Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Telco

Altroconsumo denuncia per “cartello” Tim, Vodafone e Fastweb

Altroconsumo ha deciso di denunciare Tim, Vodafone e Fastweb al Garante della Concorrenza e del Mercato per pratiche anti-concorrenziali: l'accusa è di aver fatto cartello nella gestione della transizione alla fatturazione mensile.

"Procedono compatte, le compagnie di telecomunicazioni, imponendo ai consumatori aumenti allineati dell'8,6% in un anno. Senza via di scampo per chi tra gli utenti volesse giocare su concorrenza e offerte realmente più vantaggiose", sostiene l'associazione dei consumatori.

05 AC per presentazioni con payoff (6)

In effetti, come hanno potuto rilevare già milioni di clienti in questi giorni, tutti gli operatori sostengono che con il ritorno alla fatturazione mensile la spesa annuale non cambierà. "Peccato che fosse già cambiata – col giochino della fatturazione a 28 giorni e la mensilità in più – in peggio per le tasche degli utenti: oltre un miliardo all'anno di spesa in più, secondo l'AGCOM", prosegue la nota infuocata di Altroconsumo.

Ricostruendo i fatti non si può che riconoscere come la fatturazione 28 giorni abbia nascosto un aumento annuale dell'8,6%. Ai tempi non venne esplicitato, mentre adesso si tenta di far passare una variazione sul ciclo di fatturazione come un banale aggiornamento amministrativo.

Leggi anche: Fatturazione mensile, l'AGCOM vigila nuovamente

"Doppia attività lesiva, per gli utenti: dapprima pratica commerciale scorretta con l'imposizione dell'aumento camuffato da 'è Febbraio tutto l'anno' e ora intesa anticoncorrenziale su rincari applicati", sostiene l'associazione.

"Ce n'è abbastanza per Altroconsumo, che oggi denuncia Tim, Vodafone e Fastweb all'Autorità Antitrust: il cartello c'era sin dall'inizio, la pratica commerciale scorretta era strumentale a portarlo a compimento".

A questo punto la richiesta è di risarcimento per i clienti, blocco degli aumenti e sanzioni esemplari.