e-Gov

Con l’obametro il web controlla la politica

Ecco a voi l'Obametro, cioè lo strumento per verificare se le cinquecento promesse del neo presidente Barack Obama saranno mantenute. L'originale iniziativa è del quotidiano St. Petersburg Times.

The Obamameter, vale a dire il monitoraggio delle promesse della campagna elettorale, rappresenta un lavoro complesso e, per il momento, piuttosto ben fatto. Secondo le intenzioni del quotidiano, sarà aggiornato costantemente, per tutta la durata del mandato presidenziale.

 

Come funziona l'Obametro? C’è un menu a tendina che individua le varie opzioni di lettura:

  • by Subject (per argomento)
  • No Action (nessuna iniziativa)
  • In the Works (iniziativa in corso)
  • Stalled (iniziativa bloccata)
  • Promise Kept (promessa mantenuta)
  • Compromise (compromesso)
  • Promise Broken (promessa non mantenuta)

Fino ad ora l’Obameter segnala cinque promesse mantenute, un compromesso (regole più severe per i lobbisti), una promessa in fase di stallo (credito d’imposta per le imprese che creano posti di lavoro), e quattordici "promesse in corso d’opera" (ad esempio, chiudere Guantanamo).

Un esempio di giornalismo innovativo, oltre che interattivo. Il quotidiano invita i lettori a seguire costantemente il monitoraggio.

Lo so, state pensando anche voi alla politica italiana. Sarebbe bello consultare un Berluscometro (o, nel recente passato, un Prodometro) sul sito internet di un nostro quotidiano.

Ringraziamo Pino Bruno per l'articolo