Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Spazio e Scienze

Atterraggio su Marte del lander NASA InSight. La diretta e tutte le fasi da seguire passo passo

Lunedì 26 novembre atterrerà su Marte il lander InSight, e sarà un evento mediatico. La NASA ha comunicato qualche giorno fa che questa volta l’atterraggio sarà trasmesso in diretta streaming tramite NASA TV, con una trasmissione ininterrotta a partire dalle 12 di lunedì. Ovviamente il termine “diretta” non ha lo stesso significato della diretta di una partita di calcio. Verranno trasmessi audio e video all’interno del Centro di Controllo del Jet Propulsion Laboratory della NASA, con aggiornamenti in tempo reale direttamente dagli esperti di missione.

Il conto alla rovescia per l’atterraggio è iniziato e potete seguirlo tramite la pagina che la NASA ha dedicato a InSight, dove potete vedere anche una simulazione grafica di quelle che dovrebbero essere le ultimissime fasi dell’atterraggio (se tutto andrà come previsto).

Ieri l’agenzia spaziale statunitense ha pubblicato anche la scansione temporale degli eventi che nell’insieme comporranno la delicata fase di atterraggio. Il processo di entrata in atmosfera, discesa e atterraggio inizierà 19 di lunedì 26 novembre, il contatto con Marte è previsto alle 21 ora italiana. Sebbene tutta questa fase duri circa 7 minuti, sono molte le cose che potrebbero andare storte nel momento in cui il veicolo spaziale rallenterà bruscamente dalla velocità iniziale di 19.800 km/h a 8 km/h, velocità a cui dovrebbe toccare il suolo marziano. Quelli che la NASA aveva già battezzato con Curiosity “sette minuti di terrore”.

La separazione del modulo che contiene il lander avverrà alle 20:40, un minuto dopo il modulo dovrà orientarsi per fare correttamente ingresso nell’atmosfera, che avverrà alle 20:47, a una velocità di circa 19.800 km/h. Alle 20:49 si registrerà il momento di picco del riscaldamento dello schermo termico di protezione, che raggiungerà circa 1.500° centigradi. 15 secondi dopo la fase che fa tremare di più: il riscaldamento intenso potrebbe interrompere temporaneamente la trasmissione dei segnali radio.

Alle 20:51 si aprirà il paracadute, 15 secondi dopo verrà sganciato lo scudo termico, ormai inutile, e 10 secondi dopo si apriranno le tre “gambe” del lander. Alle 20:52 si attiveranno gli strumenti che dovrebbero rilevare con precisione la distanza dal suolo, alle 20:53 avverranno in rapidissima sequenza la separazione dal guscio posteriore e dal paracadute, l’accensione dei retrorazzi e il posizionamento del lander nell’assetto corretto per l’atterraggio. Le 20:54 è l’ora prevista per il touchdown, ma fino alle 21:01 sulla Terra non riceveremo il “Beep” trasmesso dalla radio X-Band di InSight, che sarà il segnale di conferma che il lander è vivo e funzionante.

Come detto avremo un resoconto in diretta di quello che sta accadendo. La prima immagine di InSight sulla superficie di Marte non arriverà prima di martedì mattina. Per chi non ha seguito l’atterraggio di Curiosity vale la pena dedicare 10 minuti a questo evento. Per capire la difficoltà di un evento simile, la passione e la tensione di chi ci ha dedicato tanto lavoro. E perché adesso è “solo un lander”, quando ci saranno delle persone nella capsula di atterraggio sarà pazzesco.