Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

C’è ghiaccio sulla superficie della Luna, la NASA conferma

Ci sono prove definitive sulla presenza di acqua ghiacciata sulla superficie della nostra Luna. I depositi di ghiaccio si trovano nelle aree più buie e fredde delle regioni polari, sono distribuiti in modo irregolare e potrebbero essere antichi. Al polo sud della Luna la maggior parte del ghiaccio si concentra all'interno dei crateri, mentre al […]

Ci sono prove definitive sulla presenza di acqua ghiacciata sulla superficie della nostra Luna. I depositi di ghiaccio si trovano nelle aree più buie e fredde delle regioni polari, sono distribuiti in modo irregolare e potrebbero essere antichi. Al polo sud della Luna la maggior parte del ghiaccio si concentra all'interno dei crateri, mentre al polo nord è presente in maniera più estesa, ma distribuito in modo irregolare.

Precedenti osservazioni avevano indirettamente individuato possibili segni della presenza di ghiaccio al polo sud lunare, ma servivano conferme certe perché i suddetti segnali avrebbero potuto essere causati anche da altri fenomeni, fra cui il suolo lunare particolarmente riflettente.

Ghiaccio ai poli della Luna
Crediti: NASA

La nuova mappatura è merito del gruppo di scienziati guidati da Shuai Li dell'Università delle Hawaii, di studiosi dalla Brown University e di Richard Elphic del Centro di ricerca AMES della NASA, che hanno usato i dati raccolti dallo strumento Moon Mineralogy Mapper (M3) della NASA per identificare tre firme specifiche che dimostrano definitivamente la presenza di ghiaccio d'acqua sulla superficie della Luna.

M3 è decollato nel 2008 dall'Indian Space Research Organization a bordo della nave spaziale Chandrayaan-1, con a bordo tutti gli strumenti espressamente progettati per confermare o meno la presenza di ghiaccio solido sulla Luna. I dati che ha raccolto non solo hanno rilevato le proprietà riflettenti che ci si aspettava dal ghiaccio, ma sono stati in grado di misurare direttamente il modo in cui le molecole assorbono la luce infrarossa, così da poter distinguere tra acqua liquida, vapore e ghiaccio solido.

Come potete vedere dall'immagine pubblicata dalla NASA, la maggior parte del ghiaccio d'acqua ritrovato si trova nelle zone d'ombra all'interno dei crateri vicino ai poli, dove le temperature più calde si mantengono sempre al di sotto dei -156 gradi. La luce solare infatti non raggiunge mai queste regioni per via della lieve inclinazione dell'asse di rotazione della Luna.

Progetto di base lunare
Progetto di base lunare

Questa nuova ricerca è fondamentale nell'ottica di eventuali future installazioni umane sul nostro satellite, perché una quantità sufficiente di ghiaccio in superficie rende l'acqua una risorsa accessibile, più facile da recuperare rispetto all'acqua rilevata al di sotto della superficie.

L'articolo con la ricerca completa è a questo indirizzo.


Tom's Consiglia

Volete la Luna in salotto? Comprate questa bellissima lampada 3D con la riproduzione in scala della Luna.