Telco

AGCOM Broadband Map, per non farsi bidonare dagli operatori

AGCOM Broadband Map, il servizio online gratuito che consente di verificare con precisione la disponibilità delle infrastrutture di accesso ad Internet delle abitazioni, a distanza di un anno dalla sua inaugurazione si rinnova con una grafica migliorata e un maggior numero di informazioni di più semplice consultazione.

Oggi in occasione di un convegno AGCOM a Roma, il Presidente dell'Istat Giorgio Alleva, il policy officer della Commissione Europea, Guido Acchioni e Blaise Soury-Lavergne, capo dell'unità di Arcep incaricata dell'attribuzione delle frequenze mobili hanno riconosciuto la qualità del progetto – decisamente all'avanguardia in Europa, secondo anche i referenti di Bruxelles.

broadband map

"Oltre 20mila utenti unici, 330mila sessioni, undici milioni di visualizzazioni di pagine del sito nel corso del periodo di riferimento della relazione annuale, mentre l'App mobile è stata installata da oltre diecimila utenti", ha ricordato il Commissario Antonio Nicita.

La peculiarità di questa piattaforma è che dispone di tutti i dati più aggiornati forniti dagli operatori. AGCOM riceve bollettini settimanali e procede con le correzioni a cadenza quasi mensile.

Leggi anche: AGCOM BBMap, la app svela le prestazioni dei numeri civici

Inoltre consente la segnalazione da parte degli utenti di eventuali errori e soprattutto identifica con precisione il tipo di tecnologia esistente, una stima prestazionale e anche l'eventuale presenza di linee rigide.

"Questa piattaforma costituisce uno strumento di grande utilità non solo per il consumatore ma anche per il regolatore e il decisore delle politiche pubbliche perché mostra gli effetti delle decisioni su investimenti e adozione", ha sottolineato Nicita.

Come funziona Broadband Map?

Prima di tutto è bene sapere che il servizio è accessibile via computer, smartphone o tablet. Il sito è "responsive" quindi sul mobile l'adattamento alle dimensioni dello schermo consente di mantenere inalterata la fruibilità.

prestazioni
Stima prestazionale

Cliccando su BBMapRete Fissa si accede alla mappa che riguarda i servizi residenziali: FWA (fixed wireless access), R (rame), RF /rame-fibra) e FF (fibra-fibra). Digitando il proprio indirizzo nella stringa di ricerca vengono visualizzate anche le tecnologie disponibili, declinate in rame, rame/fibra (VDSL da centrale), rame/fibra (VDSL da armadio), rame/fibra (VDSL+ da centrale), rame/fibra (VDSL+ da armadio) e FF (fibra/fibra fino a casa).

Da ricordare che per VDSL si intendono servizi fino a 100 Mbps, mentre per VDSL plus quelle superiori. È presente anche una stima prestazionale basata su diversi parametri – fra cui la distanza dal cabinet – cliccando su ogni singolo punto di accesso.

rete Mobile
Reti mobili

La BBMap Rete Mobile funziona analogamente ma mostra solo il tipo di tecnologa presente (2G, 3G, 4G e in futuro 5G) e il numero di reti. Ipoteticamente in una zona potrebbe esservi ad esempio copertura 4G, un diverso numero di operatori che offrono il servizio, ma solo una rete.

Uno dei fiori all'occhiello della piattaforma, di cui abbiamo già parlato in passato, è la funzione dashboard che mostra il livello di prestazioni delle zone e le percentuali delle famiglie raggiunte. Ad esempio su una base di 24,6 milioni di famiglie italiane raggiunte da servizi Internet, solo 13,7 milioni vantano prestazioni fino a 30 Mbps e 6,5 milioni fino a 100 Mbps.

Infine c'è uno strumento di "Analisi geografiche" che agevola nell'approfondimento statistico si copertura, grado d'uso, velocità, copertura, etc.

errore
E se c'è un errore… puoi segnalarlo

Da ricordare sempre che l'interfaccia mostra in alto a destra ulteriori strumenti utili, come la legenda, la galleria mappe, lo strumento per segnalare errori e la funzione di condivisione.