Spazio e Scienze

Eclissi totale di Luna fra domenica 20 e lunedì 21 gennaio. Orari, strumenti e consigli per seguirla

Nella notte fra domenica 20 e lunedì 21 gennaio sarà protagonista un’eclissi totale di Luna. Un evento che viene soprannominato anche superluna, perché la dimensione apparente del nostro satellite naturale sembrerà maggiore. Per chi non lo sapesse, un’eclissi di Luna avviene quando la Luna passa nell’ombra della Terra. Come con l’eclissi di Sole, l’allineamento dei pianeti è la condizione sine qua non per il verificarsi di un’eclissi di Luna. Nel caso specifico, fra domenica e lunedì ci sarà l’allineamento perfetto di Sole, Terra e Luna (in quest’ordine) e la Terra proietterà il suo cono d’ombra sulla Luna, oscurandola.

Eclisse di Luna – Crediti: Osservatorio Astronomico Schiaparelli Campo dei Fiori

Il cono d’ombra proiettato dalla Terra è sempre più ampio della Luna, e c’è un cono ancora più ampio, detto cono di penombra, nel quale una parte dei raggi del Sole viene intercettata dalla Terra. Durante l’eclissi totale di Luna il nostro satellite attraverserà prima la penombra, poi l’ombra, poi di nuovo la penombra.

In questa occasione specifica l’eclissi non sarà visibile in tutte le sue fasi ma, meteo permettendo, sarà possibile seguire tutta la fase di eclissi totale. Per vederla dovrete fare un’alzataccia. Il primo avvistamento della penombra ci sarà alle 3:36 del mattino, poi alle 4:34 inizierà la fase d’ombra, seguita alle 5:41 dalla fase totale – che è la più emozionante. Il momento clou sarà alle 6:02 del mattino. Poi si passerà alla seconda parte dell’eclissi, con la conclusione della fase totale (6:44), la fine della parte di ombra (7:52) e in ultimo la fine della penombra (8:50).

Il fenomeno si potrà vedere ovunque il cielo sia scuro e senza nubi, quindi dovrete posizionarvi in una zona in cui c’è poco inquinamento luminoso. Per evitare di alzarvi per niente, consigliamo di tenere sotto controllo le previsioni meteo. Altra informazione importante è che per vedere l’eclissi non servono telescopi: l’evento si potrà seguire a occhio nudo, o al massimo con un binocolo.

Quasi tutti gli osservatori italiani stanno organizzando eventi ad hoc. Collegatevi al sito di quello più vicino a voi per maggiori informazioni. Il prossimo appuntamento con un’eclissi di Luna è per dicembre 2028.

Se vi piace osservare il cielo stellato considerate l’acquisto di un telescopio economico come il Telescopio Astronomico Riflettore INTEY. E per orientarvi fra le stelle tenete sotto mano l’Atlante di astronomia