Tom's Hardware Italia
eSports

Fortnite: pro-player accusato di barare alle qualificazioni della Coppa del Mondo

Fortnite deve ancora una volta vederla con un'accusa di cheating: un pro-player accusa un collega di aver barato durante le qualificazioni.

Non passano più di un paio di giorni e nuovamente spuntano in rete nuove accuse legate a Fortnite. In questa caso, non è il gioco a essere diretto bersaglio delle critiche, ma a essere finito nel mirino è un pro-player, tale XXiF. Il giocatore, membro del noto team statunitense Rise Nation, non è accusato di aver usato cheat, ma di aver collaborato con altri giocatori al fine di guadagnare facilmente punti durante le qualificazioni per la Coppa del Mondo, in modalità Solo.

La denuncia arriva da HighSky, un altro giocatore professionista, che ha pubblicato su Twitter un video in cui mostra i replay dell’azione di XXiF. Secondo HighSky, il collega elimina altri due giocatori in modo estremamente sospetto. Nel filmato possiamo vedere che i suoi avversari agiscono in modo impreciso, ignorando un’arma di qualità e cadendo sotto i colpi di XXiF facendo veramente poca resistenza.

Il loro comportamento, sopratutto considerando il livello del torneo e il fatto che uno dei due è un noto amico di XXiF, fa sorgere molti dubbi. La denuncia ora è di dominio pubblico, quindi spetta a Epic Games indagare e prendere una decisione in merito. XXiF è arrivato secondo al terzo match di qualificazione: ha ottenuto un premio in denaro di 4.000 dollari e si è assicurato un posto nella Coppa del Mondo.

Nel caso nel quale si rivelasse colpevole, XXiF non solo perderebbe quanto ottenuto durante le qualificazioni, ma rischierebbe anche di perdere la propria posizione all’interno di Rise Nation. Diteci, voi cosa ne pensate di questa situazione? Credete che HighSky abbia ragione, oppure credete che non ci siano le basi per un’accusa?

Cheater o meno, tutti apprezzano un bel pacchetto di contenuti speciali per Fortnite: potete acquistarne uno a questo indirizzo.