Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Heathrow grazie all’IA di Microsoft gestisce 1300 voli al giorno

All'aeroporto di Heathrow, a Londra, si sono rivolti alle soluzioni cloud e di intelligenza artificiale di Microsoft per gestire il traffico crescente in maniera più intelligente.

1300 voli al giorno480mila atterraggi e decolli l’anno, uno ogni 45 secondiper un totale di 80 milioni di passeggeri annuali movimentati da 84 diverse compagnie aree verso 203 destinazioni in 84 Paesi del Mondo. Sono alcuni degli impressionanti numeri dell’aeroporto di Heathrow, a Londra, che ha un problema enorme: tutto ciò accade su appena due piste. Lo scorso anno è stata finanziata la realizzazione di una terza pista, che sarà pronta entro il 2026 e per allora i passeggeri saranno diventati 130 milioni. Serve un aiuto per gestire tutto questo in sicurezza ed è arrivato dall’intelligenza artificiale e dal cloud di Microsoft.

Non potendo crescere ulteriormente infatti l’aeroporto doveva diventare più smart. Integrando gli strumenti basati sull’IA con quelli tradizionali, stando a quanto dichiarato dal direttore dell’aeroporto in un’intervista a Business Insider, Heathrow è diventato l’aeroporto europeo migliore, tra quelli di grandi dimensioni, per puntualità dei voli, nonostante i numerosi problemi e la congestione dei voli in Europa.

Photo credit - depositphotos.com

L’enorme quantità di dati, che tiene conto di tutto, dal flusso di passeggeri agli orari degli aerei, fino alle previsioni del tempo e ai parcheggi, viene così gestita dal database SQL Azure, mentre l’analisi viene svolta da Azure Data Lake Analytics e dai servizi Power BI (Business Intelligence), in grado di dire agli operatori con largo anticipo cosa sta per succedere.

La scala di complessità di un aeroporto è difficile da immaginare: basta un anticipo o un ritardo di pochi voli per mandare potenzialmente tutto in tilt. Come passeggeri infatti noi vediamo soltanto il vantaggio del nostro volo disponibile prima, o lo svantaggio di doverlo attendere ancora. Ma “noi possiamo avere 15 o anche 20 voli in anticipo di 45 minuti e ciascuno di essi va ad impattare negativamente su altri due o tre”, ha spiegato a Business insider l direttore Stuart Birrell. “Quando i voli a lungo raggio arrivano in anticipo, quelli a corto raggio per destinazioni europee o nel regno Unito perdono il proprio slot e devono essere rimandati”.

Photo credit - depositphotos.com

Gli aerei inoltre non hanno solo bisogno della pista di atterraggio ma anche di un gate da raggiungere, di un ponte passeggeri e del personale per gestirli. 20 voli in anticipo significano quasi 6000 persone che arrivano 45 minuti prima che il personale della dogana, dell’ufficio immigrazione, del ritiro bagagli e persino del bar siano pronti ad accoglierli. “Gli aeroplani inoltre hanno bisogno di manovrare, di controlli tecnici, di fare il pieno, di essere ripuliti e di fare rifornimento di cibo. È un mondo assai complesso”.

Il Sistema di IA di Microsoft gestisce tutti questi aspetti in modo da anticipare gli eventi e consentire alla direzione aeroportuale di organizzarsi per tempo, gestendo al meglio gli imprevisti in modo da minimizzarne l’impatto. Nonostante le enormi difficoltà, tipiche di tutti gli aeroporti e in particolare di Heathrow, secondo Birrell è dunque proprio merito delle soluzioni Microsoft se l’aeroporto continua a restare solidamente nella top 10 di quelli che riescono meglio a soddisfare le esigenze dei passeggeri.