e-Gov

Amazon rimborsa i clienti truffati dal cartello degli editori

Amazon ha confermato ai suoi clienti statunitensi che a breve riceveranno un piccolo rimborso per ogni e-book acquistato tra aprile 2010 e maggio 2012. Questa non è altro che la diretta conseguenza del recente accordo antitrust fra gli editori Hachette, Simon & Schuster e HarperCollins e il Department of Justice. Secondo il Wall Street Journal ogni consumatore sarà ricompensato per gli abusi subiti con una cifra compresa tra gli 1,32 dollari e i 30 centesimi a titolo, a seconda che si tratti di un best seller o meno.

Ecco quindi dove andranno a finire parzialmente i 69 milioni di dollari patteggiati con gli editori. Ovviamente la transazione avverrà solo quando il giudice che si sta occupando del caso ufficializzerà l'accordo. Quindi se ne riparla a febbraio. In ogni caso questo non vieta ad Amazon di anticipare i tempi e informare immediatamente i suoi utenti su quanto accaduto. Per altro pare che Barnes & Noble si prepari a fare lo stesso.

Kindle Store

"Oltre all'accredito, l'accordo impone limitazioni sulla possibilità per gli editori di stabilire i prezzi degli e-book", si legge nella mail recapitata ai clienti Amazon. "Pensiamo che questo accordo sia una grande vittoria per i clienti e che consentirà di abbassare i prezzi di listino su più libri Kindle in futuro". In verità il taglio dei listini è già iniziato: poco dopo lo storico accordo sul Kindle Store i titoli HarperCollins da 9,99 dollari sono passati a 8,02 dollari mentre quelli da 13,99 dollari sono scesi a 10,94 dollari.

Intanto sul fronte Kindle l'azienda si è vista costretta a rispondere alle prime critiche mosse nei confronti del nuovo Paperwhite. "[…] non ha il supporto audio e Text-to-Speech. Questo ha permesso di rendere il dispositivo più piccolo e sottile rispetto a quanto sarebbe stato. Audio e un motore migliorato per il Text-to-Speech sono presenti sul Kindle Fire e Kindle Fire HD", si legge nella nota Amazon.

###old1836###old

Per quanto riguarda le imperfezioni dell'illuminazione Amazon sostiene che rientrino nella norma e che comunque siano limitate alla zona della cornice del dispositivo dove normalmente non è il presente testo. Infine sullo spazio di archiviazione limitato a 2 GB c'è poco da dire: è sufficiente per 1100 e-book e se non bastasse c'è il servizio Amazon cloud gratuito.

L'ultimo dettaglio della linea reader riguarda lo storico Kindle DX da 9,7 pollici: è stato ritarato dal Kindle Store americano.