Criptovalute

Bitcoin potrebbe raggiungere il valore di 1 milione di dollari grazie alla sua enorme diffusione

La scorsa settimana è iniziato il lancio ufficiale di bitcoin come valuta in corso legale a El Salvador, ma l’adozione si profila all’orizzonte anche in altre nazioni, come ad esempio l’Ucraina e il Laos. Ma non sono solo le nazioni a farne incetta. Il CEO di MicroStrategy e messia bitcoin, Michael Saylor, ha annunciato lunedì che l’azienda ha acquisito ulteriori 5.050 BTC, portando le partecipazioni totali della società a 114.042 BTC acquistati ad un prezzo medio di 27.713 dollari per bitcoin.

Sempre lunedì, il professor Mthuli Ncube, ministro delle finanze dello Zimbabwe, ha dichiarato che il Paese esplorerà l’adozione di bitcoin al fine di ridurre i costi di rimessa e stabilizzare l’economia nazionale, devastata negli ultimi due decenni. Infine Brevan Howard, un hedge fund da 11,4 miliardi di dollari, è diventato l’ultima istituzione finanziaria ad avviare una divisione bitcoin.

Credit: Pixabay

Bitcoin si sta lentamente avvicinando al suo 12 ° compleanno. Nel corso degli anni, bitcoin è passato da una valuta Internet di nicchia che era quasi inutile a una valuta digitale a cinque cifre ed ora sembra pronta a diventare la valuta di riserva globale, dando un calcio ai tiranni finanziari e rendendo la norma in tutto il mondo i pagamenti quasi istantanei e convenienti.

Bitcoin sta dunque lentamente iniziando a diventare una (se non la) valuta globale. Ogni settimana un altro miliardario o un fondo di investimento da miliardi di dollari accoglie bitcoin a braccia aperte. Ogni settimana un politico da qualche parte segnala interesse nell’esplorare bitcoin nel proprio Paese. Bitcoin sta iniziando a prendere il sopravvento. Non è più una questione di “se” un altro Paese adotterà bitcoin come valuta a corso legale, ma piuttosto “quando” lo adotterà.