarsi più velocemente, RedMagic 8S Pro sembra aver risolto questo problema, sicuramente complici il nuovo sistema di raffreddamento e la nuova e silenziosa ventola da 22.000rpm (giri al minuto). La potenza extra permette anche allo smartphone di non doversi sforzare al massimo nemmeno nei giochi attuali più impegnativi, riducendo i consumi e il calore.
Parlando di design, RedMagic 9 Pro si distingue dai modelli precedenti grazie ad un design squadrato e un retro completamente piatto. Addio sporgenza che contiene le fotocamere. Lo schermo, un AMOLED brodotto da BOE da 120Hz, ha una risoluzione leggermente più alta del FullHD+ e copre praticamente interamente la parte frontale dello smartphone. La frequenza è un po' più bassa se confrontata con gli altri concorrenti, tuttavia questo RedMagic dispone di una fotocamera nascosta sotto al display per non interrompere la visualizzazione di giochi o contenuti multimediali.
Il sampling rate dei due tasti capacitivi posti sul lato destro è di 500Hz, mentre il campionamento del tocco arriva fino a 2000Hz. La batteria è da ben 6500mAh e si ricarica a 80W.
 

6. POCO F5

Immagine di POCO F5

La proposta più economica

POCO F5 5G è un quasi-top di gamma offerto al prezzo di un medio di gamma. Come sappiamo, ciò che determina la qualità (e quindi il prezzo) di qualsiasi smartphone è essenzialmente il suo SoC, in questo caso l'esclusivo Qualcomm Snapdragon 7+ Gen 2. 
Tutte le altre caratteristiche sono da flagship: schermo AMOLED con refresh rate fino a 120Hz e frequenza di campionamento touch fino a 360Hz, doppio altoparlante Dolby Atmos, 5G e Wi-Fi 6. Il corpo sottile nasconde una batteria da 5000mAh con supporto alla ricarica rapida da 67W. 
Per questo è la scelta ideale per quanti dispongono di un budget ristretto ma vogliono comunque avere accesso a un dispositivo performante. 

7. Samsung Galaxy S23 Ultra

Immagine di Samsung Galaxy S23 Ultra

Smartphone non da gaming potentissimo

Abbiamo incluso nella lista dei migliori smartphone da gaming anche il Samsung Galaxy S23 Ultra. Ovviamente non si tratta di uno smartphone nato per il gaming, tuttavia grazie al suo processore Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2, offre prestazioni di gioco fluide anche con i titoli più impegnativi disponibili sulla piazza. Oltre a questo, troviamo a bordo ben 8 GB di RAM.
Altra caratteristica che si avvicina agli smartphone da gaming, è la capacità della batteria. Infatti S23 Ultra è dotato di una batteria da 5.000 mAh che poco ha da invidiare agli smartphone da gaming veri e propri.
Ultima nota a favore di questo gioiellino di casa Samsung è la presenza della camera di raffreddamento a vapore di Galaxy. Si tratta di una funzionalità che permette allo smartphone di dissipare il calore, in modo da non ridurre le prestazioni di gioco. Questo offrirà ai gamers sessioni di gioco senza cali di frame rate e senza crash improvvisi.