Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Android

Recensione Xiaomi Mi 8, il top di gamma della maturità

Pagina 1: Recensione Xiaomi Mi 8, il top di gamma della maturità

Xiaomi Mi 8

 

Xiaomi, attraverso il Mi 8, tenta di aggredire il segmento dei top di gamma puntando soprattutto sul rapporto qualità/prezzo e migliorando i punti deboli del Mi 6.

Xiaomi Mi 8


Con il Mi 8 si conclude la prima parte del percorso iniziato da Xiaomi in questi ultimi anni, e se ne apre una seconda. L'azienda cinese è stata in grado di realizzare uno smartphone maturo in un segmento, quello dei top di gamma, che in termini di vendite continua a essere un affare a due tra Samsung e Apple, con Huawei che sembra stia colmando anche questo gap grazie al P20 Pro. 

Xiaomi Mi 8 è qualcosa in più rispetto a una semplice evoluzione del Mi 6. Al di là del design, che abbraccia il tanto discusso notch, l'azienda cinese è intervenuta sulle criticità del modello precedente, eliminandole. Ne è scaturito uno smartphone completo a 360°, il cui unico vero difetto è probabilmente quello, in alcuni aspetti, di voler somigliare un pò troppo ad iPhone X.

DSC01248 copia

Costruzione ed ergonomia

Grande cura del dettaglio per la parte costruttiva di questo Mi 8. Xiaomi ha scelto il vetro per la parte anteriore e posteriore, che presenta una doppia curvatura laterale sulla back cover. I due pannelli si innestano perfettamente sulla cornice in alluminio serie 7000, e la sensazione al tatto è certamente quella di avere tra le mani uno smartphone di fascia alta.

DSC01242 copia
DSC01254 copia

Le cornici sono ridotte e, come già detto in apertura, c'è il notch. All'interno di questa "tacca" l'azienda cinese ha posizionato, oltre alla fotocamera frontale da 20 MP e alla solita componentistica, anche un emettitore a infrarossi per migliorare lo sblocco tramite riconoscimento del volto. Una scelta che, come vedremo più avanti, ha decisamente ripagato in termini di funzionalità.

Leggi anche: Xiaomi Mi 8 SE ufficiale, economico solo nel prezzo

I ridottissimi bordi laterali consentono comunque di evitare i tocchi involontari sullo schermo, ma l'ergonomia generale non è delle migliori. Come spesso accade, l'utilizzo del vetro anteriore e posteriore rende il Mi 8 un pò scivoloso, senza dimenticare la sporgenza del modulo fotografico posteriore (disposto in verticale). Non a caso, l'azienda inserisce in confezione una cover in TPU morbido, che migliora nettamente il grip.

DSC01243 copia
DSC01244 copia

I pulsanti fisici (accensione e bilanciere del volume) sono perfettamente raggiungibili, così come il sensore biometrico posizionato sulla back cover. Non è utopistico pensare di poterlo utilizzare con una mano, nonostante l'ampio schermo da 6,21 pollici, anche perchè parliamo di uno smartphone con dimensioni generali pari a 154.9 x 74.8 x 7.6 mm per un peso di 175 grammi. 

Schermo e audio

Netto passo in avanti per quanto riguarda il display. Xiaomi abbraccia la tecnologia Super AMOLED, integrando uno schermo da 6,21 pollici con risoluzione pari a 1.080 x 2.248 pixel (402 ppi) e supporto ad HDR10 e DCI-P3. Poco da dire su questo pannello, che offre una resa degna di un top di gamma, con una resa cromatica convincente (impostabile via software) e ottimi angoli di visuale.

DSC01238 copia

Molto buona anche la luminosità all'aperto, grazie anche all'ottimo trattamento oleofobico del vetro anteriore (Gorilla Glass 5). Bella l'idea di implementare la funzionalità always-on, che però non consente di visualizzare le notifiche sul pannello con lo smartphone in stand-by (una scelta, questa, poco comprensibile ma che potrebbe essere rivista da Xiaomi con un update software). In generale, un display che mi ha assolutamente convinto.

La parte audio è affidata a uno speaker mono, posizionato sul lato inferiore (non viene coperto dunque se poggiamo lo smartphone su di un piano). Il volume è buono, la qualità nella media, in tal senso mi sarei aspettato qualcosa di più (visto anche l'audio stereo del Mi Mix 2S). Buona l'esperienza in chiamata così come la ricezione, completa la connettività: Bluetooth 5.0, supporto dual-SIM, Wi-Fi ac dual-band, sensore a infrarossi, NFC, USB-C. Manca, purtroppo, il jack audio da 3.5 mm.

DSC01252 copia

Prestazioni e autonomia

Xiaomi ha giocato sul sicuro, scegliendo per il Mi 8 una piattaforma hardware composta dallo Snapdragon 845 accoppiato a 6/8 GB di RAM e a 64/128/256 GB di storage (memoria non espandibile). La versione da noi testata è quella da 6/64 GB, che ci ha offerto prestazioni di primissimo livello nell'utilizzo quotidiano. Il dispositivo appare estremamente reattivo in qualsiasi operazione, da quelle elementari alle più complesse.

Schermo 6,21 pollici Full-HD+, 1.080 x 2.248, 402 ppi, Super AMOLED
SoC Qualcomm Snapdragon 845
GPU Adreno 630
RAM 6/8 GB
Storage 64/128/256 GB non espandibili 
Fotocamera posteriore Dual-camera, 12 MP f/1.8 + 12 MP f/2.4, OIS, EIS, flash LED, registrazione video fino alla risoluzione 4K 60 fps
Fotocamera anteriore 20 MP f/2.0
Connettività Dual-SIM, Bluetooth 5.0, Wi-Fi ac dual-band, NFC, GPS A-GLONASS BDS, sensore a infrarossi
Reti LTE cat.18, Bande 1, 2, 3, 4, 5, 7, 8, 12, 17, 20
Sicurezza Sensore biometrico sulla back cover, riconoscimento del volto
Batteria 3.400 mAh
Ricarica USB Type-C, Quick Charge 4.0+
Sistema operativo Android 8.1 Oreo personalizzato con MIUI
Dimensioni 154.9 x 74.8 x 7.6 mm
Peso 175 grammi
Colori Black, Blue, Gold, White
Prezzo 479 euro 6/64 GB

Molto buona la dissipazione del calore, anche dopo le sessioni di gaming. L'azienda cinese ci ha ormai abituati a una perfetta ottimizzazione delle piattaforme hardware nei propri dispositivi, anche in quelli di fascia media a bassa. Questo Mi 8 non fa eccezioni e, potendo contare su un SoC come lo Snapdragon 845, offre inevitabilmente delle performance eccellenti.

Un'ottimizzazione che si riflette, in senso positivo, anche sull'autonomia. Il Mi 8 può contare su una batteria integrata da 3.400 mAh, un amperaggio non elevatissimo sulla carta (considerando anche la potenza a disposizione), ma che si rivela assolutamente adeguato nell'utilizzo quotidiano del dispositivo, consentendo di coprire agevolmente la giornata lavorativa.

Screenshot 2018 07 05 21 22 44 200 com miui securitycenter
Screenshot 2018 07 05 21 22 51 143 com miui securitycenter
Screenshot 2018 07 05 21 22 35 541 com miui securitycenter
Screenshot 2018 07 05 21 22 39 236 com miui securitycenter

Con il mio utilizzo (misto tra LTE e Wi-Fi, 2 account mail in push, centinaia di notifiche dai social ed app di messaggistica istantanea, circa 1 ora di telefonate) sono riuscito sempre a superare ampiamente le 4 ore di schermo accesso, toccando in alcuni casi anche le 5 ore. Tutto questo senza dimenticare il supporto alla ricarica rapida secondo lo standard Quick Charge 4.0+, con tanto di caricabatterie apposito incluso in confezione.