Tom's Hardware Italia
Windows

Microsoft Surface Pro 4 con cornice ultrasottile ma intelligente?

Il prossimo 6 ottobre Microsoft dovrebbe anche presentare il Surface Pro 4. Tra le novità più interessanti ci dovrebbe essere la cosiddetta Smart Frame, la capacità del display cioè di aumentare o diminuire lo spessore dei bordi a seconda dell'utilizzo.

Martedì prossimo, sei ottobre, sarà una data molto importante per Microsoft perché vedrà finalmente l'esordio della quarta generazione del suo tablet 2-in-1, il Surface Pro 4, una soluzione che sin da subito ha messo le basi per una vera e propria rivoluzione, offrendo la produttività tipica di un notebook nel comodo form factor di un tablet e che con la prossima iterazione dovrebbe trovare la maturità e la consacrazione definitive.

Di questo dispositivo si sa ancora poco, perché a differenza di quanto accaduto per i nuovi Lumia, a Redmond sono stati bravi a mantenere il riserbo, tuttavia oggi qualcosa è trapelato e si tratta di un aspetto molto interessante, che riguarda la cornice del tablet.

Surface Pro 4

Questo tipo di dispositivi ha un doppio problema: da un lato la cornice spessa o toglie spazio alla visualizzazione dei contenuti o aumenta eccessivamente le dimensioni del tablet, dall'altro cornici sottilissime, o assenti, non consentono di tenere comodamente in mano il dispositivo quando non utilizzato in modalità notebook, perché si appoggerebbero inevitabilmente le dita sulla parte attiva del touch, attivando inavvertitamente così comandi e funzioni.

Microsoft però potrebbe aver trovato una soluzione originale e interessante: Smart Frame. In pratica il nuovo Surface Pro 4 dovrebbe avere cornici sottilissime, sulla falsariga del Dell XPS 13, ma quando sganciato dalla tastiera/cover, il Surface Pro 4 dovrebbe diminuire automaticamente la superficie attiva dello schermo, portandola da 13 a 11 pollici, in modo da offrire una sorta di cornice virtuale che consente di impugnare meglio il tablet.

Al momento comunque non si hanno ancora sufficienti riscontri su questa indiscrezione, che proviene da una fonte non compresa tra quelle conosciute e considerate affidabili, quindi va presa con estrema cautela.