Giochi PC

DBGA Online Blended, scopriamo i corsi di Game Design e Game Programming

Nelle giornate dell’8 e 9 giugno abbiamo preso parte a due lezioni introduttive della nuova formula di studio Online Blended promossa dalla Digital Bros Game Academy che si articola nei corsi, chiamati Training Journey, di Game Design e Game Programming in partenza a fine giugno. L’iniziativa, che prende il nome di DBGA Online Blended, punta a colmare il divario esistente tra la didattica online e quella “in presenza” offrendo un programma formativo che consente agli studenti di sviluppare competenze per un pronto inserimento nel mondo del lavoro.

Le restrizioni imposte dal Covid-19 hanno rimesso in discussione il modo in cui si lavora e si studia a tal punto che riuscire a portare avanti con successo progetti e percorsi di studio “a distanza” è diventata una nuova skill spendibile nel mercato del lavoro. In questa nuova normalità, la Digital Bros Game Academy ha studiato un percorso formativo apposito che riprende i pilastri dell’apprendimento misto, ma li declina in digitale con una formazione esclusivamente e-learning.

DBGA

I corsi sono erogati attraverso la piattaforma Intellego, molto chiara e semplice da navigare e utilizzare. Da una concisa schermata si ha accesso a tutti i materiali e alle lezioni previste in modo da non perdersi mai un contenuto, sia esso già completato o in programma. Un sistema di feedback e di gamification tiene traccia del nostro andamento e ci restituisce più informazioni sull’effettiva partecipazione alle lezioni anche attraverso una serie di riconoscimenti, badge e punti. Gli studenti potranno utilizzare questi riconoscimenti per la loro formazione, ad esempio, acquistando altri corsi verticali e sessioni con i trainer con i punti guadagnati.

Su Intellego gli studenti potranno partecipare alle lezioni e sessioni di mentoring in live streaming, creare in modo collaborativo online ad esempio attraverso Google Jamboard, apprendere le skill pratiche attraverso le video lezioni e mettere in pratica quanto acquisito sia in autonomia, ma anche in team lavorando sui progetti di sviluppo. Proprio per la loro natura digitale, lezioni e contenuti sono accessibili senza limiti spazio-temporali, dimostrandosi una soluzione altamente flessibile per le esigenze di chi vuole conciliare gli impegni lavorativi e personali. Le principali modalità di apprendimento e verifica delle proprie competenze possono essere così riassunte:

  • Lezioni in live streaming con i Core Trainer o esperti dell’industria.
  • Video lezioni a cui seguono delle prove da svolgere in autonomia che aiutano gli studenti a testare le conoscenze e le competenze acquisite.
  • Prove pratiche per applicare in modo concreto le nozioni e i fondamenti trasmessi, discusse in un secondo momento durante le sessioni live con il Core Trainer.
  • Challenge per applicare in modo pratico quello che si è imparato e testare le proprie conoscenze.
  • Progetti per mettere in pratica gli apprendimenti creando dei videogiochi e al tempo stesso iniziando a costruire un portfolio.
  • Mini-challenge, assimilabili ad attività pratiche o rompicapo per stimolare il pensiero logico e aiutare gli studenti a considerare un determinato compito da una prospettiva diversa.
  • Risorse di approfondimento complementari che forniscono informazioni su tematiche specifiche e sulle esperienze maturate.
DBGA

I primi corsi in partenza, interamente in lingua inglese, sono il corso di Game Design e di Game Programming, suddivisi entrambi in due piani distinti: il Piano Foundation che si svolge nell’arco di 6 mesi e il Piano Professional della durata di 10 mesi che include anche coaching e mentoring per l’inserimento lavorativo ed eventi di networking (a questo link potete confrontare le due offerte). A seguire gli studenti ci saranno i Core Trainer Derek Hartin per il corso di Game Design e Matt Sharpe che si occuperà di formare i programmatori. Entrambi sono professionisti del settore da moltissimi anni e conoscono bene le dinamiche della game industry.

Durante gli Open Day abbiamo partecipato a due sessioni dal vivo su Zoom, una per ogni Training Journey, e abbiamo potuto toccare con mano l’approccio diretto che viene utilizzato durante le lezioni. Nel corso di Game Design ci siamo confrontati con la realizzazione della documentazione necessaria per presentare un videogioco nella sua versione concisa per un elevator pitch. La teoria accompagnava la pratica mentre Derek Hartin stimolava la partecipazione del gruppo. Scomponendo il documento nelle sue parti minime, portando esempi da giochi noti e partecipando a un’attività di brainstorming con tutti i partecipanti ci siamo calati per un’oretta nella mentalità del Game Designer. Al termine dell’ora eravamo già in grado di distinguere i concetti chiave per una buona documentazione leggibile e coinvolgente, ma il corso andrà più in profondità toccando anche prototipazione, processo di produzione e, ovviamente, sviluppo vero e proprio.

DBGA

Anche la lezione sulla programmazione rivolta ai videogiochi ha seguito una struttura simile: teoria intervallata da momenti di discussione, partecipazione, sviluppo del pensiero logico e interazione con gli strumenti digitali messi a disposizione. L’argomento di esempio scelto per introdurre il corso ci ha fatti avvicinare a classi, metodi e proprietà della programmazione a oggetti mentre cercavamo, guidati da Matt Sharpe, di tradurre l’idea di un game designer in entità funzionali per il team di sviluppo. Ciò ha messo in evidenza anche quanto sviluppare videogiochi sia un lavoro che richiede che ogni divisione comunichi con le altre, aspetto che la formazione andrà a rafforzare durante la realizzazione di progetti e attività di gruppo. Noi abbiamo scalfito solo la superficie dell’offerta che, ad esempio, vede per il Training Journey di Game Programming anche l’uso dei motori di gioco Unity e Unreal Engine per un approfondimento degli elementi della programmazione 2D e 3D.

L’industria dei videogiochi è un settore fortemente in espansione e in costante mutamento. Gli sbocchi professionali sono moltissimi e Geoffrey Davis, direttore generale della DBGA, ha affermato che circa il 75% degli studenti che esce dall’academy trova lavoro entro 8 mesi dalla fine dei corsi, anche in questo periodo particolare. Se volete saperne di più sui Training Journey in modalità Online Blended e sulle modalità di iscrizione, attive fino al 21 giugno, potete consultare il sito ufficiale della Digital Bros Game Academy a questo indirizzo.