Spazio e Scienze

Finanziate la ristampa del Piano di volo dell’Apollo 11

A quasi cinquant'anni dallo sbarco dell'uomo sulla Luna arriva su Kickstarter la campagna di finanziamento per la ristampa "perfetta" dei piani di volo dell'Apollo 11, con la descrizione minuto per minuto dei passaggi che hanno permesso ai primi uomini di mettere piede sulla Luna nel luglio 1969.

"Abbiamo deciso di realizzare una riproduzione di qualità del manuale che è stato utilizzato dal Controllo Missione, dagli astronauti dell'Apollo 11 e dal personale di supporto", ha scritto Reproduction IO, l'azienda australiana che ha proposto la sua idea sul sito di crowdfunding. Il successo è stato praticamente immediato: la campagna, che è partita il 6 luglio, ha già superato abbondantemente l'obiettivo di 15.000 dollari australiani e al momento è oltre i 53.000 dollari australiani.9e6db0ecc281bab88ab74bb145e74c53 original

Chi avrà la ristampa di questo storico documento potrà sfogliare i parametri di traiettoria previsti dal lancio del 16 luglio 1969, e tutti gli orari in cui l'equipaggio doveva svolgere delle attività per soddisfare l'obiettivo di atterrare sulla Luna. La storia insegna che tutto fu fatto "come da manuale", dato che Neil Armstrong e Buzz Aldrin atterrarono sulla Luna e camminarono sulla sua superficie, mentre Michael Collins restò in orbita. I tre tornarono sulla Terra quattro giorni più tardi.

Negli ultimi anni diverse parti delle copie originali del piano di volo dell'Apollo 11 che furono usate a Terra sono finite all'asta e vendute per centinaia, se non migliaia di dollari. Le singole pagine usate sull'Apollo 11 invece sono state vendute per decine di migliaia di dollari. Una sarà all'asta mercoledì 20 luglio presso Bonhams a New York, dove si prevede di aggiudicarla per una cifra compresa fra 18.000 e 25.000 dollari.

Considerata la domanda e l'interesse generale verso la missione, il piano di volo dell'Apollo 11 è già stato riprodotto in precedenza, ma con una qualità che secondo i rappresentati di Reproduction IO è deludente: le copie "sono disponibili solo come eBook, usano caratteri non corretti e la conversione della grafica è stata fatta con strumenti automatizzati".

Da qui l'idea di realizzare una stampa di alta qualità, che conterà 362 pagine fedeli al design e al layout originale. Per la riedizione infatti i responsabili sono ripartiti da zero e hanno iniziato a "riprodurre ogni singola pagina, utilizzando [il] font preciso, gli stessi colori, spaziatura e carta, e una riproduzione di tutti gli elementi in grafica vettoriale tramite scansioni ad altissima risoluzione degli originali".

news 071616b

La raccolta fondi è necessaria per andare in stampa, perché Reproduction IO ha individuato una stampante in grado di soddisfare le specifiche ma è molto costosa. Il finanziamento si chiuderà il 15 agosto prossimo: fate ancora in tempo ad aggiudicarvi qualche copia con un po' di sconto.