e-Gov

Assistente di frenata di emergenza obbligatorio sulle auto?

La Commissione Europea sta pensando di rendere obbligatorio per tutti i nuovi veicoli il sistema di "Autonomous Emergency Braking" (Assistente di frenata di emergenza). Si tratta di una tecnologia di ultima generazione che alcune case automobilistiche, come ad esempio Volvo, Infiniti e Mercedes, hanno iniziato a inserire nei pacchetti optional dedicati alla sicurezza. Nello specifico è un dispositivo che interviene (in autonomia) sul sistema frenante per evitare o mitigare impatti.

In primo luogo identifica in tempo situazioni critiche e avvisa il conducente; in secondo luogo riduce la velocità di collisione e, in alcuni casi, predispone all'impatto la vettura e le cinture di sicurezza. "Quasi tutti i sistemi AEB utilizzano una tecnologia basata su sensori ottici o LIDAR per identificare gli ostacoli davanti alla vettura. La combinazione di queste informazioni con la velocità e la traiettoria permettono di stabilire se esiste un pericolo effettivo", sottolinea Euro NCAP, l'ente indipendente che testa la sicurezza dei veicoli.

AEB Volvo

"Se rileva una potenziale collisione, l'AEB prova prima (ma non sempre) ad evitare l'impatto avvisando il guidatore sulla necessità di intraprendere un'azione correttiva. Se il guidatore non interviene e l'impatto è imminente, il sistema applica una frenata". A seconda dei sistemi viene effettuata una frenata completa o parziale. "In ogni caso, l'intento è quello di ridurre la velocità di collisione. Alcuni sistemi si disattivano non appena il conducente intraprende un'azione correttiva".

Secondo Michiel van Ratingen, Segretario Generale di Euro NCAP, l'introduzione di un sistema di questo genere consentirebbe di ridurre del 50% le morti per incidente entro il 2020. Per questo motivo dal 2014 i veicoli testati nei crash test da Euro NCAP potranno aspirare alle "cinque stelle" solo se dotati della tecnologia AEB.

Il Parlamento Europeo a breve dovrebbe esprimersi al riguardo: in molti spingono affinché dal novembre 2013 tutti i nuovi veicoli commerciali istallino il sistema. Per i normali autoveicoli non si sa ancora nulla ma Philippe Jean degli Affari Industriali UE è convinto che la votazione sia vicina. "Gli studi indicano che la conseguente riduzione di congestione dovuta agli incidenti rappresenterebbe un valore economico di circa 100 milioni di euro solo in Germania", ha commentato il Project Leader.

Lo studio commissionato dalla Commissione Europea ha stabilito che gli incidenti potrebbero ridursi del 27% – tradotti in cifre vorrebbe dire 8mila morti in meno e tra i 7,4 e 11,9 miliardi di euro risparmiati all'anno.

Non resta che attendere. Intanto è bene sapere che in Europa il 79% delle auto in vendita non monta l'AEB.