Tom's Hardware Italia
Android

UEFA Euro 2016, una app per l’allarme terrorismo

Il Governo francese ha introdotto ufficialmente un'app chiamata SAIP (Système d'alerte et d'information des populations), un sistema di allerta per possibili minacce terroristiche, che dovrebbe aiutare le persone ad agire in maniera appropriata e tempestiva per mettersi in salvo.

Tutto pronto per UEFA Euro 2016, che comincia tra due giorni in Francia. Il tema della sicurezza è al primo posto e così il Governo ha messo a disposizione l'applicazione SAIP (Système d'alerte et d'information des populations).

Disponibile da oggi per iOS e Android, SAIP è in lingua inglese e francese e consente di ottenere informazioni preziose in caso dovessero verificarsi attacchi terroristici o altri incidenti. SAIP sfrutta la geolocalizzazione e dirama avvisi in caso di sospetto di attacco o di un evento eccezionale legato a minacce alla sicurezza.

saip

L'avviso, emesso dai servizi di sicurezza civile e convalidato dalle autorità del ministero dell'Interno, arriverà meno di 15 minuti dopo che il pericolo è stato confermato. L'utente inoltre può premere il tasto "resta informato" che appare sulla schermata di avviso e accedere così ad informazioni e istruzioni specifiche per quanto riguarda lo stato della situazione attuale e il comportamento da adottare nell'immediato.    Inoltre è possibile controllare la situazione anche di altri luoghi, in modo da verificare se amici o parenti che si trovano altrove sono in pericolo o al sicuro.

La speranza è che l'applicazione aiuti la diffusione di informazioni affidabili sui social media durante un attacco, alleggerendo anche il carico sulle linee telefoniche di emergenza di Francia.

saip 2

Lo scorso anno la nazione transalpina è stata funestata da una serie di attentati e gli Europei di Calcio, come indicato anche da altri stati europei, potrebbe costituire l'occasione per altre azioni criminose. Ovviamente il Governo francese ha già predisposto un poderoso sistema di sicurezza e controllo che prevede il dispiegamento di quasi 100.000 militari a presidio dei luoghi in cui si svolgeranno le gare, ma le precauzioni non sono mai abbastanza.