Sicurezza

Bonus seggiolini antiabbandono – Come richiederlo?

Il 6 marzo 2020 entra in vigore il decreto che obbliga tutti i genitori con bambini di età inferiore ai 4 anni, di dotarsi di un dispositivo o di un seggiolino antiabbandono. In caso di mancato adempimento, la legge prevede una sanzione che varia da un minimo di 81 euro fino ad arrivare a 326 euro. Nel caso di violazione reiterata nel giro di due anni, si rischia invece la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi.

Dato l’obbligo di acquisto per aggiornare o sostituire il proprio seggiolino auto, il governo ha stanziato dei fondi per dare una mano alle famiglie. Il bonus equivale a 30 euro per ogni bambino che necessita di un dispositivo antiabbandono all’interno del nucleo familiare, ma come si richiede?

Per poter richiedere il buono è necessario registrarsi sul sito dedicato, bonuseggiolino.it, usando le proprie credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitali (Spid). Completata la procedura di registrazione si potrà richiedere il voucher che consente di avere uno sconto immediato di 30 euro sui nuovi acquisti.

Cosa succede invece nel caso abbiate già acquistato un dispositivo antiabbandono? Il bonus è fortunatamente retroattivo. Per tutti gli acquisti fatti prima del 21 febbraio 2020, sarà possibile richiedere un rimborso di 30 euro allegando la ricevuta o scontrino fiscale e un’autocertificazione sul modello scaricabile dal sito bonuseggiolino.it.

Il Bonus è utilizzabile su tutti i negozi che vendono tali apparati sul territorio italiano e anche sugli e-commerce. Amazon per esempio ha messo a disposizione una pagina apposita con tutte le istruzioni per richiedere il rimborso o bonus per acquisti fatti. Tutte le informazioni sono disponibili tramite questo link.

Nel caso in cui il dispositivo antiabbandono scelto abbia un costo inferiore ai 30 euro, il bonus sarà equivalente al valore di acquisto.