Immagine di Turtle Beach Stealth Ultra | Recensione - Il miglior pad del momento?
Videogioco

Turtle Beach Stealth Ultra | Recensione - Il miglior pad del momento?

Turtle Beach Stealth Ultra è il nuovo controller della nota azienda che si presenta per essere uno dei migliori pad sul mercato... ma è così?

Avatar di Andrea Riviera

a cura di Andrea Riviera

Managing Editor

Turtle Beach sembra instradata verso la realizzazione di nuovi prodotti premium per l'utenza. Un esempio concreto lo avevamo già visto con le cuffie Turtle Beach Stealth Pro e ora sembra nuovamente tornare con il gamepad Turtle Beach Stealth Ultra, che vuole posizionarsi nel settore dei controller wireless per professionisti, competendo direttamente con l'Xbox Elite Controller, o quantomeno porsi come alternativa valida alla periferica Microsoft.

Nel corso delle ultime settimane lo abbiamo provato in maniera approfondita, sia su PC che su Xbox Series X|S, alternandolo su diversi videogiochi e testando le sue peculiarità tecniche. In generale non ci sentiamo di promuoverlo a pieni voti per una serie di limitazioni che leggerete in questa recensione, ma senza dubbio si tratta comunque di uno dei migliori controller sul mercato sotto questa fascia di prezzo.

Come è fatto

Il gamepad prende il tipico layout Xbox (e con licenza ufficiale), quindi con analogici asimmetrici e tasti A,B,X,Y. All'interno della confezione è possibile trovare una custodia con zip, dove all'interno è possibile trovare due serie di copri analogici, la base di ricarica, il ricevitore wireless e l'immancabile cavo USB-C.

Nonostante ci sia la custodia, il pacchetto completo non offre quella sensazione premium che invece è ben percettibile quando si acquista un controller Elite di Xbox e anche la mancanza di un numero adeguato di ricambi per quanto concerne i pulsanti non soddisfa proprio pienamente. 

Per fortuna noi dobbiamo valutare il controller, e da questo punto di vista le cose cambiano. Il peso è di appena 246 grammi, di conseguenza è più leggero di un gamepad Xbox originale dal peso, circa, di 270g. Ovviamente è, di conseguenza, molto più leggero dell'Elite Controller e questo potrebbe renderlo più interessante per chi cerca un prodotto più "confortevole".

Chiaramente la qualità costruttiva è anche di per sé al di sotto di ciò che si vede nei pad Xbox di Microsoft, soprattutto nell'ergonomia dove la gomma laterale non convince del tutto e la plastica appare abbastanza "cheap". Per fortuna l'estetica rimane però bellissima, con tanto di strisce led poste ai lati, personalizzabili con una vasta gamma di colorazioni via software.

Peso 246g
Connettività USB-C, Jack 3,5mm
Cavo 3 metri
Autonomia 9 ore
Compatibilità Xbox, PC

La parte centrale vede quindi i classici pulsanti Xbox, con l'aggiunta del bottone "+", necessario per navigare nei menu del display posto al centro. Quest'ultimo risulta decisamente più comodo e utile di quello visto nel Raikiri Pro, perché oltre a essere a colori e offrire una navigazione più veloce e fluida, può essere connesso all'applicazione gratuita su smartphone, Controller Center 2, per leggere i messaggi WhatsApp. Il resto era già presente nel prodotto ROG, come il poter impostare i profili (fino a 10) e personalizzare dal punto di vista software tutti i comandi; mentre il tutto era più scomodo, Turtle Beach ha fatto un lavoro notevolmente migliore di Asus ROG sotto questo punto di vista.

Sopra il pad è possibile trovare come sempre i due grilletti, con la possibilità di modificare la corsa a due livelli; i dorsali e una porta USB-C per la ricarica. Sotto troviamo il classico ingresso jack da 3,5 mm per le cuffie. Nella parte posteriore abbiamo i quattro paddle programmabili P1, P2, P3, P4 e "l'attacco" per appoggiare il pad alla base di ricarica.

Quest'ultima, presente nella confezione come precedentemente accennato, consente di essere collegata tramite USB-A alla console o al PC per caricare il pad senza doverlo collegare ogni volta con il cavo, in più è necessaria per utilizzare il pad via wireless su console Xbox, visto che offre un ingresso USB-A per il ricevitore dongle USB a 2.4GHz.

Ovviamente è possibile pensare di utilizzare il Turtle Beach Stealth Pro anche su mobile, visto che supporta pienamente la tecnologia Bluetooth.

La nostra esperienza

Arriviamo ora al punto principale: come si comporta durante il gameplay? In realtà molto bene, anche se ci sono delle criticità abbastanza importanti da sottolineare, soprattutto considerando il prezzo di 199,99 euro a cui è proposto sul mercato.

Innanzitutto manca totalmente una personalizzazione hardware, quindi non è possibile cambiare gli analogici o la croce direzionale e questo per noi è un difetto perché non offre la possibilità a un giocatore di scegliere l'altezza degli analogici o la modifica di croci direzionali differenti ove altri concorrenti (soprattutto l'Elite Controller) danno questa opportunità.

La personalizzazione interna rimane però buona, con la possibilità di impostare fino a 10 profili differenti e intercambiarli con facilità attraverso il display a colori, scegliendo che pulsanti abbinare ai quattro paddle posteriori, dove il P1 è assegnato di default a una modalità attivabile denominata "Pro Aim" che modifica la sensibilità degli analogici, adattandola all'uso degli sparatutto in prima persona. Anche se è comunque apprezzabile il tentativo, in realtà ogni giocatore ha una sua sensibilità per questo tipo di giochi, di conseguenza consigliamo di disattivarla e lavorare a una propria personalizzazione.

Abbiamo adorato l'effetto "clicky" dei bottoni meccanici e dei dorsali, molto soddisfacenti anche per i videogiochi single player. Persino i grilletti, da sempre un punto debole dei pad su licenza Xbox, ci sono sembrate di buona fattura e perfetti per gli sparatutto.

Gli analogici, invece, soffrono di una base un po' troppo liscia, che può essere però risolta con i copri analogici presenti nella confezione. Oltre a questo, il Turtle Beach Stealth Ultra dispone della tecnologia con sensori a effetto Hall, che riducono la possibilità di presentare la problematica del drifting (questa tecnologia verrà implementata, se tutto va come deve andare, anche nel prossimo Xbox controller Sebile, non ancora annunciato, ma previsto per l'arrivo quest'anno).

Arriviamo dunque all'autonomia, nonché la vera delusione di questo controller. Turtle Beach afferma che l'autonomia stimata è di circa 30 ore, ma secondo le nostre prove è complicato arrivare anche solo a 9 ore di durata, segno che forse c'è qualcosa che non quadra nel firmware o nella gestione della batteria interna.

Conclusione

Turtle Beach Stealth Ultra è un gamepad PC e Xbox Series X|S di alto livello che offre prestazioni importanti nel gaming (soprattutto multiplayer) e una serie di funzionalità peculiari legate al suo display. Il design è il suo punto di forza, impreziosito senza dubbio dalle strisce led. Peccato per la mancanza di una personalizzazione a livello "hardware", di un batteria non all'altezza e di un prezzo forse leggermente troppo alto. Tolto le criticità riscontrate, il pad di Turtle Beach è senza dubbio la miglior scelta dopo l'Elite Controller, almeno sotto questa fascia di prezzo.

Voto Finale

Il Verdetto di Tom's Hardware

Pro

  • Estetica bellissima

  • Comodissimo

  • I bottoni sono molto soddisfacenti da premere

Contro

  • Niente personalizzazione hardware

  • Autonomia deludente

Commento

 Turtle Beach Stealth Ultra offre prestazioni importanti e un'estetica davvero accattivante. Se non fosse per una batteria deludente e la mancanza di una personalizzazione hardware, staremmo parlando del miglior controller sul mercato, invece siamo dinanzi a un ottimo controller con delle piccole criticità.

Informazioni sul prodotto

Immagine di Turtle Beach Stealth Ultra

Turtle Beach Stealth Ultra