guida all'acquisto

Migliori mouse gaming economici (aprile 2024)

Siete alla ricerca dei migliori mouse da gaming sotto ai 50 euro? In questo articolo troverete i prodotti che fanno proprio per voi!

1
Il migliore in assoluto
Immagine di Logitech G203 LIGHTSYNC

Logitech G203 LIGHTSYNC

Un mouse economico e performante
2
Il più rapido
Immagine di Corsair KATAR PRO XT

Corsair KATAR PRO XT

3
L'alternativa wireless
Immagine di Trust GXT 980

Trust GXT 980

Un mouse gaming wireless economico e con ben 50 ore di autonomia.
4
Il migliore con switch meccanici
Immagine di Razer Deathadder Essential

Razer Deathadder Essential

Un mouse gaming estremamente economico ma dotato di ottime caratteristiche.
Avatar di Giulia Serena

a cura di Giulia Serena

Editor

Nell'ambito del PC Gaming, il mouse è senza ombra di dubbio uno strumento di estrema importanza, utilizzato quotidianamente dai giocatori, al punto da diventare una vera e propria appendice del loro corpo. Districarsi tra le tantissime alternative presenti sul mercato, però, è davvero difficile, specialmente se si ha a disposizione un budget ridotto. Per questo motivo abbiamo deciso di proporvi una guida ai migliori mouse da gaming economici, ovvero sotto la soglia dei 50 euro, in modo da aiutarvi a scegliere al meglio il vostro “compagno” di giochi, permettendovi di analizzare le caratteristiche di quelli che riteniamo siano i migliori prodotti disponibili sul mercato.

In questa guida prenderemo in analisi non solamente il prezzo di listino (al netto delle varie offerte che si possono trovare regolarmente sui vari store online) ma anche tutti quei fattori che possono condizionare la scelta finale, come la connessione, l’impugnatura e la precisione del sensore. Se, invece, il parametro che andrà  condizionare la vostra scelta non è principalmente il prezzo, vi ricordiamo che sulle nostre pagine potrete trovare le guide ai migliori mouse da gaming e ai migliori mouse ergonomici. Al momento il mercato offre diverse opzioni, ma per ora queste proposte continuano a essere le migliori, soprattutto considerando il rapporto qualità prezzo.

Come scegliere i migliori mouse gaming economici?

Il mondo dei mouse presenta moltissime soluzioni e si offre a tante personalizzazioni. Questa varietà può rendere difficile trovare la periferica più adatta alle proprie esigenze: molto dipende dal tipo di presa (claw grip, palm grip o fingertip), dai titoli che preferite giocare e dal budget che avete a disposizione. Ricordiamo che, a fronte di costi mediamente più elevati dei mouse “comuni”, i migliori mouse da gaming sotto ai 50 Euro, sono ottimi anche per le applicazioni in ambito lavorativo e soprattutto creativo: la precisione, la resistenza e la comodità di questa tipologia di mouse li rende degli indiscussi protagonisti anche nell’uso quotidiano.

Qual è il migliore mouse da gaming?

Il genere di gioco che preferite determina alcune delle caratteristiche principali da cercare nel vostro mouse gaming. Se siete amanti degli MMO o dei MOBA sarete alla ricerca di un prodotto con un buon numero di pulsanti programmabili; se preferite gli FPS o gli RTS il vostro mouse gaming ideale dovrà essere leggero, con un sensore estremamente preciso e con un vasto range di DPI. Ma non dimenticate che, spesso, il mouse gaming è anche la periferica con cui lavorate: un buon software e la possibilità di personalizzare i tasti e i DPI possono offrire un aiuto in più ai creator. Inoltre un professionista potrebbe preferire un mouse gaming wireless al tradizionale mouse con il filo.

Quali sono i tipi di presa del mouse gaming?

Nel caso siate dei neofiti, e non abbiate una gran conoscenza dei vari tipi di presa, poco più sotto trovate una sintesi dei tre tipi di presa che potreste trovare indicati sulle scatole dei migliori mouse da gaming sotto ai 50 Euro. Queste differenti tipologie sono diffuse sia tra i mouse esclusivamente per destrorsi che per quelli caratterizzati da un design per ambidestri:

  • Palm Grip: Si tratta dell’impugnatura più comune: dita e palmo sono distesi sul mouse in modo, poggiando su tutta la sua superficie.
  • Claw Griplior ambidestro: il palmo della mano poggia sul retro del mouse. Le dita formano un arco e poggiano con il polpastrello sui pulsanti del mouse.
  • Fingertip Grip: la mano è sospesa sopra il mouse: solo la parte finale delle dita entra in contatto con i tasti. Il movimento è affidato a lievi tocchi del polso.

Quanto conta l'ergonomia in un mouse gaming?

Il primo fattore da considerare nella scelta del mouse è sicuramente l’ergonomia, visto che il mouse è il dispositivo di input con cui l’utente interagisce maggiormente. Avere un mouse con una buona ergonomia è utile per ridurre molto l’affaticamento delle articolazioni, che risultano essere sempre in tensione se si usano periferiche dalle forme più tradizionali. 

Oltre ai mouse classici e verticali esistono le trackball, dispositivi di nicchia di cui molti utenti non sanno neanche l’esistenza: si tratta di dispositivi in cui il movimento del puntatore è affidato a una sfera sensibile al tocco, che solitamente viene mossa con l’indice o il pollice, anziché al movimento del polso. Si tratta delle periferiche che sollecitano meno i muscoli dell’avambraccio, ma risultano essere decisamente più costose dei modelli tradizionali, oltre che poco indicate per il gaming.

Quanti DPI deve avere un mouse gaming?

La caratteristica più importante da tenere i considerazione quando si sceglie uno dei migliori mouse da gaming sotto ai 50 Euro, è ovviamente il sensore ottico. Il DPI (Dots Per Inch) è il valore che indica il livello di sensibilità minima e massima che il sensore del mouse può raggiungere, e determina la velocità del cursore, oltre che l’accuratezza con cui il puntatore seleziona gli elementi presenti a schermo.

Più il valore di DPI è alto, più il mouse sarà veloce, reattivo agli spostamenti e preciso. A questo proposito una buona pratica è quella di acquistare un mouse da gaming che ha la possibilità di immagazzinare più profili DPI al suo interno, così se spaziate tra FPS, MOBA, o il semplice uso quotidiano del PC, avrete sempre la sensibilità giusta per ogni occasione.

Quanti pulsanti ha un mouse gaming?

Il numero di pulsanti a bordo di un mouse è un fattore spesso sottovalutato, ma che può incidere in maniera importante durante le operazioni quotidiane. La maggior parte delle periferiche presenti nella nostra guida presentano un minimo di tasti personalizzabili. Ovviamente la presenta di un maggior numero di pulsanti, conferisce un maggior guadagno in termini di risparmio di tempo (grazie alle scorciatoie programmabili) e di maggior controllo all'interno dei giochi grazie ai pulsanti programmabili.

Meglio un mouse gaming cablato o wireless?

I mouse in origine erano tutti dotati di un collegamento tramite cavo, ma ormai da molti anni esistono in commercio mouse senza fili, che massimizzano la portabilità e la comodità d’uso di questi dispositivi. I mouse con cavo sono preferibili per chi necessita di un dispositivo destinato al gaming, per via di una totale assenza di latenza del segnale. Negli ultimi anni, però, i mouse senza fili, grazie all'estrema libertà di movimento che offrono, hanno cominciato a spopolare fra i videogiocatori, grazie alla grande evoluzione tecnologica sviluppata nelle connessioni senza cavo.

Di cosa è fatto un mouse gaming?

Come ogni tipo di hardware anche nella scelta fra i migliori mouse da gaming sotto ai 50 Euro, è importante badare anche ai materiali che lo compongono. Un mouse da gaming è uno strumento che verrà usato per svariate centinaia di ore, è quindi importante che sia costruito con materiali resistenti. I due elementi più importanti da tenere in considerazione sono la scocca (la quale deve essere robusta) e i tasti (i quali devono sopportare milioni di click per poter realmente durare a lungo).

Nel caso specifico dei migliori mouse da gaming sotto ai 50 Euro, non potrete aspirare a scocche in alluminio ma indubbiamente le plastiche delle marche prese in considerazione in questa guida sono tutte molto valide. Discorso diverso per la resistenza dei tasti che, in base alle opzioni che deciderete di avere nel vostro mouse da gaming, potrebbero risultare inferiori ai modelli più dispendiosi. Il nostro consiglio è sempre quello di riflettere al meglio sulle vostre necessità e magari evitare un prodotto con una resistenza dei tasti minore se le vostre necessità sono quelle di comprare uno strumento con il quale spendere assieme decine e decine di ore alla settimana.

Quale marca scegliere per un mouse gaming?

Come nella maggior parte dei casi, la marca di un hardware può fare la differenza. Nel caso dei migliori mouse da gaming sotto ai 50 Euro, però, una marca blasonata non è automaticamente migliore di un’altra. Indubbiamente rimane una buona indicazione per capire verso quali prodotti rivolgersi ma tenete sempre in considerazione che, nel caso dei prodotti più economici, alcune aziende optano per offrire prodotti di buget più contenuto, per ottenere l'attenzione dei clienti e la conseguente fiducia se i prodotti si rivelano competitivi.

Bisogna sempre, e comunque, tenere in considerazione la qualità dei materiali costruttivi e di assemblaggio, funzioni, possibilità di personalizzazioni e, ultimo ma non per importanza, il supporto tecnico. In questi casi Logitech, Razer o Trust sono senz’altro alcuni tra i brand da tenere in considerazione, insieme anche a Corsair, che continua nella produzione di periferiche e non solo per tutte le tasche.

Quanto costa un mouse gaming?

Veniamo, infine, all'aspetto più delicato da tenere in considerazione nel momento in cui sceglierete uno dei migliori mouse da gaming sotto ai 50 Euro: il prezzo. Bisogna precisare che non sempre un prezzo più elevato significa una qualità migliore. in moltissimi casi, specialmente per i modelli più costosi, un prezzo elevato corrisponde a caratteristiche, e funzioni, aggiuntive di cui magari non si ha realmente bisogno.

Ovviamente questo non significa che un mouse con un prezzo che si aggira sotto i 50 Euro possa garantirvi una resa analoga a uno più costoso ma se siete interessati esclusivamente ad avere uno strumento in grado di offrirvi delle funzioni basiche di ottimo livello, tutti i modelli presenti nella nostra guida ai migliori mouse da gaming sotto i 50 Euro possono soddisfare questa vostra esigenza senza alcun problema.

 

1. Logitech G203 LIGHTSYNC

Immagine di Logitech G203 LIGHTSYNC

Il migliore in assoluto

Un mouse economico e performante
  • 6 tasti programmabili , Prezzo bassissimo

 Negli ultimi anni, Logitech si è impegnata sempre di più per lanciare una serie di prodotti adatti ai videogiocatori. Tra le tante periferiche lanciate sul mercato, il produttore ha anche affiancato ai device premium una serie di mouse e tastiere alla portata di tutti, come il Logitech G203 LIGHTSYNC. Si tratta di un mouse che è reperibile intorno ai 40 Euro (ma in promozione può essere scontato fino al 50%) e si tratta di una periferica sicuramente soddisfacente per tutti coloro che hanno un budget non troppo alto da investire nell'acquisto di periferiche per PC. Nel dettaglio, il Logitech 203 LIGHTSYNC è un mouse da gaming che possiede diverse caratteristiche essenziali che lo rendono tale, a partire dalla sua connessione cablata. Sono presenti sei pulsanti programmabili e cinque livelli di sensibilità DPI regolabili sfruttando il software Logitech G Hub fino a un massimo di 8.000 DPI. I tasti dispongono di un tensionamento meccanico con molle in metallo, in grado di durare nel tempo e garantire prestazioni e affidabilità. Non potevano mancare le luci RGB, che conferiscono al mouse un aspetto estetico decisamente elegante e gradevole. 

2. Corsair KATAR PRO XT

Immagine di Corsair KATAR PRO XT

Il più rapido

  • Sensore fino a 18.000 DPI , Switch Omron
  • No illuminazione RGB

 Con appena 73 grammi di peso e la possibilità di acquistarlo sia in versione cablata che wireless (con emtrabe le opzioni sotto i 50 Euro), il Corsair KATAR PRO XT può davvero essere il vostro prossimo mouse da gaming. Con un sensore ottico fino a 18.000 DPI (con tre profili selezionabili) e un elegante colore nero, questa periferica è praticamente la vostra scelta ideale se avete un budget ridotto da dedicare a questo genere di componenti. Dotato di Switch Omron, decisamente resistenti e con una durata dichiarata dal produttore fino a 5 milioni di click, il mouse è dotato del meccanismo di attuazione Corsair QuickStrike che elimina la distanza con gli Switch per click ancora più veloci. La presa Claw oppure Finger completano una periferica sicuramente di grande interesse. Bisogna però scendere a compromessi con l'illuminazione RGB, assente sul mouse al di là di una leggera luce sulla rotellina di scorrimento

3. Trust GXT 980

Immagine di Trust GXT 980

L'alternativa wireless

Un mouse gaming wireless economico e con ben 50 ore di autonomia.
  • Connettività wireless , Sensore da 10.000 DPI

 Anche la soluzione proposta da Trust con il GXT 980 è sicuramente un'ottima scelta per tutti coloro che hanno a disposizione un budget intorno ai 50 Euro per il loro mouse. La periferica in questione è disponibile in due versioni, cablata e wireless ed è pensato per tutti coloro che affrontano lunghe sessioni davanti ai loro videogiochi preferiti. In versione wireless (forse la scelta migliore, visto e considerato che spesso va in sconto) offre la ricarica rapida con un cavo Type C e il produttore garantisce circa 50 ore di autonomia. Il sensore ottico è regolabile da un minimo di 200 fino a un massimo di 10.000 DPI e sono garantito fino a 80 milioni di clic. Presenti 6 pulsati, interamente programmabili e che consento dunque una totale personalizzazione per giochi competitivi e non solo. Il mouse Trust GXT 980 possiede anche una serie di luci RGB personalizzabili grazie all'utilizzo del software di Trust. 

4. Razer Deathadder Essential

Immagine di Razer Deathadder Essential

Il migliore con switch meccanici

Un mouse gaming estremamente economico ma dotato di ottime caratteristiche.
  • Switch meccanici , 5 pulsanti programmabili

Volete uno fra i migliori mouse da gaming sotto ai 50 Euro ma al contempo volete spendere il meno possibile? Allora vi consigliamo il Razer DeathAdder Essential. Per poco più di 30€ avrete a disposizione un mouse da gaming dotato di sensore ottico ad alta precisione da 6.400 DPI che offre una regolazione immediata della sensibilità tramite pulsanti DPI dedicati, interruttori meccanici a lunga durata in grado di sopportare fino a 10 milioni di clic e 5 pulsanti programmabili per poter rimappare, e assegnare, funzioni macro complesse tramite il software Razer Synapse in dotazione con il mouse. Decisamente un'ottima scelta per il prezzo irrisorio a cui viene venduto, anche se a differenza del Logitech G203, il DeathAdder Essential non offre un design ambidestro e alcun tipo di illuminazione RGB.