eSports

Magic The Gathering, i risultati del day2 dei World Championship XXVI

La 26° edizione del Magic World Championship è partita e tutti i riflettori degli appassionati al mondo di Magic The Gathering, sono puntati sull’evento più importante dell’anno. Dopo aver tirato le somme di quel che è stato il Day1 di questo importantissimo evento, abbiamo finalmente i nomi dei quattro pro player più forti del mondo. Chi sono? Scopriamolo insieme analizzando il day2 dei mondiali.

Nel secondo giorno del torneo si sono svolti tutti i match “play-in” e gli otto giocatori rimasti, hanno provato a conquistarsi la top8 senza esclusione di colpi. Ci sono alcuni dei nomi più altisonanti del circuito mondiale del gioco di carte collezionabili più famoso di sempre: Piotr Glogowki (Kanister), Sebastian Pozzo, Jean-Emmanuel Depraz, Thoral Severin, Gabriel Nassif, Autumn Burchett, Raphael Lèvy e Chris Kvartek. Avevamo visto ieri i quattro giocatori che si erano guadagnati l’accesso diretto alla top8 con un day1 perfetto o quasi: Paulo Vito Damo da Rosa, Seth Manfield, Màrcio Carvalho ed Eli Loveman.

Magic The Gathering

Nel primo match di questa seconda giornata abbiamo avuto dei risultati contro ogni pronostico:

  • Chris Kvartek ha sconfitto due a uno il ben più titolato Piotr Glogoski ribaltando i pronostici e confermadosi “rookie of the year”;
  • Sebastiàn Pozzo si è aggiudicato il match contro il veterano di Magic Raphael Lèvy sempre due a uno: l’esperienza alle volte non è tutto;
  • In uno scontro tutto francesce J-E Depraz ha vinto contro uno dei più grandi di sempre: Gabriel Nassif. Sarà un segnale che vuole spodestarlo come miglior giocatore transalpino di sempre?
  • Nel quarto match Autumn Burchett ha dimostrato la superiorità del suo Temur Reclamation con due vittorie ed una sconfitta contro Thoralf Severin. Inghilterra-Germania è da sempre uno scontro di fuoco.

In questo modo ci siamo ri-trovati a questo tabellone: Kvartech vs. Pozzo e Depraz vs. Burchett. Sebastiàn Pozzo ha decisamente confermato il motivo per cui ha scelto Mono-red Aggro per il torneo più importante della sua vita, vincendo due a uno e imponendosi sul Temur Reclamation di Kvartech. Era un match con statistiche completamente a suo favore, e l’argentino non ha voluto deluderle accedendo così alla top8.

Autumn Burchet si è dovuta arrendere in un mirror match di Temur Reclamation. J-E Depraz nel suo deck-build aveva decisamente previsto un modo per avvantaggiarsi in questo tipo di match includendo nel suo mazzo delle counterspell main-deck e soluzioni aggressive nella sideboard. Le sue scelte lo hanno portato direttamente tra gli otto pro player più forti al mondo.

Magic The Gathering

Avendo ancora due slot liberi per la top8, gli sconfitti hanno però avuto una seconda possibilità di accederci. Per questo motivo Piotr Glogowski si è confrontato con Raphaèl Lèvy ma la sua scelta di portare Jund Sacrifice non lo ha premiato. Raph si è portato a casa il match due a uno e butta fuori dal torneo uno dei giocatori arrivati a Honolulu come favorito. Gabriel Nassif torna ad imporsi ricordandosi di essere da sempre uno degli Hall of Famer più performanti di Magic. Batte Thoralf Severin due a uno ribaltando clamorosamente le previsioni.

Yellowhat (Nassif) ha costruito la sideboard del suo Jeskai Fires appositamente per avere un piano molto forte contro il mazzo portato da Severin: Azorious Control. Era tutto calcolato dal francese. Autumn Burchet si vendica della sconfitta contro J-E Depraz battendo un suo connazionale: Raph Lèvy. La win-rate del mazzo dell’inglese (Temur Reclamation) contro quello del francese (Jeskai Fires) le davano ragione già in partenza. A lei è bastato giustificare i numeri e portarsi a casa un due a zero accedendo così alla top8.

Il giovane Chris Kvartek ora si trova di fronte un mostro sacro come Gabriel Nassif. I pronostici legati ai mazzi vedono come favorito il giovane americano, ma a Nassif questo evidentemente non interessa molto. Yellowhat si conquista una vittoria secca due a zero avanzando di diritto tra i migliori otto giocatori al mondo.

Magic The Gathering

Arrivati a questo punto abbiamo completato il rooster della top8. Di seguito gli scontri per l’accesso alla top4 del torneo!

Scontri per l’accesso alla top4

Upper Bracket

Màrcio Carvalho vs Eli Loveman: Carvhalo vuole diventare il migliore al mondo, Loveman ha come scopo sconfiggere i migliori. Lo scontro perfetto per dimostrare quanto ci tengono al proprio obiettivo. La partita finisce due a uno per Màrcio che accede direttamente alla top4. Eli avrà un’altra possibilità sfidando il primo vincente del lower bracket della top8.

Seth Manfield vs P.V. Damo da Rosa (PVDDR): assistere a questo match è come guardare una sfida tra Maradona e Pelè. Sono due dei migliori giocatori della storia di sempre e si contendono anche quest’anno, il titolo di “player of the year” trovandosi contro. PVDDR decide di ingranare la quarta e accaparrarsi un sonoro due a zero per accedere alla top4. Ora Seth dovrà guadagnarsi la sua rivincita, cercando di accaparrarsi lo scontro con il vincente della seconda sfida del lower bracket.

Lower Bracket

L’incontro tra Gabriel Nassif e Autumn Burchett è di nuovo il momento di uno scontro Inghilterra – Francia. La Burchett ha già spedito a casa Raph Lèvy, compagno di testing di Nassif che giocava esattamente il suo stesso mazzo. A questo giro però l’inglese non riesce a imporsi. Nassif strappa una vittoria per due a uno vendicando il suo compagno di squadra e rispedendo Autumn a casa.

Sebastiàn Pozzo e J-E Depraz sono due giovani di belle speranze e si stanno giocando un posto tra i più grandi al mondo. Le statistiche dicono che il mazzo di Pozzo sia decisamente il migliore nel match-up e lui, non permette alcun passo falso, confermando un due a uno conquistandosi una chance per la top4.

Gabriel Nassif vs. Eli Loveman: Yellowhat ormai sta facendo più fatica di tutti gli altri Hall of Famer per trovare la strada verso la top8, ma questo non lo ferma. Sconfigge Loveman in un match-up che lo vedeva in vantaggio sulla carta. Il suo Jeskai Fires lo porta alla top4.

E siamo arrivati alla fine allo scontro tra un mirror match di mono-red Aggro: Sebastiàn Pozzo vs. Sth Manfield. Sono botte da orbi a non finire che portano alla vittoria di Manfield con un due a uno combattuto e meritato. Ora anche lui è nei Fantastici Quattro di questo mondiale.

Magic The Gathering

Cosa ci riserverà l’ultima giornata?

Nell’ultima giornata del torneo stiamo per vedere degli scontri che si prospettano incredibili:

  • Match 1 – Màrcio Carvalho vs PVDDR: Màrcio vuole battere i migliori per diventare il migliore. Ora ha di fronte quello che sui libri di storia di Magic troveremo come “uno dei più grandi di sempre”. Vincerà il giovane leone o il saggio del branco?
  • Match 2 – Gabriel Nassif vs Seth Manfield: Siamo di fronte ai massimi sistemi del gioco. Due Hall of Famer che lottano per accedere alla finale dei mondiali. Uno scontro dove niente sarà scontato e ogni mossa decisiva.

Diamo un piccolo update alle win-rate dei vari archetipi durante questo World Championship XXVI

Mono-red Aggro Azorious Control Temur Reclamation Jeskai Fires Jund Sacrifice
Mono-red Aggro 50,0% 33,3% 85,71% 40,0% no match
Azorious Control 66,6% 50,0% 33,3% 50,0% no match
Temur Reclamation 14,29% 66,6% 50,0% 50,0% 50,0%
Jeskai Fires 60,0% 50,0% 50,0% 50,0% 0,0%
Jund Sacrifice no match no match 50,0% 100,0% 50,0%

Tolto il match-up tra Mono-red Aggro e Temur Reclamation siamo sempre in dubbio sul capire quale sia il miglior mazzo Magic del torneo. Non ci resta che attendere e vedere chi sarà il tanto acclamato vincitore di queste Magic World Championship XXVI!

Non hai mai giocato a Magic e vuoi cominciare a farlo? Acquista ora su Amazon il core set starter kit per cominciare!