e-Gov

Google Science Fair 2013: quattro italiani in finale

Quattro italiani sono fra i finalisti del Google Science Fair 2013, il concorso che Google ha promosso in collaborazione con il CERN, il Gruppo LEGO, National Geographic e Scientific American fra gli studenti di 120 paesi. L'obiettivo era quello di raccogliere progetti in grado di cambiare il mondo. Tre dei nostri candidati hanno proposto un progetto relativo a un piano inclinato meccanico, mentre uno ha presentato un lavoro sulla cucina molecolare a base di insetti.

I progetti che accedono alla finalissima sono in tutto 90, selezionati dalla giuria che ha premiato creatività, merito scientifico e rilevanza a livello globale. Fra i più curiosi c'è lo studio del 14enne Aditya Dokhale sugli effetti dei videogiochi sulla funzione cognitiva del cervello.

Due progetti finalisti dall'Italia

Lo studio ha coinvolto 20 studenti che hanno usato giochi di strategia per 20 minuti al giorno per una settimana. I test condotti prima e dopo l'allenamento dimostrerebbero che nel 25,4% dei casi è stato rilevato un miglioramento della funzione cognitiva.

 

Uno studente statunitense invece ha cercato di creare un sistema di trasmissione di energia elettrica senza fili, senza interferire con i ricevitori RF. Non mancano poi proposte biotecnologiche come l'uso delle bucce di banana al posto dei derivati del petrolio per produrre bioplastiche e un trattamento sostenibile per depurare l'acqua contaminata.

Potrete partecipare anche voi alla votazione per l'assegnazione del premio del pubblico Inspired Idea Award, nel mese di agosto tramite una serie di hangout su Google+.