Giochi PC

Elder Scrolls 5 su PC come su console, altri dettagli

La grafica di The Elder Scrolls V: Skyrim sarà simile su tutte e tre le versioni, PC, PS3 e Xbox 360. Queste le parole di Todd Howard dell’editore Bethesda, riportate da un articolo su Dutch Power Unlimited – una rivista olandese di videogiochi. Ma andiamo con ordine.

Dopo aver svelato numerose informazioni sul sistema di combattimento di Skyrim (Elder Scrolls V rivoluziona il combattimento), Howard ha raccontato qualcosa in più sulla grafica, sul mondo di gioco, sulla longevità della quest principale e su altri dettagli.

Ritornando ancora brevemente sul combattimento, specifichiamo che il moltiplicatore del danno “stealth” è ancora in fase di test, e non è detto che un colpo effettuato di nascosto diventi fino a 10 volte più potente anche nel gioco finale. Un’altra caratteristica, riportata da GameInformer ma smentita da Howard, è la possibilità di effetti magici combinati.

Le nuove informazioni che giungono dalla rivista olandese, tradotta da Neogaf, parlano di come Bethesda abbia intenzione di abbellire la grafica della serie in Skyrim. “Sotto questo aspetto, il nostro scopo principale è di migliorare le espressioni facciali e le animazioni“, ha dichiarato Howard.

La grafica di The Elder Scrolls V: Skyrim sarà simile su PC, Xbox 360 e PS3 – Clicca per ingrandire

“Stiamo lavorando sul pop-up, e vogliamo assicurarci che la grafica su PC, Xbox 360 e PS3 sia somigliante. Tutte e tre le versioni saranno molto curate graficamente, a prescindere dalla risoluzione maggiore e dell’anti-aliasing che sarà presente su PC, ovviamente”.

Ci permettiamo di aggiungere che gli appassionati del gaming su PC potranno consolarsi con le mod realizzate dalla community, in grado di cambiare (e migliorare) ogni singola texture del gioco, per cui supponiamo che la versione su console sarà più limitata graficamente, rispetto alle potenzialità del gioco su PC. D’altro canto, i fan delle console potranno godersi il nuovo RPG di Bethesda su uno schermo di grandi dimensioni, senza particolari rinunce grafiche e sdraiati sul divano. A ognuno la sua scelta.

###old1118###old

Anche l’inventario sarà aggiornato e più “pulito”, con una preview in Flash che permetterà di esaminare e di ruotare ogni singolo oggetto del gioco: armi, armature ma anche accessori e ingredienti. Occasionalmente, questa caratteristica potrà essere usata per risolvere alcuni enigmi. I fan delle letture del mondo di Tamriel ritroveranno i libri, ma questa volta saranno realizzati in tre dimensioni.

Parlando del mondo di gioco, le dimensioni saranno simili a Oblivion (vasto circa 41 chilometri quadrati). Ritornerà il viaggio rapido, per spostarsi velocemente da un luogo già visitato a un altro, ci saranno cinque città principali e 130 dungeon, ricchi di trappole ed enigmi.

Cinque città principali e 130 dungeon. Vi basteranno? – Clicca per ingrandire

Nonostante non ci sia nessun limite sul potenziamento del personaggio, ogni dungeon si bloccherà al livello raggiunto dal protagonista durante la prima visita, per evitare un facile aumento di esperienza. In ogni caso, i potenziamenti (o perks) del personaggio saranno limitati, e nessun personaggio potrà ottenerli tutti.

La storia principale durerà circa venti ore, mentre le side quest impegneranno il giocatore per centinaia di ore. Per ridurre “il senso di colpa” e la distrazione durante le missioni secondarie, la trama del gioco sarà meno importante rispetto a Oblivion. Per scoprire se questo sarà un pregio o un difetto bisognerà aspettare l’uscita del gioco, anche se è un’affermazione che ci lascia abbastanza perplessi (c’è sempre la speranza di un ipotetico errore di traduzione dall’olandese, dopotutto).

Gli amanti dei draghi saranno contenti di scoprire che non saranno rari, e ognuno di essi, una volta sconfitto, farà diventare il vostro personaggio ancora più forte, aggiungendo un po’ della loro anima a quella del protagonista e sbloccando nuove abilità.

Infine, Howard conferma che la versione per Xbox 360 non supporterà il Kinect, che la Gilda degli Assassini, o Confraternita Oscura, farà il suo gradito ritorno (con grande gioia di tutti i fan) e che i prossimi titoli di Bethesda sfrutteranno i vantaggi resi possibili da Creation Engine, il motore di Skyrim.