Tecnologia

Alimentatori troppo grandi e prese sprecate: diciamo basta!

Le multiprese – spesso chiamate ciabatte – permettono di espandere la possibilità di collegare più dispositivi sfruttando una sola presa a muro. Purtroppo però ci ritroviamo spesso a rinunciare a una o più spine, perchè gli alimentatori occupano un volume talvolta più grande del necessario. 

Col passare degli anni il numero di dispositivi tecnologici che usiamo giornalmente aumenta sempre di più. Molti di essi aiutano a svolgere le normali azioni quotidiane, altri a passare il tempo libero, altri ancora hanno consentito di raggiungere livelli di efficienza nel lavoro, impensabili fino a qualche anno fa.

4400

Tutti i dispositivi sono accomunati dal fatto di avere una batteria, o comunque di essere alimentati e ciò necessita di un collegamento alla rete elettrica. Arriviamo al dunque: perché i vari produttori, spesso e volentieri, producono alimentatori talmente voluminosi da occupare il posto di due prese? Eppure la grandezza di una presa e di conseguenza lo spazio disponibile, dovrebbe essere ben noto a chiunque commercializzi dispositivi e apparecchiature elettroniche.

Sembra quasi che le aziende costruiscano alimentatori più grandi del necessario come se ci volessero fare un dispetto. Per carità, potrebbero esserci tante motivazioni, soprattutto a livello di sicurezza, per giustificare dimensioni più grandi. Condensatori e resistenze si scaldano al passaggio dell'energia elettrica e avere più spazio dello stretto indispensabile potrebbe rivelarsi una scelta più saggia.

Leggi anche: Guida all'acquisto dell'alimentatore

Tuttavia c'è chi sostiene che tale motivo non dovrebbe costringere le aziende a realizzare alimentatori che occupino necessariamente due prese; oltre al fatto che la sicurezza può essere raggiunta in diversi modi, per esempio adottando componenti di migliore qualità, o sviluppando lo spazio in altezza.

alimentatore analogico stabilizzato ac dc 9v 500ma

Tale comportamento è comune a tutte le aziende, sia le più famose che le meno diffuse e in molti casi ci costringe a dover rinunciare ad una presa, apparentemente senza un vero e proprio motivo. È una situazione spesso frustrante. Quando si acquista una multipresa lo si fa pensando al numero di dispositivi che si vogliono collegare, ma se uno o più di questi occupa più di una spina, saremo costretti a scegliere una multipresa più grande del necessario.

Il tutto senza una valida motivazione che non sia legata a un cattivo progetto dell'alimentatore, magari per esigenze di budget.

20161129182029 Multipresa 7 Posti Italiana Bipasso   Schuko silamp

Insomma, sembra quasi un cane che si morde la coda: alimentatori più grandi del dovuto che costringono ad avere più prese del necessario, con un aumento dei consumi e dei costi che si potrebbe evitare.

Voi da che parte state? Reputate superfluo dover sacrificare una presa e pensate che ciò sia dovuto a semplice pigrizia, oppure credete che ci siano ragioni tecniche ben specifiche dietro questa scelta?


Tom's Consiglia

Dovete collegare più di 12 dispositivi a una presa elettrica? Questa multipresa garantisce affidabilità e sicurezza.